Giordano Bruno: le migliori citazioni

8 Marzo 2020
La sua vita e la sua eredità sono un'ode alla libertà di pensiero. Per questo vale la pena di avvicinarci alla filosofia di questo grande pensatore rinascimentale.

Giordano Bruno vide l’universo in modo diverso dai suoi contemporanei, e ciò gli costò la vita. La tragica storia di questo filosofo e poeta rinascimentale contiene saggezza, conoscenza, amore e, purtroppo, morte.

Nato a Napoli nel 1549, entrò molto giovane nell’ordine domenicano. Ammiratore della teologia di san Tommaso d’Aquino e della filosofia aristotelica, si distinse molto presto per il pensiero lucido e la mente razionale.

Giordano Bruno, una vita tragica

Giordano Bruno dovette abbandonare gli studi ad appena 17 anni, con l’accusa di pensiero divergente dalla dottrina cattolica. Sebbene fu ordinato sacerdote nel 1572, presto fu costretto a fuggire per evitare di essere condannato per le sue idee.

Dopo un lungo esilio, durato quasi 20 anni, tornò in Italia nel 1591. La sua filosofia, la sua visione della vita e le sue idee di una terra in un universo infinito pieno di soli e di pianeti lo condussero nel mirino della Santa Inquisizione.

Dopo otto anni di carcere, Giordano Bruno era ancora fedele alle proprie idee. Rifiutò di ritrattare i suoi scritti e fu infine condannato al rogo nell’anno 1600.

Le migliori frasi di Giordano Bruno

Giordano Bruno morì a 51 anni, condannato da una delle istituzioni più potenti del suo tempo, se non la più potente. La sua vita e la sua eredità sono un’ode alla libertà di pensiero. Per questo vale la pena di avvicinarci alla filosofia di questo grande pensatore rinascimentale.

Luce della vita

“Cieco, chi non vede il sole, stolto, chi nol conosce, ingrato, chi nol ringrazia, se tanto è il lume, tanto il bene, tanto il beneficio per cui risplende, per cui eccelle, per cui giova, maestro de’ sensi, padre di sostanze, autor di vita!”

Bruno era cosciente dell’importanza del sole nella vita dell’uomo, e della luce che è imprescindibile. Oggi sappiamo, ad esempio, che la luce solare è una preziosa fonte di vitamina D e che ci rende meno vulnerabili alla depressione.

Dopo la notte più buia, torna sempre la luce

“Io che son ne la notte, aspetto il giorno, e quei che son nel giorno, aspettano la notte; tutto quel ch’è, o è qua o là, o vicino o lungi, o adesso o poi, o presto o tardi. Godete, dunque, e si possete, state sana, ed amate chi v’ama”.

Nel pensiero di Giordano Bruno hanno un importante peso l’integrità e la solidarietà. La sua filosofia è impregnata di spirito rinascimentale, uno spirito più ottimista che si lascia alle spalle la disperazione terrena del medioevo. Il filosofo sente che l’essere umano passa attraverso momenti di oscurità in cui bisogna lottare per non affondare, per poi risalire in superficie quando ritorna la luce.

La complessità degli esseri umani

“In ogni uomo, in ciascuno individuo si contempla un mondo, un universo.”

Uomo del Rinascimento, ma anche umanista in anticipo sui tempi, Bruno vedeva l’essere umano come un’entità complessa, un piccolo universo unico e particolare. Oggi non dubitiamo di questo e abbiamo persino sviluppato la sua idea allargando il concetto di intelligenza nella teoria delle intelligenze multiple.

Il passare del tempo

“Il tempo tutto toglie e tutto dà; ogni cosa si muta, nulla s’annichila.”

Esiste un equilibrio universale? Secondo Bruno, sembra di sì. Le mode sono cambiamenti effimeri, ma alla fine siamo ancora qui. È possibile che nulla muoia? Forse, dal momento che a quattro secoli dalla sua morte, ricordiamo ancora le migliori frasi di Giordano Bruno. Molto è cambiato, ma i suoi insegnamenti non sono andati perduti e sono ancora vivi.

La verità nel firmamento

“Dove dunque era l’Orsa, per ragion del luogo, per esser parte più eminente del cielo, si propone la Verità, la quale è più alta e degna di tutte le cose, anzi la prima, ultima e mezza.”

Giordano Bruno, che scriveva per metafore, associa l’Orsa, la stella più luminosa del firmamento, alla verità, la virtù che dimostra la più alta dignità a cui possa aspirare l’essere umano.

Cielo stellato

Le arti e le scienze secondo Giordano Bruno

“Dove si vede la Lira di nove corde, monta la madre Musa con le nove figlie, Aritmetica, Geometria, Musica, Logica, Poesia, Astrologia, Fisica, Metafisica, Etica.”

Concludiamo con questa bellissima frase che racchiude sotto una sola Musa le arti e le scienze. Sebbene alcune figlie della musa abbiano perso importanza, come la Metafisica o l’Etica, non smette di essere una meravigliosa associazione.