Il coraggio di proteggere e amare

20 agosto, 2020
Per proteggere i nostri rapporti, l'affetto non è sufficiente. Il sentimento che non si trasforma in azione non serve a nulla, non arriva e non nutre. Abbiamo bisogno di azioni coraggiose e di cuori impegnati, in grado di capire che amare significa proteggere e anche rimediare ai propri errori.
 

Lasciar andare, saper chiudere capitoli, prendere le distanze da alcune persone e situazioni, tutto questo richiede coraggio. Il coraggio di proteggere, amare, correre ai ripari e tenersi stretto chi si ama.

Non è un compito facile, ma i meccanismi del cuore non ammettono improvvisazioni. Sono necessarie azioni ben pensate per poter dare sempre il meglio di noi.

Un vecchio proverbio dice che le persone inciampano più spesso con la lingua che non con i piedi. Ed è una grande verità: proprio in questo modo finiamo per perdere chi amiamo, e lo facciamo usando un linguaggio inopportuno e con parole mai pronunciate, rimaste soffocate dall’orgoglio o da un’inaccettabile noncuranza.

Proteggere i rapporti è di primaria importanza per la felicità, ma nessuno è esperto in materia e molto spesso commettiamo maldestri errori di cui poi ci pentiamo per tutta la vita.

Amare significa proteggere e proteggere significa saper essere presente con le azioni, con le intenzioni, con le emozioni e con i comportamenti. Tutto questo ha senza dubbio bisogno di grandi dosi di intelligenza emotiva e anche di empatia.

Amiche che parlano felici.
 

Il coraggio di proteggere, amare… Non è sufficiente provarci, bisogna dimostrarlo

In una delle sue favole, Esopo diceva che tutti siamo coraggiosi dalla giusta distanza. Lo è quell’amico che fa un salto per dare una mano nel momento del bisogno. Lo è quel partner che è in grado di vincere tutte le paure e le insicurezze per concedersi fino in fondo e con audacia.

Detto ciò, è chiaro che non abbiamo bisogno di eroi. In tema di affetti non vogliamo né abbiamo bisogno di essere salvati, ma ci aspettiamo che ci provino, che determinazione e coraggio si fondano allo scopo di dare dimostrazioni, proteggere, amare, correre ai ripari…

Sentiamo il desiderio di avere al nostro fianco persone che capiscano che l’affetto deve costruire tutti i giorni un riparo in cui sentirci amati e apprezzati.

Il coraggio ha molte forme, ma solo una vale più delle altre

Il coraggio ha diverse sfaccettature. C’è quello di chi finalmente vince le proprie paure e riesce a uscire dalla sua zona di confort per dimostrare quanto vale e cercare il suo posto nel mondo. C’è quello delle persone che accantonano una situazione che ostacolava il loro benessere per riprendere il controllo della propria vita e della propria identità. D’altra parte, troviamo persone coraggiose in molte professioni. Chi rischia la vita per salvare gli altri, ad esempio.

Sebbene il coraggio si esprima in un’infinità di modi, la sua natura è una sola: deriva dall’amore e dal sostegno, non dal puro egoismo di chi è alla ricerca di fama, di riconoscenza o di un qualsiasi altro tipo di rinforzo esterno.

 

Coraggioso è chi non si lascia intimidire dalle barriere per aiutare gli altri. Coraggioso è chi agisce spinto dai propri valori, osando trasformare la propria realtà per raggiungere il benessere. Perché è bene averlo chiaro, l’amore passa attraverso l’affetto, la protezione, la capacità di rimediare.

Prenderci cura del rapporto con noi stessi, di quel legame che abbiamo con il nostro essere, è l’unico modo per poter dare sempre il meglio a chi ci sta vicino.

Il coraggio di amare è alla base dei rapporti.

Il coraggio di proteggere le relazioni a cui teniamo

La nostra presenza è uno strumento potente per essere d’aiuto agli altri. Poche azioni lasciano il segno come far vedere a quella persona che abbiamo davanti che ci siamo davvero. Che il tempo si ferma quando siamo insieme e che niente conta più di lei in quel preciso momento.

Quello che accade nell’attimo presente condiviso è importante per noi e per questo diamo tutti noi stessi; per questo ci sforziamo di farci sentire con tutte le nostre forze. Esserci per l’altro con la nostra presenza, le nostre emozioni, le nostre parole e la nostra volontà è la base dei rapporti umani. Bisogna dare un senso a quel momento attraverso lo sguardo, l’istinto di protezione e soprattutto comunicando.

 

Il coraggio di saper apprezzare ciò che si ama

Quando diamo valore a ciò che abbiamo, il mondo entra in uno stato di quiete. Non desideriamo altro e non ci manca nulla perché tutti i nostri vuoti sono stati colmati con il benessere, la gratitudine e l’affetto.

Nel momento stesso in cui prendiamo consapevolezza della pienezza della nostra vita e che la felicità si limita alle azioni più banali e al tempo stesso più preziose.

Amare, proteggere, rimediare… Ecco di cosa è fatto il senso di soddisfazione nell’universo dei rapporti e questa è una dimostrazione di coraggio messa in atto da chi è soddisfatto dei propri rapporti affettivi.

Dare supporto a chi amiamo, avere il coraggio di proteggere sempre da ogni parola che diciamo, da ogni decisione, e di rimediare ai nostri errori, fa tutto parte del cammino verso la felicità.