Comprate esperienza, non oggetti

17 febbraio 2015 in Psicologia 4790 Condivisi

Ristrutturare la casa o fare il viaggio in giro per il mondo che avete sempre sognato? Comprare un paio di scarpe firmate o andare al mare? Comprare il pc di ultima generazione o andare a fare un escursione sull’Himalaya? Per molti la scelta è ovvia: arricchire la propria vita di esperienze e non di oggetti.

Anche se i soldi non fanno la felicità, possono aiutarvi a comprare esperienze che arricchiranno la vostra vita molto di più che gli oggetti materiali. Le mode passano e la tecnologia cambia ogni minuto. La casa o la macchina dureranno di più, certo, però vi offriranno gli stessi paesaggi ogni giorno. Le esperienze invece rimarranno con voi per tutta la vostra vita, amplieranno le vostre conoscenze come esseri umani e vi garantiranno molte più soddisfazioni a lungo andare.

Siamo soliti pentirci di comprare oggetti

Secondo uno studio dell’Università di Cornell, le persone sono solite pentirsi molto meno di comprare esperienze (viaggi, corsi) che di comprare oggetti. Un 80% delle persone che hanno partecipato a questo studio, assicurano di non essersi pentiti di aver fatto un viaggio, mentre la stessa percentuale di persone afferma di essersi pentita di avere comprato degli oggetti. Il motivo di questo è ovvio, anche se può non sembrarci quando ci troviamo di fronte ad un’auto nuova: le esperienze sono uniche e insostituibili, mentre gli oggetti sono prodotti in serie, tutti uguali, si possono avere in qualsiasi momento e di migliore qualità man mano che va avanti il tempo.

Le esperienze, invece, ci offrono maggiori possibilità di trovare punti di incontro  con gli altri. In accordo con lo studio dell’ Università del Colorado, degli sconosciuti possono godere più di una conversazione su un esperienza vissuta che su un oggetto comprato.

Condividere la nostra storia ci fa sentire più  uniti con gli altri esseri umani, e ci permette di stare meglio rispetto a quando compriamo un cappotto firmato. Si trova in questo, nel condividere con gli altri le emozioni, l’incanto del condividere esperienze: un’esperienza sola ci rende molto più felici di mille oggetti.

Anche se l’esperienza non è delle migliori, è comunque utile per la nostra vita e per il nostro curriculum. Il perdersi in una città sconosciuta, prendere la malaria o arrovellarsi il cervello con le declinazioni in tedesco può non essere il divertimento perfetto, però superare queste difficoltà aumenta la nostra autostima e la fiducia in noi stessi.  Amplia la nostra mente molto più di come possono fare delle semplici immagini i  televisione e ci rende pieni e felici. Ci fa crescere come persone.

La prossima volta che vi troverete a dover scegliere tra un oggetto o un esperienza, quindi, non abbiate dubbi: scegliete l’esperienza, quella meravigliosa acquisizione che sempre potrete portare con voi fino all’ultimo giorno della vostra vita.

Immagine per gentile concessione di Masahiko Futami

Guarda anche