Essere emotivamente forti: 7 strategie

31 gennaio 2018 in Emozioni 1869 Condivisi
Cuore con una corda simbolo di essere emotivamente forti

Essere emotivamente forti non ha nulla a che fare con la forza fisica, ma piuttosto con la resistenza, con la capacità di affrontare gli alti e bassi, con una mente flessibile in grado di reinventarsi, di affrontare le sfide con fiducia, con coraggiosa risoluzione. Si tratta di uno strumento prezioso che dobbiamo sviluppare per godere di una migliore qualità di vita.

Disse Lao-Tse, e aveva ragione, che è forte chi vince gli altri, ma è potente colui che è in grado di conquistare sé stesso. Una tale impresa, che lo crediamo o no, può richiedere una vita intera. Anzi, alcune persone avanzano attraverso i loro cicli di vita senza mai raggiungere questo obiettivo, questo principio di crescita personale con il quale ottenere una migliore prospettiva di sé e del mondo che ci circonda.

“Il molle è più forte del duro. L’acqua è più forte della roccia. L’amore è più forte della violenza”.

-Herman Hesse-

Così la forza emotiva ci fornisce adeguate risorse psicologiche per affrontare qualsiasi sfida. Perché questo accada, per essere emotivamente forti, dobbiamo diventare consapevoli di chi desideriamo essere e di quello che vogliamo nella nostra vita. Una volta chiarite le nostre priorità, non lasceremo spazio all’insicurezza o alla resa.

Ragazzo davanti ad un lago che pensa a come essere emotivamente più forte

Come essere emotivamente forti: 7 strategie da mettere in pratica

La forza emotiva non si acquisisce dopo un lungo viaggio o dopo aver intrapreso un’avventura audace in cui trovare un tesoro, un Graal. In realtà essere emotivamente forti richiede solo un adeguato lavoro interiore, un’artigianalità privata, intima e attenta con cui mobilitare adeguate risorse psicologiche.

Vediamo qui di seguito alcuni passaggi con cui riuscirci.

1. Consapevolezza di sé: 20 minuti al giorno di riflessione personale

Così come dedichiamo parte della nostra giornata a fare sport, leggere o guardare la TV, sarebbe opportuno che ci “regalassimo” anche un intervallo di tempo per riflettere, per praticare la consapevolezza di sé.

Per essere emotivamente forti, dobbiamo imparare a prendere le distanze da tutto quello che ci circonda in modo da riconoscere i nostri bisogni, addentrandoci nei nostri labirinti più profondi e percependo chiaramente quello che ci infastidisce, che ci preoccupa e come ci influenzano determinate cose.
Condividere

2. Accettare le emozioni negative

Per molto tempo ci hanno convinti che “dobbiamo essere felici”, ce lo hanno ripetuto così tante volte che alla fine siamo diventati drogati di emozioni positive. Una cosa di questo tipo in qualche modo ci induce a non tollerare o non capire l’oggetto delle emozioni negative.

La tristezza ci blocca, la rabbia ci travolge e ingoiamo una delusione dopo l’altra senza sapere bene cosa fare con tutte queste emozioni negative… Dal canto loro, le persone emotivamente forti accettano queste realtà interiori. Tuttavia, l’accettazione non è sinonimo di resa, ma assunzione di alcuni fatti interiori che bisogna saper gestire e affrontare.

3. Imparare che gli ostacoli non sono muri, bensì sfide

Le risorse psicologiche che dovremo sviluppare per essere emotivamente forti non sono sempre facili o veloci da assorbire. Una terza strategia che può esserci utile è dare un senso diverso agli ostacoli. Parlarne con noi stessi e con gli altri come se fossero sfide e non porte senza uscita o minacce.

A volte ciò che a prima vista sembra un finale non è altro che un invito diretto a creare qualcosa di nuovo, ad attraversare una frontiera che porterà nuove opportunità.

Donna che salta

4. Esigere rispetto altrui

Alcune persone trascorrono gran parte della loro vita nutrendosi di attenzione da parte delle altre persone. Ne hanno bisogno come dell’ossigeno che respirano, altrimenti si sentono impotenti o perse. Godendo dell’approvazione altrui, della compiacenza degli amici e della famiglia, riescono a convalidare sé stessi e ad alimentare la propria autostima. Questa pratica malsana impedisce loro di essere emotivamente forti.

Non abbiamo bisogno di attenzione, ma di rispetto, lo stesso che offriamo agli altri, perché in questo modo avanziamo tutti liberi, persone realizzate che non hanno bisogno che gli altri gli dicano cosa fare o come mostrarsi.

5. Ricordare che il cambiamento è parte della vita

Le persone emotivamente forti sono molto entusiaste. Hanno dentro di sé una forza che le incoraggia a superarsi, a trovare nuove sfide con le quali crescere, a lasciarsi alle spalle gli ambienti tossici, le persone che non contribuiscono al loro benessere.

Il cambiamento è parte della vita e ciò che ristagna, che rimane fermo e intrappolato, finisce per rompersi, per perdere quel meraviglioso entusiasmo. Ricordiamo, quindi, il valore del cambiamento e la necessità di rinnovarsi ogni tanto per essere più forti in tutti i sensi.

6. Imparare a ringraziare

A prima vista potrebbe sembrare un po’ ingenuo o addirittura poco scientifico, ma in realtà ringraziare ogni giorno per ciò che si è ottenuto, per quello che si ha, per ciò che ci circonda, è un esercizio molto sano.

Cercate di tenere un diario della gratitudine, un quaderno in cui riconoscere tutte le cose belle della propria vita, che ci avvolgono e che in qualche modo devono fornirci sempre motivazione e sicurezza.

7. Il giorno migliore per conquistare i nostri sogni è sempre oggi

Essere emotivamente forti vuol dire anche essere in grado di lottare per quello che si desidera senza paura, senza insicurezze, senza dover rinviare a domani le esigenze di oggi. Ammettiamolo, molti di noi si dicono che “un giorno” diranno a quella persona quanto gli piace, “un giorno” chiederanno al loro capo un aumento, “un giorno” faranno quell’incredibile viaggio, “un giorno“…

Ma “un giorno” non compare mai nel calendario. Lasciamo passare il tempo e la vita ci sfugge attraverso i tubi dell’indecisione o della paura. Ne vale la pena? Assolutamente no. Mettiamo insieme fiducia, autostima, determinazione e qualche goccia di coraggio per scalare i nostri sogni, per difendere i nostri bisogni.

Ragazzo con uno zaino che guarda una montagna

In conclusione, essere emotivamente forti è un compito che non finisce mai davvero. Si tratta di un lavoro quotidiano, di un tendine psichico di cui avere cura e da tenere in allenamento in ogni sfida, da applicare in ogni avversità e in ogni sogno. Si tratta di un atto di fiducia verso sé stessi con cui capire che la felicità va allenata, che il benessere va coltivato con amore e amor proprio.

Guarda anche