Fobia sociale: quando l’ansia e la paura controllano le nostre relazioni

17 ottobre 2017 in Emozioni 519 Condivisi
Donna che soffre di fobia sociale e i suoi riflessi

La paura può avere una forza enorme, e a volte è un’emozione necessaria. La paura ci permette di sapere che attorno a noi c’è qualcosa di ostile e di reagire ad esso. Una zebra che non ha paura del predatore che la sta inseguendo, sarebbe una zebra con poche possibilità di sopravvivere.

A volte, però, questa paura si trasforma in un ostacolo, perché i meccanismi che la attivano sono alterati. L’ansia è uno di essi. Si presenta con un’intensa sensazionedi timore e preoccupazione che inizia in presenza di stimoli che in realtà non sono minacce, come avviene nel caso delle fobie.

I ragni, i serpenti, gli ambienti chiusi, l’altezza… ci sono infiniti stimoli dinanzi ai quali reagiamo con una paura irrazionale. Persino le relazioni con gli altri possono far scattare questa paura, una difficoltà che è nota come fobia sociale. Vediamola più nel dettaglio.

“La paura è la cosa di cui bisogna aver più paura”

-Michel de Montaigne-

Cos’è la fobia sociale?

La fobia sociale, o ansia sociale, è un disturbo a causa del quale le persone soffrono di intensi sintomi di ansia quando si trovano in situazioni sociali in cui irrazionalmente temono di sentirsi giudicate, umiliate o ridicolizzate.

Una persona che soffre di fobia sociale non può relazionarsi con normalità né svolgere attività di gruppo, che sia al lavoro, ad una festa o nello sport. Fatica ad agire davanti agli altri, anche se si tratta solo di parlare al telefono, chiedere il conto, mangiare.

Possiamo dire che una persona che soffre di fobia sociale ha una forte paura di relazionarsi.
Condividere

Zombie

Sebbene alcune persone pensino che si tratti di una forma di timidezza, la verità è che la fobia sociale è ben diversa. Una persona timida prova vergogna, a volte paura, ma in forma molto attenuata ed è normale nella maggior parte delle persone. Quando, invece, si soffre di fobia sociale, i sintomi dell’ansia e della paura sono sproporzionatamente intensi e debilitanti.

I sintomi fisici provati da una persona con fobia sociale possono essere rossore, sudorazione eccessiva, malessere e tremore, per arrivare anche a nausea, disturbi gastrointestinali, tachicardia e crisi d’ansia. Questi sintomi, inoltre, non si limitano al momento dell’interazione sociale, in quanto una delle caratteristiche di questo disturbo è un’anticipazione esagerata che porta la persona in questione a vivere in stati ansiosi anche settimane prima dell’evento che deve affrontare.

Il problema, così come per altre fobie, è che in molti casi l’ansia spinge la persona ad evitare le situazioni che la spaventano originando un circolo vizioso nel quale l’obiettivo principale è evitare di relazionarsi.

La fobia sociale impoverisce la vita della persona che ne soffre, le rende difficile la ricerca di lavoro, amici, un partner e molte altre esperienze. Ogni volta che si evita una situazione che può provocare ansia, la paura cresce e si rafforza. L’unico modo per superare la paura è, infatti, affrontarla.

Si può uscire dal circolo vizioso della fobia sociale?

Superare la fobia sociale è possibile, ma così come in altri problemi legati all’ansia, il cammino è lungo e richiede forza e impegno. Riconoscere e accettare il problema è il primo passo, poi nella maggior parte dei casi sarà essenziale cercare l’aiuto di un professionista.

A seguire elenchiamo alcuni trucchi che possono aiutare ad  affrontare e gestire la fobia sociale:

Essere coscienti del problema

Sapere cosa sta succedendo è il primo passo per poterci lavorare. È tuttavia importante avere ben chiaro che noi non siamo il problema, ma che abbiamo un problema. Viviamo tutti momenti di debolezza e di recupero, di virtù e di fragilità. Abbiamo diritto tutti di essere nervosi o di sbagliare, l’importante è dirigersi verso la strada del recupero.

Lavorare sull’autostima e sull’autoaccettazione è fondamentale per superare la fobia sociale, in quanto ci mette in contatto con la nostra essenza e ci permette di conoscere noi stessi. In questo modo sarà più facile accettare quello che succede.

Uomo con fobia sociale su una poltrona in mezzo al mare

Affrontare gradualmente le paure

Passare all’azione è un altro passaggio fondamentale. Per superare una fobia, bisogna affrontare quello che spaventa, ma farlo in modo graduale. Possiamo iniziare ad esercitarci in ambienti non troppo ostili, ad esempio riunioni di famiglia oppure con amici o altri piccoli gruppi.

Un altro modo per progredire è affrontare piccole sfide. Se ci spaventa mangiare in pubblico, proviamo a portare con noi la merenda, finché un giorno ci sentiremo in grado di sederci al parco e mangiarla. Se abbiamo paura di intervenire in classe, iscriviamoci a corsi ai quali sappiamo esserci pochi iscritti per iniziare a interagire poco per volta. Se quello che ci terrorizza è il confronto di opinioni, possiamo iniziare a discutere di qualcosa con un familiare che sia tranquillo.

Il segreto è iniziare un po’ per volta proseguendo verso le situazioni che ci generano più ansia. Tenere una sorta di archivio delle nostre conquiste può motivarci molto.

Coppia di spalle

Imparare a gestire l’ansia

Trovare il proprio modo personale di gestire l’ansia sarà di grande aiuto. Ad esempio, fare sport, meditare, imparare tecniche di rilassamento… Minore sarà l’ansia che proviamo, più sarà semplice affrontarla nei momenti più difficili.

“La paura uccide la mente. La paura è la piccola morte che porta con sé l’annullamento totale. Guarderò in faccia la mia paura. Permetterò che mi calpesti e mi attraversi, e quando sarà passata, non ci sarà più nulla, ci sarò soltanto io”

-Frank Herbert-

Cercare l’aiuto di un professionista

Se sentiamo di non potercela fare da soli o che abbiamo bisogno di un sostegno esterno, non esitiamo a cercare l’aiuto di un professionista. È dimostrato che la psicoterapia cognitivo-comportamentale, in combinazione con lo sviluppo delle abilità sociali e con tecniche di controllo dell’ansia, sia efficace per superare la fobia sociale.

Come abbiamo visto, la fobia sociale è un problema limitante che impoverisce le nostre relazioni, ma possiamo gradualmente superarla se ci sforziamo. Prima di tutto dobbiamo avere il coraggio di provarci.

Guarda anche