Come il corpo rivela le emozioni che proviamo

· 21 luglio 2017

In quanto individui sociali, diamo molta importanza ai pensieri e alla nostra parte razionale. Spesso releghiamo in secondo piano le emozioni e il corpo. Si sente sempre più parlare di concetti come l’intelligenza emotiva, ma la maggior parte delle persone non presta attenzione al proprio corpo e ai segnali che invia nella vita di tutti i giorni.

E se il corpo fosse un faro che illumina la nostra strada verso le emozioni? Scoprire l’importanza del corpo nella costruzione delle emozioni è importante per potere aumentare la consapevolezza corporea e ridurre le tensioni che dipendono da fattori emotivi.

In che modo le emozioni influenzano il corpo?

Il corpo e le emozioni sono due dimensioni che vanno di pari passo, quando una parla, l’altra reagisce. Numerose ricerche avvalorano la costante relazione tra le emozioni negative e il dolore fisico. Di fatto, è stato dimostrato che si attivano aree del cervello simili quando proviamo un dolore fisico e un dolore emotivo.

Ad esempio, se non riusciamo a gestire l’ira o lo stress lavorativo, questo potrebbe causare una contrattura o una tensione alla mandibola. Sono emozioni represse, che rimangono intrappolate nel corpo in attesa di uscire. Dato che non possono manifestarsi, cercano di esprimersi in qualche modo e lo fanno attraverso la tensione o il malessere fisico.

Il corpo è una mappa che ci aiuta a scoprire cosa stiamo provando. Di sicuro vi sarà successo di sentire un nodo alla gola quando, magari, stavate nascondendo qualcosa al partner oppure avete lamentato nausea e mal di stomaco prima di affrontare un esame. Sono segnali che il corpo ci manda per farci esprimere le nostre emozioni.

Osservate il vostro corpo, ha un messaggio emotivo per voi

Le emozioni urlano a gran voce quando non le ascoltiamo e si trasformano in dolore e sofferenza fisica. Che messaggio vuole trasmetterci il nostro corpo. Alcuni sintomi come mal di testa, difficoltà di respirazione, sensazione di stanchezza, nodo allo stomaco vi sono familiari? Anche se cercate di ignorarle, le sensazioni fisiche sono sempre presenti, anzi, più cercate di non prestarvi attenzione, maggiore sarà l’intensità con cui si manifesteranno.

Molte volte cerchiamo di far tacere questi dolori o sensazioni con pillole e farmaci per alleviare i sintomi anche solo momentaneamente. Non risolvono il problema, però. Sono solo un cerotto su una ferita che non è stata curata, perché le emozioni continuano a non essere espresse nel modo giusto. Non sarebbe meglio dare ascolto al messaggio emotivo che il corpo ci sta inviando?

Immaginate un ragazzo che lavora 15 ore al giorno, è talmente stressato che al mattino si sveglia con il collo contratto. Opta per l’assunzione di un rilassante muscolare e continua a lavorare. Di sicuro, il messaggio che gli sta trasmettendo il corpo è che ha bisogno di fermarsi un attimo, di rallentare il ritmo e di riposarsi. Prestate attenzione al dolore fisico per capire quali sono i bisogni del vostro corpo; se imparerete a gestire le vostre emozioni, starete molto meglio anche a livello fisico.

Il segreto per godere di buona salute è far sì che il corpo si agiti, e la mente riposi.

Vincent Voiture

Ogni emozione è legata ad una sensazione fisica

Approfondiamo ora le sensazioni fisiche generate dalle quattro emozioni principali. Cerchiamo di capire anche come gestire le emozioni perché non sfocino in un dolore fisico intenso.

Paura

È un’emozione che ci avvisa dei possibili pericoli e che ci aiuta ad anticipare e a proteggerci da una minaccia. A livello fisico, la paura si esprime in diversi modi: mal di stomaco, tensione corporea, battito accelerato, sudorazione, senso di pressione al petto, diarrea, alterazioni nell’appetito e insonnia, etc.

Tutte queste condizioni non sono segnali esclusivi della paura, ma quando manifestiamo questa emozione, possono risultare invalidanti.

Se avvertite alcune di queste sensazioni corporee, magari si tratta di paura o di un’altra emozione. Per poter gestire la paura, la cosa migliore è cercare di affrontarla e non evitarla. Ad esempio, se dovete fare una presentazione in pubblico, potete provare a gestire la paura con le tecniche di respirazione e rilassamento.

Rabbia

La rabbia è l’emozione che ci aiuta a passare all’azione e a difendere i nostri diritti quando crediamo ci sia un’ingiustizia. Tra i sintomi fisici più comuni ricordiamo: tensione corporea, respiro accelerato, tensione della mandibola, innalzamento della temperatura corporea, mal di testa, ecc.

Queste sensazioni fisiche possono suggerire frustrazione, dunque è necessario imparare a gestire la rabbia in maniera assertiva perché molte volte la reprimiamo. Ad esempio, se vi dà fastidio che il partner lasci in giro i vestiti sporchi, invece di urlargli contro o non dire nulla, spiegategli con calma come vi sentite.

Allegria

Questa emozione ci aiuta a ristabilire i legami necessari per poter socializzare e condividere la nostra felicità con gli altri. L’allegria presenta sintomi fisici facilmente riconoscibili: sorriso, espansione del petto, risata, apertura corporea, ecc. Ci sono persone che fanno fatica a provare questa emozione, dunque non sanno identificarla.

Concederci il permesso di godere dei piaceri della vita è una scelta sana per il nostro corpo e il nostro benessere psicologico. Ad esempio, potete godervi una giornata in spiaggia anche se non state vivendo un bel periodo o rallegrarvi vedendo il vostro film preferito.

Tristezza

È un’emozione che ci aiuta ad affrontare la perdita e il dolore. Ci invade e ci fa riflettere sul passato e su come sono andate le cose. A livello fisico la tristezza si manifesta con: lacrime, singhiozzo, pressione al petto, respiro corto, mancanza di appetito, ecc. Sensazioni che tutti in un certo momento della nostra vita abbiamo provato.

Se la tristezza non viene espressa, può diventare un peso insopportabile per il corpo. Ad esempio, se non avete pianto la morte di una persona cara o non avete condiviso il vostro dolore con nessuno, la tristezza può manifestarsi sotto forma di mal di schiena o dolori in altre parti del corpo.

Il corpo è saggio e sa di cosa abbiamo bisogno

Se imparate a gestire le vostre emozioni in maniera sana, potrete ascoltare e capire il messaggio che il vostro corpo vi sta inviando. Identificate le emozioni associate ai sintomi fisici e imparate a gestirle perché non diventino dolori fisici insopportabili. Il vostro corpo vi aiuta a conoscervi meglio se imparate ad interpretarne i messaggi emotivi nascosti e gli date ciò di cui ha bisogno (risposo, attenzione, esercizio, ecc.).

Basta solo spostare lo sguardo sul corpo per renderlo una parte importante della vita. Il vostro corpo è saggio e sa di cosa avete bisogno. Se vi prendete cura del vostro corpo, curerete anche le vostre emozioni. Ricordate che vivrete tutta la vita con il vostro corpo, quindi vale la pena prestargli attenzione e dargli le giuste cure. In questo modo, non solo migliorerete la vostra intelligenza emotiva, ma anche la consapevolezza corporea.