Come eliminare senso di colpa e preoccupazione?

14 gennaio 2015 in Psicologia 870 Condivisi

La vita è piena di momenti di sensi di colpa e preoccupazione, due emozioni che la maggior parte delle volte servono solo a distrarci dal momento presente. Ci sentiamo in colpa per quello che facciamo e ci preoccupiamo di quello che potremo fare, dimenticandoci così del presente.

Due zone erronee: la colpa e la preoccupazione

La colpa e la preoccupazione fanno parte delle nostre zone erronee e, sebbene siano due emozioni diverse, in realtà possiamo situarle agli estremi di una stessa linea. Quando ci colpevolizziamo per qualcosa, non sfruttiamo il presente perché siamo immobilizzati da quello che è successo nel passato, e quando ci preoccupiamo, ci immobilizziamo per qualcosa che si trova nel futuro e sul quale di solito non abbiamo controllo. Entrambe le emozioni coincidono quindi con un’immobilità nel presente.

Il rimorso per qualcosa che è successo nel passato e la paura per quello che possa succedere nel futuro sono ciò che normalmente ci fa uscire di testa nella vita di tutti i giorni. Il mondo è pieno di persone che stanno male per qualcosa che non avrebbero dovuto fare o che sono spaventate da cose che potrebbero arrivare col tempo. Forse neanche noi rappresentiamo un’eccezione.

Il processo di colpevolezza

La società ci manda continuamente dei messaggi di colpevolezza e preoccupazione; avendoci cresciuto in questo modo, vediamo tali emozioni come qualcosa di normale nelle nostre vite. Tuttavia, come succede questo? Qualcuno invia un messaggio per ricordarci che siamo state persone cattive per qualcosa che abbiamo fatto o che non abbiamo fatto, sentito o non sentito, detto o non detto. Poi, in risposta ci sentiamo male o a disagio nel presente. Dunque ci trasformiamo in macchine di colpevolezza. La colpa può diventare una delle emozioni più inutili, sappiatelo. Sprechiamo gran parte della nostra energia sentendoci colpevoli di qualcosa che è successo nel nostro passato e ci immobilizziamo per qualcosa che ormai è superato. Non possiamo far nulla per cambiare quello che è accaduto.

Imparare le lezioni del passato

Dobbiamo saper differenziare tra la colpa e l’imparare dagli errori. Come già detto in precedenza, la colpa è l’immobilità del presente che può spaziare da un piccolo malessere fino alla depressione più grave. Ci impedisce di agire nel presente perché prima ci comportiamo in questo modo. In tale stato sprechiamo le nostre energie per qualcosa che è già successo, risultando quindi inutile e dannoso per noi stessi. Non c’è colpevolezza tanto grande da poter risolvere o cambiare un problema. Tuttavia, imparare dal passato, a differenza del senso di colpa, implica evitare di ripetere determinati comportamenti con l’intenzione di imparare dai nostri errori senza immobilizzarci. Imparare dagli sbagli è un processo sano e necessario per la nostra crescita e per il nostro sviluppo personale. Ci permette di andare avanti.

Alcune strategie per eliminare il senso di colpa

Come abbiamo visto, la colpa è un’emozione inutile che serve solo a immobilizzarci e a perdere il presente, dunque cercare di guardare al passato come qualcosa di immodificabile può aiutarci molto. Qualsiasi senso di colpa non contribuirà a risolvere il problema perché non possiamo cambiare quello che è stato. Imprimete questo messaggio nella vostra mente, aggiungetelo al vostro abituale repertorio di pensieri.
Domandatevi che cosa evitate nel presente per colpa del passato. Così, a poco a poco eliminerete la necessità di colpevolizzarvi.
Iniziate ad accettare voi stessi le cose che avete scelto, ma che possono dar fastidio alle persone. È necessario che vi accettiate così da far scomparire il senso di colpa che potete sentire per non aver ottenuto l’approvazione degli altri.
Iniziate a tenere un diario in cui riportare tutte quelle situazioni in cui vi siete sentiti in colpa, scrivendo che vi state lasciando sfuggire il presente perché vi state angustiando per il passato. Questo vi permetterà di approfondire il vostro senso di colpa.
– Cercate di mostrare alle persone con cui vi relazionate e che cercano di manipolarvi attraverso il senso di colpa che siete capaci di affrontare le delusioni provocate dal vostro comportamento. Il risultato non arriverà immediatamente, ma l’atteggiamento di queste persone cambierà quando vedranno che non possono obbligarvi a sentirvi in colpa.

liberazione

Forza, utilizzate il passato come trampolino di lancio e non come letto in cui sprofondare!

Guarda anche