Invecchiare senza diventare vecchi

28 Ottobre 2019
Perché alcune persone sembrano portare il carico di ogni anno che passa come se fosse un pesante fardello, mentre altre continuano a compiere gli anni senza sentirsi vecchie? Analizziamo le differenze tra invecchiare e diventare vecchi.

Perché alcune persone sembrano invecchiare meglio di altre? A volte attribuiamo tale differenza alla salute o alla stabilità economica. Tuttavia, spesso c’è un dettaglio che trascuriamo ed è che invecchiare e diventare vecchi sono due cose distinte.

Non sembra che la vera risposta si trovi nella salute o nello status economico. Non c’è dubbio che questi elementi siano d’aiuto, ma molte persone che godono di entrambe le condizioni di vita sembrano vivere un’esistenza molto infelice rispetto ad altre che affrontano sfide importanti in entrambi gli aspetti.

Le persone che invecchiano con uno spirito giovanile non si sentono vecchie. Anzi, molte di loro si lamentano del fatto di dover condividere attività, costumi e abitudini che appartengono agli anziani. Questo – al di là del sorriso che può risvegliare in noi – è una realtà che cambia del tutto il modo di intendere l’invecchiamento.

Invecchiare bene e coppia di anziani

Non tutti gli anziani si sentono vecchi

Mio padre era una persona incapace di sentirsi vecchio. Fino al giorno prima della sua morte aveva progetti, studiava e faceva attività da completare a lungo termine e che arricchivano i suoi giorni.

Non l’ho mai visto arrendersi davanti a un limite né alle sconfitte imposte dall’età, a quel deterioramento fisico che tutti soffriamo con lo scorrere del tempo. Non amava la compagnia di tante persone sue coetanee, perché diceva che erano diventate vecchie. E questo mi faceva sorridere.

Nemmeno la malattia è riuscita a cambiare il suo atteggiamento. Un problema cardiaco che lo ha tormentato negli ultimi anni di vita e che gli ha dato molte preoccupazioni. L’ha sempre affrontato con un eccellente senso dell’umorismo e non ha mai permesso che la malattia si espandesse tanto da occupare ogni angolo della sua vita.

Riflettendo su questo modo di non arrendersi ai limiti, mi rendo conto che aveva sempre fatto parte di lui. Non si è mai sentito a suo agio con le persone della sua età. Mio padre si è sempre circondato di gente giovane. Era diventato un mentore per molti giovani che si sentivano attratti dall’aviazione, condividendo esperienze e formando molti di loro.

I miei ricordi dell’infanzia in famiglia assomigliano molto a quelli scolastici. Era sempre ricca di persone giovani, piene di vitalità, dalle menti brillanti, desiderose di imparare, con grandi piani per il futuro e con mio padre sempre circondato da loro, pieno di passione e di voglia di insegnare agli altri ciò che a lui piaceva tanto fare. Con l’età, questo aspetto non è cambiato e forse è il modo migliore di invecchiare per invecchiare e, senza dubbio, il miglior modello.

Perché si invecchia male?

Questa è una domanda a cui è difficile dare risposta. Quel che è certo è che le persone non cambiano molto quando invecchiano. Succede invece che, forse, ci avviciniamo di più al nostro vero Io. Forse non abbiamo più energie a sufficienza per nasconderlo.

In molti casi, le persone che invecchiano sono vittime del loro stesso cattivo umore, della mancanza di empatia, sono piene di rancore e di frustrazioni, non sono che un riflesso del modo in cui hanno vissuto. Probabilmente, il più delle volte erano già così, ancor prima di diventare adulti. Solo che man mano diventa sempre più difficile nascondere la propria natura e questa si riflette in tutti gli aspetti della nostra vita.

Invecchiare sentendosi giovani

Ci sono alcuni schemi e qualità che sembrano essere comuni nelle persone che pur invecchiando continuano a sentirsi giovani. In queste linee generali sembra risiedere la vera differenza tra invecchiare e sentirsi vecchi.

Possiamo evitare di invecchiare anzitempo? Possiamo invecchiare senza per questo sentirci vecchi? Qual è il segreto delle persone anziane che godono di vite ricche di significato, complete e appaganti? Abbiamo alcuni indizi che i nostri anziani più vivaci ci hanno tramandato.

Coppia di anziani si diverte

I segreti

Preservare la passione, lo sguardo verso l’orizzonte, sembra essere un punto chiave. Optare per attività che ci motivino, che ci trasmettano emozioni. Essere creativi, aiutare nel sociale, impegnarsi e seguire un’agenda di attività quotidiane.

Mantenere e costruire relazioni sane intorno a noi. La famiglia è importante, è vero, ma instaurare rapporti di amicizia che durino nel tempo è una garanzia di futuro benessere emotivo. Anche l’altruismo è una qualità comune che condividono gli anziani che invecchiano bene.

Aiutare gli altri ci dona un senso di appartenenza, che la vita abbia valore perché è utile per qualcuno. Essere in grado di aiutare gli altri si riflette positivamente sull’autostima.

Inoltre, i nostri anziani-giovani condividono una passione per il divertimento e per il senso dell’umorismo. Divertirsi non ha età e il sorriso è fonte di vitalità. Nutrire il senso dell’umorismo è un modo fantastico per tenere allenato il cervello.

Le convinzioni, i valori personali, le pratiche spirituali. Concetti assolutamente personali che sono il riflesso dei nostri valori, ognuno nel modo che più si adatta a se stesso. Quest’ultima sembra essere una fonte ineguagliabile di ringiovanimento.

Invecchiare o diventare vecchi: una vera sfida

Non possiamo sviluppare a una certa età queste qualità che sembrano indicare le grandi differenze tra invecchiare e diventare vecchi. Non ce ne accorgiamo, ma tutti noi invecchiamo un po’ ogni giorno.

Il modo in cui stiamo vivendo oggi le nostre vite, il modo in cui ci sentiamo oggi, nella nostra pelle, è ciò che deciderà, in un certo qual modo, se riusciremo a goderci la nostra vecchiaia o se, invece, ne soffriremo. Siete pronti per questa sfida?

Grover, Sean (2015) Aging vs. Growing Old? What’s the Difference? Sean Grover blog. Recuperado de http://www.seangrover.com/how-to-age-without-growing-old/

Singh, A., & Misra, N. (2009). Loneliness, depression and sociability in old age. Industrial psychiatry journal, 18(1), 51–55. doi:10.4103/0972-6748.57861

Musich, S., Wang, S. S., Kraemer, S., Hawkins, K., & Wicker, E. (2018). Purpose in Life and Positive Health Outcomes Among Older Adults. Population health management, 21(2), 139–147. doi:10.1089/pop.2017.0063