Egocentrismo nell'adolescenza: come affrontarlo

L'adolescenza è una difficile fase della vita in cui si va in cerca di esperienze che sono alla base dei valori che verranno abbracciati da adulti. A causa di questo bisogno, in molte occasioni può prolungarsi o riapparire un egocentrismo che i genitori a volte non riescono a comprendere.
Egocentrismo nell'adolescenza: come affrontarlo

Ultimo aggiornamento: 28 marzo, 2021

L’egocentrismo nell’adolescenza può essere una caratteristica molto marcata. I giovani che hanno appena superato la fase dell’infanzia avvertono il bisogno di distinguersi dagli altri nei loro atteggiamenti. Questo nella maggior parte dei casi li porta a ignorare i pensieri e i sentimenti altrui.

Nell’infanzia, l’egoismo può essere legato alla mancanza di sviluppo della teoria del pensiero. L’egocentrismo nell’adolescenza, d’altra parte, non ha niente a che vedere con l’incapacità di percepire i processi mentali altrui.

Piuttosto, è un modo di affermare la propria indipendenza, essenziale per chi si trova in questa fase. In questo articolo parleremo esattamente del perché di questo fenomeno. E se siete genitori di un adolescente, troverete utili strategie per affrontarlo.

Perché l’egocentrismo si manifesta durante l’adolescenza?

Gli anni della pubertà sono caratterizzati dalla comparsa di molti cambiamenti di ogni genere. L’adolescente sperimenta alterazioni emotive, un ritrovato interesse per il sesso e una grande trasformazione nel modo in cui pensa e vede il mondo.

Il giovane deve scoprire il suo posto nel mondo e sviluppare la propria personalità a partire da ciò che lo circonda. Pertanto, durante questi anni l’interesse per le nuove esperienze viene prolungato dall’infanzia o addirittura intensificato. Tutto ciò, ovviamente, può contribuire all’egocentrismo.

D’altra parte, molti giovani sotto i vent’anni sentono di non essere capiti. Quando cominciano a mettere in discussione il modo di vivere dei loro genitori e degli altri adulti, possono credere che gli altri non riescano a mettersi nei loro panni (il che è vero). Ciò può portarli a chiudersi in se stessi e a diventare poco attenti a ciò che succede intorno a loro.

Ragazza che piange.

Ricerca di attenzione

Un’altra delle motivazioni principali dell’egocentrismo dei giovani è la ricerca di attenzione e approvazione. Sentendosi insicuri del loro posto nel mondo, spesso cercano di compensare questa sensazione impegnandosi in certi comportamenti estremamente tossici. È il caso, per esempio, dell’arroganza.

L’egocentrismo nell’adolescenza, quindi, risponderebbe anche al tentativo di proteggersi dalle opinioni esterne che li mettono a disagio.

Può anche servire come un tentativo di apparire più sicuri di sé di quanto non lo siano in realtà. Questo aspetto, che non necessariamente è un male in primo luogo, può però trasformarsi in un comportamento problematico.

L’egocentrismo nell’adolescenza è una cosa negativa?

Il disinteresse dell’adolescente nei confronti dei sentimenti altrui non è necessariamente un male. È una caratteristica comune a quasi tutte le persone che attraversano questa fase della vita.

Si tratta infatti di una caratteristica di questo momento cruciale che non sempre viene proiettata nel futuro. Tuttavia, nel momento in cui impedisce di funzionare efficacemente in alcune aree, potrebbe essere considerato problematico.

Questo può accadere soprattutto quando i genitori non sanno come frenare la mancanza di empatia di un giovane. In alcuni casi, la famiglia può perfino incoraggiare l’adolescente ad ignorare i bisogni degli altri. Queste situazioni possono portare l’adolescente a cominciare a mostrare comportamenti disadattivi.

Come contrastare un estremo egocentrismo nell’adolescenza

La sfida per i genitori, quindi, è concedere al giovane la libertà di esplorare, ma senza scendere a compromessi. Può sembrare complicato, ma diventa più facile quando si è sufficientemente assertivi.

Un’abilità necessaria per comunicare i propri bisogni e desideri con un’altra persona anche quando può mettere a disagio. Pertanto, è particolarmente utile affrontare con estremo tatto un adolescente vittima dell’egocentrismo.

Cosa implica l’uso dell’assertività in questo caso specifico? L’adolescente ha bisogno di uno spazio per sperimentare le sue idee e per chiarire da solo una buona parte dei suoi dubbi, ha bisogno di percorrere questo cammino, a volte doloroso, verso lo stadio adulto.

In questo modo, i genitori devono conciliare questo spazio con il bisogno di proteggerli, di essere presenti. I genitori che vogliono affrontare l’egocentrismo nell’adolescenza devono anche essere in grado di porre dei limiti e mantenerli quando l’adolescente cerca di superarli. Per poterli mantenere, i genitori dovranno conoscere la ragione di questi limiti: “solo perché lo dico io” non funzionerà.

In questo articolo, avete imparato a riconoscere l’egocentrismo nell’adolescenza, e ora sapete che non deve necessariamente rappresentare un problema (è infatti una caratteristica normale di questa fase). Tuttavia, se i vostri figli mostrano comportamenti problematici, vi consigliamo di consultare un professionista.

Potrebbe interessarti ...
I giganti dell’adolescenza
La Mente è MeravigliosaLeggi in La Mente è Meravigliosa
I giganti dell’adolescenza

Noi adulti incarniamo il popolo, temiamo il gigante e non lo affrontiamo, mentre Davide rappresenta i nostri figli adolescenti, che devono affronta...