Conoscete le vostre 4 emozioni basiche?

· 25 agosto 2015

La paura, la rabbia, l’allegria e la tristezza sono le 4 emozioni basiche dell’essere umano. Vengono ugualmente avvertite da tutti in qualsiasi momento storico, età e cultura. Le conoscete? Sapete come dominarle?

Tali emozioni non sono dentro di noi per ragioni arbitrarie: svolgono un ruolo fondamentale nel nostro sviluppo psicologico; ovvero, hanno la funzione di guidarci nella conservazione dell’organismo e nella socializzazione con gli altri.

Probabilmente, non è semplice comprendere questo tipo di concetti che sembrano così tecnici e appartenenti a un’enciclopedia. L’importante è ricordarsi che tutti abbiamo paura, ci arrabbiamo, ci rallegriamo e ci rattristiamo, perché è così che la mente e il corpo si sviluppano, per permetterci di crescere in quanto esseri umani e di socializzare.

Abbiamo imparato, e continueremo a imparare, dalle nostre emozioni. Se avete vissuto un episodio molto bello e colmo di felicità, è probabile che questo abbia formato il vostro carattere; allo stesso modo, la vostra personalità è stata sicuramente influenzata da momenti di sofferenza, in cui vi siete rattristati o intimoriti.

Non hanno importanza l’età, il luogo in cui viviamo o il lavoro che facciamo: tutti quanti, senza eccezione, vivono queste 4 emozioni basiche in varie occasioni della vita. Le emozioni sono informazioni molto utili, che ci permettono di comprendere il nostro stato d’animo attuale: se le ascoltiamo attentamente, sono una guida per imparare nel percorso della nostra vita, per capirci e per sapere come proseguire.

Spesso, tendiamo ad etichettare quello che sentiamo; in realtà, non esistono emozioni buone o emozioni cattive. È vero che ci sono emozioni che ci risultano più o meno piacevoli, ma ognuna di esse compie una funzione specifica e assolutamente necessaria.

Che funzioni compiono le emozioni basiche?

Queste quattro emozioni basiche (o primarie) dell’essere umano sono una risorsa energetica, perché ci permettono di agire in modo espansivo con gli altri (rabbia o allegria) o con noi stessi (tristezza e paura).

Analizzeremo ora le quattro emozioni basiche, una per una, per poterne conoscere la funzione specifica nella nostra vita:

  • La paura. È considerata dagli esperti come un’emozione di “ripiego”, fa parte del gruppo delle emozioni riflessive e la sua funzione è avvisarci dell’imminente presenza di un pericolo, per essere pronti a riceverlo o a reagire attivamente.

Inoltre, ci permette di valutare le capacità in nostro possesso per affrontare le situazioni che consideriamo minacciose. Se impariamo a conoscere e a gestire la paura, ci allontaneremo dal panico e dalla fobia, attraverso la prudenza.

  • L’allegria. È conosciuta anche come “l’emozione di apertura”. La sua funzione è aiutarci a creare vincoli con gli altri; per questa ragione, fa parte delle emozioni espansive (così come l’ira).

Può manifestarsi in diversi modi, ma più frequentemente sotto forma di tenerezza, sensualità o erotismo. Gestendo bene l’allegria, è possibile raggiungere serenità e pienezza; altrimenti, cadremo nella tristezza, nell’euforia eccessiva o nella frustrazione.

  • Tristezza. Fa parte del gruppo delle emozioni di “ripiego” ed è la più riflessiva di tutte. Evoca sempre eventi del passato e la sua funzione è quella di aiutarci ad essere consapevoli del fatto che abbiamo perso o aneliamo una cosa, una situazione o una persona.

Inoltre, ci serve per lasciare andare ciò che non ci appartiene o che ci fa del male. Infine, permette agli altri di accompagnarci, in modo da non renderci troppo vulnerabili o dipendenti.

  • Rabbia. Questa è la seconda emozione espansiva. È un impulso, un modo per toglierci di dosso qualcosa o qualcuno, per tirare fuori sentimenti che ci infastidiscono, perché viviamo un’ingiustizia o perché ci sentiamo feriti.

La rabbia implica un sovraccarico di energia che, talvolta, ci aiuta a realizzare ciò che vogliamo; per questa ragione, non deve sempre essere considerata come un’emozione negativa. Tuttavia, molto spesso capita che, invece di aiutarci a risolvere la situazione, se la esprimiamo in maniera estrema, si trasforma in un problema ulteriore. La rabbia è capace di pulire tutti i sentimenti che rappresentano un peso, ma bisogna fare molta attenzione a riconoscerla, accettarla e gestirla correttamente.

Quando saremo consapevoli delle funzioni delle nostre emozioni e avremo imparato a conviverci, sarà semplice rendersi conto del fatto che sono tutte positive e indispensabili per la nostra vita.