Quando chiudere una relazione di coppia?

· 25 aprile 2016

Chiudere una relazione è una decisione importante, che rimarrà per sempre impressa nella nostra mente. Non importa se sarà la scelta giusta o sbagliata, che ci faccia stare meglio o ci faccia soffrire… Non la dimenticheremo. Cercheremo il supporto e la comprensione degli altri, ma, in fin dei conti, si tratterà di una nostra decisione. È la nostra vita, ed è importante ascoltare la nostra voce interiore.

Prima di tutto, provate a pensare a come sarà quella relazione se la porterete avanti per un altro anno, o per cinque anni. Forse questa prospettiva potrebbe schiarirvi le idee su cosa volete fare, che cosa vi fa stare bene o male. È necessario essere molto realisti e non prendersi in giro, perché fingere e mentire a voi stessi farà solo del male a voi e al vostro partner.

“Negli amori impossibili, la speranza è la prima cosa da perdere.”

-Walter Riso-

Per capire se è ora di chiudere la vostra relazione di coppia, dovete porvi delle domande. Non dovete cercare dei colpevoli, perché le relazioni si costruiscono in due. Semplicemente, cercate di capire che cosa è successo, e come potete imparare dai vostri errori, con saggezza e pazienza.

Domande da farsi prima di chiudere una relazione

Molte delle domande che vi farete prima di chiudere una relazione saranno dolorose, perché a volte la verità fa male. Ma saranno anche necessarie per maturare e per capire chi siete e che cosa volete da una storia d’amore. Lasciarsi fa male, ma portare avanti una relazione che non funziona fa ancora più male.

Lo psicologo Walter Riso sostiene che un amore salutare comprende sempre tre elementi: eros (desiderio sessuale), philia (amicizia) e agape (tenerezza). Nessuno dei tre elementi può mancare, altrimenti la relazione sarà incompleta e vi farà soffrire.

ragazza rivolta verso il mare

1. È questa la relazione che desidero?

Se vi fermate a pensare se la relazione che avete in questo momento è quella che desiderate, riuscirete ad avere una visione più chiara sui vostri desideri. È importante essere molto realisti nell’analizzare la vostra relazione. Non cercate delle scuse per determinate situazioni o atteggiamenti del partner che non vi piacciono.

Se volete una relazione dversa, forse la verità è che non state con la persona giusta per voi. Riflettete a lungo su ciò che volete davvero, non su quello che gli altri credono sia meglio per voi.

2. Che cos’ho da perdere o da guadagnare con la relazione, o con la rottura?

Molte volte ci ostiniamo nel portare avanti relazioni che agonizzano, e non ci rendiamo conto che lasciare una persona che non ci rende più felici o con cui non siamo noi stessi può essere una liberazione.

Come dice Walter Riso, perché umiliarvi? L’umiliazione, in tutte le sue forme (supplicare, giurare, abbassare la testa, adorare eccessivamente l’altro, ecc.) ha un effetto boomerang, perché con il tempo produce sempre malessere.

“Se non ti amano, non supplicare e non inginocchiarti. L’amore non si elemosina né si esige, può solo accadere. E, se non accade, è meglio tirarsi indietro con dignità e fare altro.”

-Walter Riso-

È consigliabile fare un’analisi della relazione e della possibile rottura per capire che cosa perdiamo e che cosa ci guadagniamo. Ma, soprattutto, è importante capire che cosa sentiamo, che cosa ci dicono il nostro cuore e il nostro intuito. Non possiamo ignorare le sensazioni che nascono dal profondo di noi stessi.

ragazza e ragazzo si danno le spalle

3. Il problema ha una soluzione?

Quando avrete ben chiare in mente le ragioni per cui volete chiudere una relazione, è importante capire se ci sono possibilità di risolvere il conflitto con il partner, o se vale la pena di cercare una soluzione e affrontare il problema insieme.

Per esempio, se il problema è che ci sono troppe differenze nella coppia e litigate sempre, forse la soluzione è imparare a discutere in modo maturo e a gestire le emozioni. Tuttavia, se il vostro partner vi è stato infedele, dovete riflettere molto bene e chiedervi se siete davvero capaci di dimenticare e perdonare. Se non lo siete, forse questo potrebbe essere un buon motivo per chiudere la relazione.

“Non sminuite mai il vostro valore per una persona che non sa ciò che ha, se voi sapete ciò che meritate.”

-Paulo Coelho-

Se vi siete fatti tutte le domande che vi abbiamo proposto e avete deciso di chiudere la relazione, probabilmente vi aspetta un brutto periodo. Ma non c’è dolore che non si affievolisca con il tempo e che non si possa superare: ognuno di noi ha bisogno dei suoi tempi per metabolizzare ciò che è accaduto, ma arriverà il momento in cui vi renderete conto che avete fatto la scelta giusta, con maturità e coraggio.