Cosa succede quando giudichiamo gli altri?

28 ottobre 2015 in Psicologia 33 Condivisi

 “L’animo tende sempre a giudicare gli altri da se medesimo”

(Giacomo Leopardi)


Anche se non ci crediamo, giudicare gli altri è molto comune. Si tratta di qualcosa di contraddittorio poiché così spesso chiediamo agli altri di smettere di giudicare le nostre azioni. Giudichiamo e veniamo giudicati in continuazione, senza riuscire a evitarlo.

Tuttavia, il dolore provocato dal giudicare è qualcosa su cui dovremmo pensare e riflettere. Dobbiamo guardarci dentro, osservare noi stessi e smettere di investire tanto tempo nello studiare cosa, come e perché gli altri fanno ciò che fanno.

worried girl

Quante volte siete stati giudicati in modo sbagliato? Di sicuro molte. Per questo motivo, dovete evitare di giudicare gli altri. Rispettate ciò che gli altri fanno e dicono, perché forse ciò che criticate tanto, prima o poi sarà qualcosa che farete anche voi. E allora sarete voi a essere giudicati.

Il vostro punto di vista non è l’unico!

Molto spesso non ci permettiamo di metterci nei panni dell’altro. Il nostro punto di vista è l’unico valido e ciò ci impedisce di guardare oltre e comprendere prospettive diverse.

Chi vi dice che il vostro modo di vedere le cose sia quello giusto? Concedetevi di dubitare, accettate il fatto che entrambe le posizioni possono essere corrette e che ciò non rende nessuna delle due migliore dell’altra. Non sempre avete ragione. Forse vi sbagliate e giudicare le azioni degli altri può dimostrarsi un errore.


Quando giudichiamo gli altri,

non conosciamo tutta la storia

che sta dietro a quella persona.


Basta osservare bene se stessi. Quante persone non hanno la più pallida idea di tutte le difficoltà e il dolore che avete dovuto affrontare?

Non cercate di trovare punti di vista migliori o peggiori perché tutti sono validi! Infatti, forse ciò che oggi vi disgusta, domani vi piacerà.

Aprite la vostra mente e permettetele di scoprire nuove prospettive con le quali ampliare la visione del mondo. Iniziate a essere una persona aperta e tollerante. Ciò vi renderà una persona migliore e vi permetterà di capire meglio gli altri.

Le nostre azioni ci definiscono

Quando giudicate qualcuno, state definendo voi stessi. Potete dare la vostra opinione, ma criticare o non comprendere l’altro non serve a niente! State forse facendo qualcosa di buono per loro? Cos’è che volete ottenere davvero?

Quando giudichiamo gli altri, non esiste altro motivo se non quello di mostrare loro come noi vediamo il mondo. Questo è giusto e questo è sbagliato, ma è davvero cosi?

Le differenze non sono negative, bensì qualcosa che ci aiuta ad aprire la mente di fronte a situazioni varie. Non potete pretendere che qualcuno pensi o agisca come voi. Come abbiamo già detto, non esistono opinioni migliori o peggiori.

Giudicare qualcuno può ferire molto quella persona. Pensate a una situazione in cui hanno giudicato voi. Vi è stato d’aiuto? Vi ha fatto sentire meglio? Prendere la strada scelta da loro vi ha reso più felici?

Giudicare fa male e per questo motivo dobbiamo stare molto attenti e abbandonare subito quest’abitudine. Pensiamo di aiutare gli altri quando, in realtà, facciamo loro solo del male. Crediamo di offrire una guida quando in realtà disorientiamo la persona alla quale pensiamo di fare un favore.

giudicare

L’apparenza inganna

Arrivati a questo punto, abbiamo ben chiaro che a volte ciò che noi vediamo non è tutta la verità. Ogni persona è un mondo. Voi stessi, come dicevamo prima, avete vissuto situazioni ed esperienze che vi hanno fatto soffrire e dalle quali avete imparato, ma che nessun altro conosce e capisce.

La stessa cosa vale per gli altri. Hanno una vita che è bella o brutta. Non vogliamo giustificare le loro azioni, ma non vogliamo nemmeno giudicarli. Ognuno di noi ha i propri motivi e, anche se noi non siamo d’accordo, dobbiamo rispettarli. Forse un giorno noi stessi faremo ciò che tanto abbiamo criticato.


“Le persone intraprendono strade diverse alla ricerca della felicità e della realizzazione. Che non abbiano intrapreso la vostra stessa strada non significa che si siano persi”

(Dalai Lama)


Se siete persone che tendono a giudicare gli altri, pensate prima a come vi sentireste voi nell’essere giudicati.

Durante la nostra vita, tutto ciò che ci succede cambia il nostro modo di vedere le cose. Ciò che qualche anno fa consideravamo giusto, oggi può non esserlo più.

principale

Siate flessibili e non giudicate mai. Potete esprimere la vostra opinione, ma senza pretendere che gli altri cambino e inizino a vedere la vita come la vedete voi, soprattutto perché non si tratta dell’unica visione valida.

“Non dobbiamo mai giudicare la vita degli altri,

perché ciascuno conosce il proprio dolore e la propria rinuncia.

Una cosa è pensare di essere sulla strada giusta,

ma tutt’altra è credere che la tua strada sia l’unica”

(Paulo Coelho)

Guarda anche