I generi musicali più popolari

I generi identificano i brani musicali secondo le loro caratteristiche. Permettono inoltre di identificare gli ascoltatori: quali sono i vostri generi preferiti?
I generi musicali più popolari

Scritto da Camila Thomas

Ultimo aggiornamento: 11 novembre, 2022

La musica è una delle manifestazioni artistiche più universali, ci accompagna da sempre e piace a tutti (o quasi). Si collega all’anima, all’universo emotivo. Sicuramente non ascoltiamo le stesse canzoni in un giorno felice e in uno triste. Ci sono generi musicali per tutti i gusti.

La musica è, di fatto, raggruppata in categorie che identificano alcuni brani come appartenenti a una certa tendenza. In realtà, non c’è una formula o un metodo concreto, ma tale classificazione può essere effettuata da diverse prospettive.

Così, è spesso soggettiva e controversa. Di conseguenza, alcuni generi musicali possono sovrapporsi, combinarsi, dare origine a un nuovo genere, ecc. Nelle righe che seguono analizziamo i 14 generi musicali più popolari dell’epoca contemporanea.

I generi musicali più popolari

1. Musica elettronica: Electronic Dance Music (EDM)

Generalmente chiamata EDM, questo genere è prodotto da DJ che aggiungono decine di toni a un brano per creare una musica unica. Possiamo ascoltarli in discoteca o anche dal vivo, a seconda delle possibilità di accesso.

A partire dagli anni ’60, numerosi pionieri del genere sono diventati famosi in tutto il mondo e ancora oggi continuano a influenzare la produzione. Ecco alcuni degli artisti e delle tendenze che, dal nostro punto di vista, occupano una posizione di rilievo:

  • Il Dub giamaicano: è un genere di musica elettronica nato dalla sperimentazione con la musica reggae negli anni ’60.
  • Il gruppo tedesco Kraftwerk, formato nel 1970.
  • L’album musicale di Giorgio Moroder.

Attualmente, i Daft Punk sono uno dei principali gruppi di musica dance elettropop.

Daft Punk.

2. Musica rock

Nata come Rock & Roll negli Stati Uniti, la musica rock ha scosso il mondo negli anni ’50. Evolvendosi molto nel corso degli anni e dando origine a una miriade di sottogeneri da essa derivati, il rock rimane uno dei generi contemporanei per eccellenza.

Un’espressione musicale che ha avuto inizio con strumenti a corda, ma nel tempo sono stati inclusi strumenti più moderni. A causa della grade varietà di generi e varianti del genere stesso, risulta difficile fornire una definizione precisa.

I ritmi forti, i testi selvaggi e l’estetica facilmente identificabile hanno reso il rock uno dei generi più popolari tra i giovani. Soprattutto durante la seconda metà del XX secolo.

Una intera cultura influenzata dalla musica che ha attraversato le frontiere. Il rock è principalmente un atteggiamento e la figura della rockstar è esaltata e compenetrata nella società.

Alcune delle rock star che hanno reso popolare questa cultura musicale sono: Little Richard, Bill Haley e Chuck Berry. Gruppi come Pink Floyd, The Doors, Metallica, Nirvana e Megadeth sono le band moderne che hanno conquistato la cultura rock dei giorni nostri.

3. Jazz

Identificato con lo swing e le blue notes, il Jazz affonda le sue radici sia nella cultura dell’Africa occidentale che in quella europea.

Si dice che il Jazz sia “una delle forme d’arte autentiche degli Stati Uniti” e vanta una combinazione unica di creatività, coercizione e interattività.

Con le sue origini tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo, il Jazz ha anche giocato un ruolo importante nella proiezione mondiale di figure iconiche: Ella Fitzgerald, Betty Carter, Abbey Lincoln e Ethel Waters.

4. Dubstep

Il termine Dubstep ha iniziato a diventare popolare intorno al 2002. È stato coniato da etichette discografiche come Big Apple e Tempa, per differenziare questa tendenza stilistica del remixing dal genere originale, il 2-step.

Il Dubstep è un tipo di musica elettronica che rientra nella categoria della drum & bass. Un genero che ha guadagnato una certa popolarità nei primi anni 2000 a Londra, in Inghilterra.

Si caratterizza per incorporare gli elementi funky del breakbeat o le caratteristiche più oscure della drum and bass nel 2-step stesso.

5. Rhythm and Blues o R&B

Vocalist come Sade, Mariah Carey, Beyoncé o Tina Tuner sono diventate grandi nell’industria musicale grazie alla loro dedizione a questo genere.

Nata negli anni ’40, è una musica afroamericana che combina hip hop, funk, dance, pop e soul. I suoi testi si concentrano su temi come le relazioni, il sesso e la libertà.

È uno dei generi musicali tra i più popolari tra i giovani, il suo boom è iniziato a metà degli anni ’80 e all’inizio degli anni ’90.

Le nuove tendenze, i cambiamenti nel nostro stile di vita e nei costumi hanno avuto come conseguenza la perdita o una leggera decadenza di generi che avevano trionfato anni fa, come la disco music.

In questo modo, l’R&B cominciò a diffondersi nelle discoteche e negli ambienti giovanili. Talvolta, può essere strettamente legato alla musica pop tanto da risultare quasi difficile da identificare.

Beyonce.

6. Techno tra i generi musicali più popolari

La musica Techno ha avuto origine negli Stati Uniti, in particolare nella città di Detroit. L’origine di questo genere è dipeso dall’uso sperimentale del sintetizzatore nella fusione di brani appartenenti a diverse tendenze musicali.

Attualmente, l’uso di una tecnologia più avanzata del vecchio sintetizzatore ha portato all’esistenza di molti stili di techno. Questo genere era originariamente associato a un’estetica definita come afrofuturistica e cyberpunk.

7. Musica Country

Questo è un altro genere popolare di musica americana che ha avuto origine negli anni ’20. La musica country ha le sue radici nella musica popolare americana.

È realizzata con forme semplici di strumenti che vanno dalle chitarre elettriche alla batteria, al mandolino e all’armonica. Alcuni dei musicisti più popolari del genere sono: Johnny Cash, Blake Shelton e Kenny Rogers.

8. Electro tra i generi musicali più popolari

Perfetta combinazione di hip hop e musica elettronica, l’electro o electro-funk utilizza drum machine, vocoder e talkbox. Questo le consente di distinguersi da un’altra forma di musica simile, la musica disco.

Tra i principali artisti che si sono dedicati a questa forma di musica ricordiamo Arthur Baker, Freeez, Man Parrish e Midnight Star.

9. Indie Rock

In realtà rientra nel genere o sottogenere conosciuto come rock alternativo che a sua volta rientra nella categoria del rock.

L’Indie Rock è nato negli anni ’80 e ha gradualmente cambiato l’industria musicale. Uno dei gruppi indie più iconici sono gli Artic Monkeys, senza dimenticare i Franz Ferdinand o The kooks.

Nel giro di un decennio, essa ha dato vita ad altri generi come il math rock, l’emo, il noise pop, il post-rock e il lo-fi.

10. Pop tra i generi musicali più popolari

Pop è un termine che deriva da ‘popular’ e quindi il suo legame con la musica popolare è più che ovvio. Con le sue radici nello stile rock & roll, questo genere può includere qualsiasi forma di musica, da quella urbana e la danza al rock, al country e al latino.

Gli strumenti più utilizzati sono le chitarre elettriche, i sintetizzatori e i bassi. È un genere che è stato molto associato alla pubblicità, è “quella musica che si sente alla radio”.

Alcuni importanti artisti pop sono Britney Spears, Madonna, Lady Gaga e, naturalmente, il “re del pop”, Michael Jackson.

Concerto di Lady Gaga e i generi musicali.

11. Hip-Hop

L’hip hop è più di un genere, è un movimento artistico e culturale americano. È riconosciuto come l’espressione artistica nata alla fine degli anni ’60 nei quartieri popolari di New York.

Nel 2017, per la prima volta, il genere hip hop ha superato il rock come genere più popolare nei gusti dei consumatori, o almeno lo ha fatto secondo il rapporto Nielsen di fine anno dell’industria discografica.

12. Evergreen

A questa classificazione appartengono le canzoni con testi che sfruttano e danno forma a qualcosa di universale e senza tempo.

Ma cosa si intende con ciò? Si può partire da un sentimento, una storia, un messaggio, uno stato d’animo, un’idea… in breve, qualcosa che risuoni generazione dopo generazione.

Il messaggio non è specifico, non è predefinito, non è mirato ad un pubblico preciso, e riflette qualcosa di universalmente riconoscibile.

13. Heavy Metal tra i generi musicali più popolari

Viene chiamato anche semplicemente Metal. Questo genere è nato alla fine degli anni ’60 nel Regno Unito e negli Stati Uniti. Combina elementi di punk rock e rock psichedelico, conferendogli una maggiore carica di aggressività e velocità.

Esponenti famosi dell’Heavy Metal sono i Led Zeppelin, i Deep Purple e gli inglesi Black Sabbath. Oggi, la capitale mondiale dell’heavy metal è la Finlandia, che ha il più alto numero di band heavy metal pro capite del mondo.

Mentre paesi altrettanto influenti nel genere come la Svezia e la Norvegia hanno solo 27 gruppi heavy metal per 100.000 abitanti, la Finlandia ne conta il doppio, 54 gruppi.

14. Musica classica, concerti per pianoforte, sinfonie e opere

In realtà, questo non è un genere contemporaneo, ha secoli di storia alle spalle, ma lo includiamo per la sua immortalità e la sua influenza senza tempo.

Si tratta di musica accademica, della musica dei grandi compositori eseguita da orchestre sinfoniche. Per definizione, la musica classica copre un periodo di tempo che va approssimativamente dall’XI secolo al XIX secolo. Si basa sulla musica liturgica e secolare dell’Occidente.

A causa della crescente professionalizzazione della figura del musicista classico e del compositore, essa è riconosciuta come espressione delle élite colte della società. Tuttavia, è riuscita ad adattarsi e alcuni gruppi di musica popolare, come la band britannica Queen, hanno deciso di fonderla con il rock, con generi più attuali e di avvicinarla alla cultura di massa.

Conclusioni

La musica si adatta, cambia, ma ci accompagna sempre, sopravvive nel tempo ed è capace di produrre brani eterni.

A volte una canzone ci ricorda un certo momento della nostra vita, influenza il nostro umore e il nostro stato emotivo. E voi, in quali generi musicali vi identificate di più?

Potrebbe interessarti ...
Musica e cibo: quale relazione?
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Musica e cibo: quale relazione?

In che modo la musica influisce sul modo in cui mangiamo? Esiste una relazione tra musica e cibo? Scopriamolo in questo articolo.




I contenuti di La mente è Meravigliosa hanno uno scopo puramente informativo ed educativo. Non sostituiscono la diagnosi, la consulenza o il trattamento professionale. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.