I conflitti più comuni nelle coppie moderne

· 17 Gennaio 2019
Tra i conflitti più comuni nelle coppie moderne spicca la mancanza di realismo, caratteristica che invece possedevano i nonni. L'amore tra due esseri umani non è la risposta a tutto, ma il terreno in cui imparare a donare, crescere e diventare più umani.

I conflitti più comuni nelle coppie moderne sono molto lontani da quelli dei nostri nonni. In soli tre o quattro decenni, le relazioni sono molto cambiate. Sono emerse nuove fonti di conflitto, poiché i ruoli di genere e le strutture familiari hanno subito importanti trasformazioni.

Attualmente sussistono una serie di richieste emotive che prima non esistevano. In passato, i ruoli di amici, coniugi, amanti, partner, ecc. non erano così marcati e fondamentali.

Al giorno d’oggi, invece, è stata installata l’idea che la coppia deve essere un unico insieme. Ciò significa dover essere in grado di rispondere ad aspettative emotive, sessuali, sociali e persino filosofiche. Un impegno che può sopraffare chiunque.

Ecco perché i conflitti più comuni nelle coppie moderne sono principalmente legati ai limiti. C’è confusione su aspetti come il confine tra l’intimità e l’indipendenza, o tra libertà e impegno.

Esiste anche una forte richiesta di appagamento e felicità che, naturalmente, nessuno riesce a soddisfare. Alcuni non si rendono neanche conto che il problema risiede nella richiesta stessa e non nella coppia.

“Non essere amati è una semplice sfortuna; la vera disgrazia è non amare.”

-Albert Camus-

I conflitti più comuni nelle coppie moderne

1. Mancanza di intimità

Sono molte le coppie che vanno dallo psicologo per esporre un problema condiviso: ovvero, non sentirsi capiti dal proprio partner. Nella maggior parte dei casi, il lavoro da svolgere riguarda il miglioramento della comunicazione.

Sembra che attualmente in molte coppie vi sia il timore di esporre i propri punti deboli all’altro. Non si sentono a proprio agio parlando delle loro paure o delle loro debolezze. Né sentono che l’altro è in grado di capirli.

La fiducia non viene coltivata e tutto ciò limita la capacità di impegnarsi in dialoghi sinceri e autentici. L’intimità va in crisi.

Ragazzo triste

2. Controllo

Sebbene, in teoria, oggi vi sia molta più equità nei ruoli di coppia, nella pratica potrebbe non essere così vero. Secondo la psicologa María José Carranza, dell’Università di Barcellona, ​​attualmente nella coppia vengono mantenuti degli schemi molto rigidi. Essi portano alla disuguaglianza e al risentimento.

Tra i conflitti più comuni nelle coppie moderne vi è l’assunzione del controllo assoluto  degli aspetti più importanti della vita di coppia da parte di un membro. Uno prende le decisioni e l’altro lo segue. Oppure, uno protegge e l’altro si lascia proteggere.

Ecco perché è comune che uno dei due finisca per sminuirsi, fino ad arrivare alla depressione, senza nemmeno tentare di cambiare la dinamica del legame.

3. Differenziazione

La differenziazione riguarda il processo di separazione dalla famiglia di origine. Anticamente, prevaleva il principio: “Tra moglie e marito non mettere il dito”. Sebbene esistesse un forte legame con la famiglia allargata, per tutti era chiaro che la nuova coppia che si era unita aveva bisogno dell’indipendenza e di una certa distanza.

Oggi non è più così chiaro. Spesso c’è una partecipazione troppo invadente della famiglia di origine nella formazione e nel destino di una coppia. I fratelli si intromettono, i nonni finiscono per crescere i nipoti, gli zii danno una mano, ecc.

In pratica, non esiste una vera differenziazione dalla famiglia di origine e questo è uno dei conflitti più comuni al giorno d’oggi.

Coppia in crisi

4. Attaccamento

Molte persone raggiungono l’età adulta senza aver elaborato i loro problemi di attaccamento. Nessuno ha un’infanzia perfetta e sono veramente pochi quelli che non si portano dietro i segni di questa tappa.

Può darsi che siamo stati accuditi troppo, in altri casi ci portiamo dietro il trauma del divorzio dei nostri genitori o le conseguenze di un padre assente, ecc. Le possibilità sono tante.

La verità è che ognuno di noi dovrebbe lavorare su questi vuoti o tracce latenti per bilanciare le proprie emozioni, aspettative e rinunce. Ma, dato che ciò non avviene, spesso la coppia finisce per essere l’oggetto in cui vengono proiettate tutte queste incongruenze. E ciò diviene fonte di confusione per entrambi.

Coppia su un ramo

5. Definizione di impegno

Uno degli argomenti che costituisce uno tra i conflitti più comuni nelle coppie moderne. Alcune persone si frequentano e fanno sesso regolarmente, ma non si definiscono impegnate. Altre stanno insieme da anni, hanno figli, ma sono solo fidanzati e ognuno vive a casa propria.

Poi ci sono quelli che si sposano, divorziano, ma continuano ad avere rapporti sessuali occasionali tra di loro.

Definire quale impegno esiste tra due persone è diventato un compito decisamente arduo. Per molti, il problema è la definizione stessa d’impegno. Sostengono che l’ordine e le etichette trasformano la relazione in una minaccia per la libertà.

I conflitti più comuni nelle coppie moderne hanno anche delle conseguenze.  Molte coppie smettono di essere tali. L’amore inteso nel modo più tradizionale in molti casi è rifiutato, quando non detestato.

In questo modo, alcune persone cercano l’impegno dell’altro, la sicurezza di far affidamento nel partner, evitando al contempo di stabilire un legame che corrisponda a questo sentimento.