Cinque categorie di persone da evitare

· 18 marzo 2016

Con il termine relazioni interpersonali sane intendiamo quelle che generano in noi una crescita personale giornaliera. Tuttavia, esiste un altro tipo di relazioni o persone dagli effetti totalmente contrari, le quali ci portano a raggiungere uno stato d’immobilità e paura.

È giusto avere a disposizione gli strumenti e le conoscenze necessarie per la creazione di un ambiente sano ed emotivamente sicuro. A tal proposito, oggi condivideremo con voi 5 categorie di persone che è meglio lasciar perdere, per concentrarsi piuttosto sulle persone che vale davvero la pena avere accanto.

“Stare in compagnia non è stare con qualcuno, bensì stare in qualcuno”

-Antonio Porchia-

Le persone che amano essere al centro dell’attenzione

Si tratta di persone note per loro tendenza a mettere in atto azioni e situazioni volte a generare scandali e a richiamare l’attenzione in modo immotivato. Se avete di fronte simili persone, si consiglia di non fare il loro gioco e di mantenere la calma, evitando di farvi coinvolgere nelle loro commedie.

In generale, il loro comportamento è dovuto ad una mancanza di sicurezza o al disprezzo verso la propria persona. Per questo motivo, alzeranno il volume delle loro grida ogni qualvolta cercheranno di richiamare la vostra attenzione.

Non permettete loro di colpirvi, allontanatevi da loro e proseguite per la vostra strada. In caso contrario, quello che otterrete sarà frustrante, e probabilmente impiegherete un inutile spreco di energia.

donna-altalena-tramonto

Le persone in costante disaccordo con voi

Può capitare, prima o poi nella vita, di provare cosa significhi far parte di una compagnia che non fa altro che umiliarci, disprezzarci o semplicemente mancarci di rispetto, senza alcun motivo.

Può capitare perché sappiamo che ciascuno di noi si trova in una specifica fase di crescita personale. Chi non ha alcuna consapevolezza di se stesso cercherà, probabilmente, di non farci sentire bene.

Evitate di perdere il tempo cercando di cambiare queste persone nel tentativo di guadagnarvi la loro approvazione. È bene capire che ciascuno di noi è responsabile del proprio modo di agire, di sentire o di vivere. Di conseguenza, non abbiamo la responsabilità di piacere a nessuno. Tenete bene a mente questo concetto vitale, accettando che non siamo tutti uguali e che non tutti abbiamo bisogno delle stesse esperienze.

I pessimisti che annullano la speranza

Non parlate con chi ride e si prende gioco dei vostri sogni e dei vostri desideri. Con i loro commenti sarcastici e le loro basse aspettative, queste persone non cercano altro che sminuire il vostro potenziale e farvi perdere la fiducia in voi stessi. Quello a cui aspirano è il raggiungimento del proprio piacere a scapito vostro.

Quando vi ritroverete a dover raggiungere le vostre mete e i vostri sogni, è bene che ricordiate che le vostre capacità non sono limitate dalle opinioni altrui. Non cessate di sognare ed essere speranzosi. Se c’è bisogno di respingere le opinioni degli altri e i limiti che non vi siete imposti da soli, fatelo.

Il trucco per far fuoriuscire la versione migliore della vostra persona è vedere voi stessi più grandi di come vi vedono gli altri.

Le persone manipolatrici

Le persone manipolatrici cercheranno di imporvi il loro punto di vista e di controllare i vostri pensieri con la loro negatività. Non è complicato riconoscerle per poterle evitare: si distinguono perché sono persone troppo concentrate su se stesse.

Persone-manipolatrici

Un’altra caratteristica delle persone manipolatrici è legata al fatto che si circondano esclusivamente di individui che possono utilizzare per ottenere i propri benefici. Se avete bisogno del loro aiuto, probabilmente ve lo negheranno o affermeranno di essere troppo occupate.

Le persone che credono che dobbiate essere diversi, senza però perdonare i vostri errori

Molti di noi hanno vissuto al fianco di persone incapaci di avvertire quanto siamo cresciuti, maturati e cambiati. Esse insistono nel basare il proprio giudizio su alcuni schemi mentali tipici dei bambini, giudicandoci. Quando ciò accade, è facile credere nella veridicità delle loro affermazioni e dar loro ragione: noi stessi siamo consapevoli di quanto quegli errori siano stati veri in passato.

Soltanto voi sapete cosa succede dentro di voi. È evidente che sprecare il tempo nel tentativo di controllare quello che gli altri pensano di voi, è assolutamente privo di senso.

Non potete controllare cosa pensano gli altri di voi, ma avete la possibilità di decidere cosa fare delle loro opinioni. Ricordate, impariamo dai nostri errori, essi sono la base di qualsiasi progetto di crescita personale.

Non consentite a chi fa parte del vostro nucleo di sicurezza sociale di giudicarvi di continuo per i fatti passati, non permettete loro di ricordarvi gli errori che avete commesso senza perdonarvi. Fatevi la domanda: perché non lasciare queste persone nel passato e rendere il futuro più positivo?

“Se mi domandi se mi piace la tua compagnia, la risposta è: Sì. Se invece vuoi sapere se riesco a vivere senza di te, la risposta è comunque: Sì.”

-Paulo Coelho-