5 considerazioni sulle persone anziane

· 13 giugno 2017

L’intolleranza nei confronti degli anziani è uno dei mali del mondo contemporaneo radicatisi gradualmente non si sa bene quando. Se le persone anziane prima erano considerate amorevoli fonti di saggezza, ora la maggior parte della gente non sa che “farsene” di loro… Dopo aver superato una certa età, molti devono affrontare il rifiuto, l’oblio o il disprezzo.

L’ideale contemporaneo si concentra sulla giovinezza come fonte di benessere. Pur essendo una falsità, molti la considerano vera e agiscono di conseguenza. La forza fisica ora è più o meno un feticcio. Una persona anziana non rientra nell’equazione e la sua vulnerabilità non è qualcosa con cui si vuole avere a che fare.

I primi quarant’anni di vita ci danno il testo, i successivi trenta ci forniscono il commento allo stesso.
Arthur Schopenhauer

Le persone più fragili spesso vengono emarginate. Vale per i bambini, le persone anziane e i malati. Gli adulti giovani, sani, forti e nella piena coscienza delle loro potenzialità cercano sempre qualcuno su cui scaricare le loro responsabilità. Che si tratti dei loro figli o dei loro genitori o parenti, sembra che non abbiano tempo da dedicare loro.

Per questo oggi vogliamo parlare degli anziani, perché si sono guadagnati almeno cinque considerazioni che ora leggerete.

Non cercare di cambiare una persona anziana

Di per sé, tentare di cambiare qualcuno denota una mancanza di rispetto. Chi vi ha detto che avete ragione o la facoltà di tentare un’impresa simile? Solo chi si crede migliore degli altri ha la presunzione di volerli cambiare. E il concetto di “migliore” o “peggiore” è estremamente relativo e molto pericoloso quando viene utilizzato in prima persona.

Una persona anziana ha vissuto tantissime esperienze, ha creato i suoi principi e criteri, veri o meno che siano. Ha adottato determinate abitudini, gusti e tradizioni. Nessuno ha il diritto di convincerla a pensare o agire in un modo diverso. E, di fatto, è molto probabile che, per quanto ci proviate, non riusciate a cambiarla. Se accettate gli anziani per quello che sono, eviterete a loro e a voi stessi inutili sfide.

Non discutere con gli anziani

Magari vostro padre o vostro nonno sono convinti di qualcosa che a voi sembra assurdo. Le loro idee politiche o religiose possono essere ben diverse dalle vostre. Le persone anziane, in buona fede, a volte vogliono convincerci che sono loro ad aver ragione.

Non dimenticate che una persona anziana ha sulle spalle un grande bagaglio di esperienza che non va assolutamente disprezzata. Se pensa nel modo in cui pensa, non è frutto della casualità, ma di ciò che ha vissuto ed imparato. Non è una buona idea iniziare discussioni inutili per far capire a questa persona il vostro punto di vista. Piuttosto, ascoltatela con affetto e rispetto: lo merita.

Sostenere gli anziani nei loro interessi e passioni

Molto spesso le persone anziane si mostrano timide o timorose nei confronti dei loro interessi. Ad oggi, la loro opinione non viene tenuta molto in considerazione, a meno che non occupino una posizione di potere. Anche se molti anziani sembrano annoiati o apatici, tanti altri, invece, hanno ancora dei messaggi da trasmettere, messaggi importanti.

Potrebbe essere la lettura, il giardinaggio o anche l’attività fisica. Sarebbe bello che scopriste gli interessi di queste persone. E se già li conoscete, vale la pena sostenerli in modo che si dedichino alle loro passioni. Nella fase finale della vita, coltivare una passione o un interesse può essere un vero e proprio sollievo.

Accettare i loro limiti fisici e cognitivi senza giudicare

C’è una “prova” che tutti dovremmo fare. Dovremmo tapparci le orecchie con un batuffolo di cotone, applicare un po’ di vaselina sugli occhi e legare due mattoni alle gambe e poi cercare di vivere così per un’ora. Solo così possiamo capire come si sente una persona anziana. Forse impareremmo ad essere più tolleranti con i limiti degli anziani.

Se andate a passeggio con una persona anziana, seguite il suo ritmo e non siate troppo esigenti. Se non vi sente quando parlate, sforzatevi di parlare più forte e in maniera chiara, invece di rimproverarla se non ci sente. Ascoltate le sue lamentale senza arrabbiarvi e trattatela come vorreste essere trattati alla sua età.

Non bisogna fare caso alle loro manie

Alcune persone anziane possono essere piuttosto capricciose e testarde. A volte possono anche avere un atteggiamento dispettoso o di sfida. Sembra quasi che si comportino come dei bambini. E nel bel mezzo di questo infantilismo tardivo, alcuni adottano anche comportamenti stravaganti.

Ricordate che c’è un motivo che spiega questi comportamenti. Gli anziani vivono cambiamenti molto importanti e devono affrontare l’idea che in pochi anni moriranno. Le loro manie e i loro capricci compensano un sentimento di vulnerabilità o di paura. Non date troppa importanza a questi comportamenti.

I genitori o i nonni sono una grande fonte di saggezza, anche se non hanno imparato a leggere e a scrivere. Ascoltarli e passare del tempo con loro può nutrire il vostro cuore in modo sorprendente. Accogliere la loro vulnerabilità vi renderà persone migliori e darà alla vostra vita un significato più profondo.