Come fanno i danesi ad essere così felici?

· 6 novembre 2016

Uno studio ha rivelato che i danesi sono più felici rispetto agli abitanti di qualsiasi altro paese europeo. I danesi lo attribuiscono alla parola “hygge”, che non ha una traduzione diretta in italiano, ma fa riferimento al benessere personale, al poter condividere i bei momenti con i propri cari e godersi i propri spazi.

Non si tratta di dimenticarsi dei problemi né di essere troppo ottimisti, ma di un modo di vedere la vita che permette loro di prendere tutto il meglio di qualsiasi situazione e di focalizzarsi di meno sulle cose negative che li circondano. Hygge significa vivere al massimo!

La lezione danese per essere felici

Non è il clima né la geografia e non ha nemmeno a che fare con il benessere economico o la vita sentimentale. Dell’hygge si può godere tutto l’anno, che voi siate single o sposati, che siate da soli o circondati da amici. È molto più che una situazione specifica, è un modo di godere di ciò che abbiamo.

Quante volte avete ringraziato il fato, l’universo o Dio per tutto ciò che vi circonda? Forse non avrete una macchina all’ultima moda, il lavoro che fate è ben lontano dall’essere quello dei vostri sogni o vorreste avere una relazione, ma non avete ancora trovato l’amore. Eppure, ci sono tantissimi motivi per cui essere felici: avete un veicolo che vi porta dove volete, un lavoro che vi permette di pagare le bollette e che vi dà da mangiare, un gruppo di amici che è accanto a voi anche nei momenti peggiori.

caffe-e-pioggia

Se piove, è perché piove; se fa caldo, è perché fa caldo… Abbiamo sempre un buon motivo per lamentarci o per cercare il lato negativo delle cose. Al contrario, i danesi cercano sempre una ragione per rallegrarsi, sorridere ed essere grati.

Forse penserete che hanno una vita facile, perché non hanno sofferto la crisi economica o perché non devono fare i conti con la disoccupazione, ma dovreste anche sapere che, per esempio, vivere in certe zone del paese li obbliga a passare moltissime ore chiusi in casa durante l’inverno. Eppure, anche così, riescono ad essere felici!

Su cosa si basa il principio dell’hygge?

Prima di tutto, questa parola che si usa con frequenza in Danimarca non ha una traduzione precisa in italiano né in nessun’altra lingua. Potremmo definirlo come “qualcosa di accogliente”, e adesso vi spiegheremo perché.

I danesi fanno riferimento a questo concetto quando si sentono a loro agio o si stanno godendo qualche attività, sia da soli sia in compagnia. Per esempio, preparare una cena per la famiglia, sedersi a leggere un libro vicino al caminetto con una tazza di caffè, indossare un maglione di lana confezionato dalla nonna, vedere un bel film con gli amici, ascoltare della musica mentre la pioggia sbatte sul vetro della finestra…

Queste situazioni così semplici e abituali sono quelle che ci rendono più felici e che hanno la capacità di dare conforto alla nostra anima. Non hanno una relazione con i beni materiali in sé, ma con la sensazione che proviamo quando ci godiamo quei momenti.

leggere

Possiamo provare l’hygge anche se non viviamo in Danimarca?

La risposta a questa domanda è senz’altro un bel Sì! Dipende tutto dal nostro atteggiamento verso ciò che ci circonda e da come impieghiamo i momenti che ci regalano piccole gioie. Il piacere risiede nei minimi dettagli, in quelli che, molte volte, quando siamo occupati, stressati o preoccupati, non riusciamo nemmeno a vedere.

Quando arrivate a casa e siete stanchi dopo il lavoro, fate caso al piacere di togliervi le scarpe e infilare i piedi dentro delle morbide ciabatte. Se i vostri progetti per il weekend vengono rovinati da un temporale, approfittatene per passare la giornata sdraiati sul divano a leggere quel libro che non avete mai iniziato perché non avevate tempo. Quando il vostro partner vi prepara qualcosa di buono per cena, ringraziatelo e assaporate ogni boccone…

Ogni giorno abbiamo la possibilità di godere dei nostri momenti hygge e di essere felici. Non importa quale sia il periodo dell’anno, gli impegni, i problemi o le brutte notizie… Un bel bagno caldo, una tazza del vostro tè preferito, una colazione a letto la domenica mattina, un paio di calzini nuovi o un abbraccio della persona che amate non sono motivi sufficienti per essere felici?

Di sicuro anche voi vivrete molte di queste situazioni meravigliose che vi possono aiutare a stare bene con voi stessi e a irradiare pace e pienezza, senza che ci sia bisogno di andare a vivere a Copenhagen o in un’altra città danese. Vi invitiamo a godere del vostro hygge ogni giorno, perché sono le piccole cose a fare la felicità dell’uomo!