Imparare dalla psicologia felina

· 30 gennaio 2015

Sono stati venerati e ammirati da grandi culture. Napoleone li ha portati dall’Egitto per porre fine al problema dei topi e di altre bestiacce portatrici di malattie infettive e da allora sono diventati quei silenziosi compagni dallo sguardo sovrannaturale e dalla sottile astuzia da cui possiamo apprendere molto. Come ha già detto Albert Einstein: “Non ho particolari talenti, sono solo appassionatamente curioso”.

1. La curiosità non ha ucciso il gatto

Assolutamente. La curiosità è quel valore che ci fa crescere come esseri viventi, ampliando i saperi ed esplorando opzioni o cammini in base alle nostre necessità. Non è comune vedere un gatto timoroso a cui non piaccia osservare fuori dalla finestra. Se guardiamo il mondo con timore o se smettiamo di fare esperienze per paura delle conseguenze, questo piccolo cacciatore che abbiamo dentro di noi smetterà di aprire tutte le porte che di tanto in tanto ci offre la vita. Bisogna avere il coraggio di esplorare con la circospezione e la cautela di un felino. A volte le conseguenze possono portare a grandi scoperte.

2. Piccoli negoziatori

I gatti non si sottomettono, bensì negoziano e ci accettano se noi accettiamo loro. Più semplice di così? È difficile ottenere il loro affetto con minacce o colpi, a volte neanche con ordini puntuali. I felini richiedono una dose di pazienza, una spennellata di comprensione e un mondo di affetto. Una volta instaurato il vincolo, la loro fedeltà sarà assoluta. Il modo di trattare un gatto è una semplice metafora del rispetto e della tolleranza che tutti gli esseri umani dovrebbero tenere in considerazione, spesso avvolti nei nostri micromondi fatti di fretta e competizione.

3. Senso dell’opportunità

Un’altra caratteristica di questi animali è senza dubbio la loro abilità di rincorrere quello che desiderano: sono pazienti, meticolosi e sanno come valutare i rischi per rigirarli a loro favore. Tutti abbiamo delle opportunità durante le nostre vite, ma il fattore principale è di sicuro saperle riconoscere e spiegare tutte le capacità e gli strumenti a nostra disposizione per poterle raggiungere.

Se analizziamo un po’ perché ci siamo fatti scappare quel “momento” da cui avremmo tratto beneficio, sia per mancanza di iniziativa che per non aver saputo riconoscere l’opportunità, spunta spesso come causa il fattore paura. È importante dunque stare attenti, svegli, mantenendo perfette le nostre armi migliori e quella sicurezza felina che permette di mettere le grinfie su qualsiasi occasione in cerca di riconoscimenti.

4. Stile di vita: serenità

I felini sono avidi cacciatori che sanno riconoscere molto bene il momento in cui riposarsi. Ogni traguardo richiede una dose di energia che bisogna saper canalizzare nel modo ottimale per non soffrire di sovraccarichi. Per questo guardiamo con ammirazione i felini. Perché i gatti infondono tanta tranquillità? Quando si riposano lo fanno in maniera assoluta e sembra che non sprechino mai le loro energie inutilmente.

Il gatto vive per sé stesso ed è senza alcun dubbio una creatura speciale da cui apprendere qualcosa ogni giorno.