La dissociazione: protezione naturale contro eventi molto stressanti

Cos'è la dissociazione? Quali eventi nel nostro ambiente possono provocarne il verificarsi? Quali sono le sue conseguenze? In questo articolo ve lo diciamo!
La dissociazione: protezione naturale contro eventi molto stressanti

Ultimo aggiornamento: 12 novembre, 2022

Immaginate di perdere tutto nel giro di pochi minuti, che sia qualcuno importante per voi o che sia qualcosa che sfugge al vostro controllo e che vi colpisce direttamente. È difficile sapere come reagiremmo in una situazione del genere. Una di queste reazioni è la dissociazione.

La funzione principale che la dissociazione svolge è quella di proteggere la persona dall’impatto psicologico di un evento altamente stressante e, di conseguenza, di facilitare la nostra stessa sopravvivenza.

Cosa significa dissociarsi?

In psicologia, possiamo definire la dissociazione come l’interruzione o discontinuità quando si tratta di percepire in modo integrato (e, quindi, non dissociato) i seguenti aspetti:

  • Coscienza: come siamo consapevoli della nostra stessa esistenza.
  • Memoria: come ricordiamo gli altri, il mondo e noi stessi.
  • Identità: come ci identifichiamo come esseri individuali, con una mente che è consapevole di sé, ma sa anche di essere diversa dagli altri.
  • Emozione: come ci sentiamo, noi stessi, gli altri e i contesti in cui ci troviamo immersi.
  • Percezione: è il processo di conoscenza del mondo esterno attraverso i nostri sensi.
  • La rappresentazione del nostro corpo.
  • Il nostro controllo motorio e, per estensione, il nostro comportamento.

L’alterazione di queste funzioni può essere:

  • Improvviso o graduale.
  • Temporaneo o cronico.
Donna con dissociazione
La dissociazione è un meccanismo che ci protegge da forti impatti psicologici.

La dissociazione un problema di salute?

Non sempre. La dissociazione non è necessariamente un fenomeno patologico. Parliamo di dissociazione normativa quando intendiamo riferirci a esperienze che implicano dissociazione, ma che sono vissute in modo integrato, anziché separatamente, e hanno l’effetto di diminuire l’intensità di eventi della vita potenti e stressanti in cui possiamo trovarci immersi.

Pertanto, siamo tutti suscettibili di sperimentare episodi dissociativi in risposta a situazioni stressanti. Diamo un’occhiata ad alcuni esempi:

  • Problemi di coppia: discussioni forti e ripetute nel tempo, rotture, situazioni di maltrattamento e abuso.
  • Problemi di salute nelle persone che amiamo: cancro, suicidio di una persona cara, ricoveri urgenti, sparizioni.
  • Incidenti.
  • Stress da lavoro: mobbing, burnout.
  • Catastrofi naturali: inondazioni, terremoti, uragani, vulcani.

Quando il vulcano Cumbre Vieja sull’isola di Gran Canaria è eruttato, c’era molta incertezza, molte popolazioni sono state sfrattate in pochi minuti e molte persone hanno affermato di sentirsi distanti dal proprio corpo, come se fossero osservatori esterni (spersonalizzazione) o sperimentato di sentire il mondo esterno come strano o irreale (derealizzazione).

La dissociazione normativa: alcuni esempi

  • Lasciarsi assorbire da un’attività.
  • Sognare ad occhi aperti.
  • Avere le allucinazioni.
  • Gli automatismi.
  • Soffrire di fenomeni ipnotici.

“A volte sperimentiamo eventi così travolgenti da superare le nostre risorse di coping, la nostra mente non è in grado di elaborare i dati che sta ricevendo e per proteggerci e mitigare il dolore, sorge la dissociazione: ci consente di ridurre l’impatto emotivo del dolore e della paura.”

-Janet-

Una pennellata di evidenza empirica: il fenomeno dell’osservatore nascosto

Parte dell’evidenza empirica a sostegno della dissociazione normativa o non patologica può essere trovata nel fenomeno dell'”osservatore nascosto” (Hilgard, 1997).

Il fenomeno dell’osservatore nascosto è una metafora che si riferisce alla parte della mente che, sotto ipnosi, rimane non ipnotizzata: mantiene intatto il suo funzionamento.

Tuttavia, essere separati (o dissociati) dalla parte ipnotizzata da una barriera amnestica (cioè una parte che non ricorda l’altra) non consente alla persona di essere consapevole del controllo che ha, a meno che non gli venga detto di farlo dandole le istruzioni che le consentono di agire.

Spirale nella mente di una persona
La dissociazione cronica può causare grandi sofferenze.

Come distinguere la dissociazione normativa dalla dissociazione patologica?

In particolare, ciò che differenzia la patologia dalla normalità sono tre fattori : la durata, l’intensità e l’interferenza che produce negli ambiti in cui svolgiamo quotidianamente (lavoro, studio e relazioni interpersonali).

Così, quando è cronica, genera sofferenza e produce un deterioramento significativo della persona, delle sue relazioni o dell’ambiente, possiamo trovarci di fronte a un problema di salute. Alcuni esempi di disturbo dissociativo possono essere trovati qui:

  • Disturbo dissociativo dell’identità (personalità multipla): è l’esistenza di più personalità o identità, in modo tale che solo una di esse si manifesti ogni volta e che prenda il controllo del comportamento della persona.
  • Amnesia dissociativa: è l’incapacità di ricordare importanti informazioni personali e biografiche in risposta a eventi stressanti e che è troppo lunga per poterla attribuire a una specifica dimenticanza.
  • Fuga dissociativa: consiste in viaggi fortuiti lontano da casa o dal luogo abituale in cui viviamo, oltre a presentarsi regolarmente insieme all’incapacità di ricordare il nostro passato (amnesia), e la possibilità di assumere una nuova identità.
  • Disturbo di depersonalizzazione-derealizzazione: è l’alterazione della percezione o esperienza di sé al punto che la persona si sente separata da se stessa, come se fosse un osservatore esterno dei propri processi mentali e del proprio corpo.

Riflessioni conclusive: la dissociazione

Pertanto, possiamo intendere il processo dissociativo come un tentativo da parte della persona di preservare un certo tipo di autocontrollo e sicurezza di fronte a un evento così potentemente stressante da travolgerla, sebbene paradossalmente la dissociazione normativa comporti la perdita del controllo di alcuni funzioni psicologiche e fisiche.

Quando questo tentativo di autoconservazione continua nel tempo, il ruolo inizialmente adattativo e tampone della dissociazione diventa disadattivo, interferendo con importanti sfere del funzionamento quotidiano della persona.

E voi, vi siete mai dissociati?

Potrebbe interessarti ...
La dissociazione: un curioso fenomeno della mente
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
La dissociazione: un curioso fenomeno della mente

La dissociazione è un fenomeno che si riferisce alla disconnessione tra i pensieri, le emozioni, i ricordi e l'identità stessa di una persona.



  • Belloch, A. (2022, 3 octubre). Manual de psicopatología, vol II.
  • José Galdón, S. P. (2003). Revista de psicopatología y psicología clínica, 85-108.