Le circostanze che attiriamo sono il riflesso di ciò di cui abbiamo bisogno

· 13 aprile 2017

Il nostro mondo è quel terreno mentale in cui convivono le nostre paure, i nostri desideri, le nostre ambizioni e tutte le cose di cui parliamo. Le persone che attiriamo riflettono in qualche modo le nostre credenze su noi stessi e sugli altri.

Spesso lasciamo entrare nella nostra vita persone che non avremmo mai pensato potessero passare. Individui diversi da noi che hanno il compito di aiutarci a capire, a guarire e a perdonare noi stessi e gli altri.

A volte attiriamo persone che premono pulsanti che non sapevamo di avere. Persone con caratteristiche che non possiamo accettare in noi, con atteggiamenti che non ci vediamo addosso, ma che notiamo negli altri. Forse attiriamo queste persone proprio affinché ci aiutino a combattere la nostra battaglia interiore.

Lamentarci di ciò che abbiamo nella nostra vita vuol dire disprezzare noi stessi.

Perché attiriamo le persone sbagliate?

Molti si lamentano di continuo delle loro storie d’amore, ma curiosamente finiscono sempre per attirare individui che non li valorizzano, che attribuiscono loro un ruolo marginale o che non li includono tra le loro priorità. Se avete la tendenza ad attrarre persone che vi mentono e vi ingannano, ciò può essere dovuto al fatto che non vi valorizzate e che la vostra autostima è danneggiata e vi mostra come esseri piccoli e vulnerabili. In questo modo, la vostra assenza di autostima vi trasforma in una vittima perfetta per gli individui dannosi, dunque li attirate.

Favorire relazioni squilibrate senza motivo è un chiaro segno che qualcosa va male dentro di voi. Se darete adito a questi rapporti, entrerete nel loro circolo di influenza e, probabilmente, finirete per mentire, per ingannare e per diventare persone molto diverse da quelle che siete, e soprattutto da quelle che volete essere.

L’autoconoscenza personale è fondamentale per attrarre nella propria vita le persone giuste.

Perché attirate sempre le persone sbagliate? Tutto nasce dal fatto che siete il riflesso di quello che attraete: il livello del valore che vedete in voi stessi è lo stesso che tendono ad avere le persone che vi si avvicinano, perché accettate l’amore che credete di meritarvi. Inoltre, temere il cambiamento vi porterà a cercare qualcuno con cui vi sentite a vostro agio, quindi ricercherete sempre lo stesso tipo di individuo.

“Viviamo nel passato, ma il passato è morto. Se continuiamo a vivere così, il futuro sarà come il passato. Dobbiamo lavorare su noi stessi, cambiare qualcosa di noi nel presente, e allora forse il futuro sarà diverso”.

(G. I. Gurdjieff)

Ciò che attiriamo è ciò di cui abbiamo bisogno

Meno cambiamo e più attiriamo situazioni complesse e dolorose. Quando richiamiamo a noi persone o circostanze conflittuali, in realtà stiamo attirando un cambiamento ed un’evoluzione personali. Le lezioni più importanti derivano da momenti di crisi, come diceva Seneca; l’avversità è occasione per tirare fuori la virtù.

La vera maturità implica l’accettazione di tutto ciò che ci succede, il quale è perfetto, perché si trova in un processo verso la perfezione. Se riterremo i nostri problemi un’opportunità per crescere, ci aiuteremo a migliorare. Se, invece, li considereremo meri fallimenti, non faremo altro che sotterrare le nostre aspirazioni.

Pensateci bene: se non foste mai stati rifiutati e/o abbandonati e se non aveste mai rifiutato e/o abbandonato, sareste le stesse persone? Per quanto mi riguarda, senza tutte le esperienze negative che ho dovuto affrontare, oggi non potrei godermi la vita come sto facendo.

Tutto quello che ci succede è perfetto perché si trova nel processo verso la perfezione. Sono stata una persona molto fortunata: nulla mi è riuscito facilmente.