La paura di agire ci paralizza

7 Aprile 2019
Agire è fondamentale per poter vivere come vogliamo e impedire agli altri di prendere il controllo della nostra vita.

Abbiamo tutti qualche paura che ci impedisce di agire: tra le tante, essere lasciati dal proprio partner, perdere il lavoro o avere un incidente. In esse soggiaciono, in maniera indiretta, una serie di atteggiamenti che mantengono viva e presente la paura di agire.

Quando temiamo qualcosa, finiamo in un modo o nell’altro per attirarlo. Ad esempio, se temiamo di essere abbandonati da qualcuno, troveremo amici o partner che ci faranno rivivere continuamente la sensazione di abbandono.

Il solo pensiero della manifestazione delle paure più profonde può arrivare a paralizzarci o farci pensare di essere nati sfortunati. Da qui, nasce la paura di agire e di andare oltre, di uscire dalla situazione in cui il timore e l’insicurezza controllano le nostre vite.

Anticipare gli eventi e la paura di agire

Vivere nella paura vuol dire anticipare gli eventi. In questo senso, immaginiamo quello che può accaderci in futuro. Finiamo per pensare a cose come “So che questo lavoro non durerà a lungo”, “Alla fine troverà qualcuno che gli piace più di me” o “Non riuscirò a farlo da solo. Non funzionerà mai. ”

“Se credi di sapere già tutto, non hai imparato nulla.”

-Alfredo Vela-

Uomo in un tunnel

Con tutte queste premesse è molto difficile riuscire ad agire. La conseguenza peggiore è che possiamo finire per sentirci bloccati a causa dei limiti che ci siamo imposti. Barriere che abbiamo alzato nel tempo, al punto tale da rendere la nostra zona di comfort uno spazio angusto.

Vivere nella paura costante è una percezione personale. Non è reale. Ipotizziamo e cerchiamo di immaginare cosa potrebbe accaderci se prendessimo certe decisioni o quello che accadrebbe se lasciassimo la nostra zona di comfort. Ma ciò non potrà mai avere un esito felice, dato che ci porta ad avventurarci in territori colmi di insicurezze che non aspettano altro che manifestarsi per darci ragione.

Agire è fondamentale

Agire è fondamentale. Dalle cose basilari come decidere cosa vogliamo studiare, a quale professione vogliamo svolgere nella vita o se vogliamo o meno un partner. Perché se abbiamo così tanta paura e ci risulta così difficile prendere delle decisioni ora, come potremmo riuscirci nel momento in cui non avremo altra scelta?

È questo il momenti in cui commettiamo gli errori più grandi. Aspettare fino all’ultimo momento per prendere una decisione può portarci a scegliere male. Allo stesso modo, la troppa paura di agire, può indurci a lasciare agli altri il compito di prendere le decisioni per noi. E questo è un grave errore.

Se ci riconosciamo in queste caratteristiche e nella difficoltà di prendere provvedimenti, dovremmo anche riconoscere il nostro tentativo costante di avere tutto sotto controllo. Ci appare come qualcosa di necessario. Tuttavia, per quanto lo vorremmo, è del tutto impossibile.

Ragazzo che salta

Immaginiamo di arrivare al lavoro una mattina e scoprire di essere stati licenziati senza preavviso. Non sapremmo, come agire, che cosa fare. Allo stesso modo accadrebbe se, un giorno, il nostro partner ci dicesse che non vuole stare più con noi. Per le persone che hanno difficoltà a decidere e agire, le sorprese non saranno mai ben accette.

“Attenti alle situazioni impreviste. Esse, spesso, racchiudono grandi opportunità “.

-Joseph Pulitzer-

Ma anche quando ce ne restiamo immobili e al sicuro nella nostra zona di comfort, succede qualcosa. A poco a poco quella paura che ci tiene in una morsa, inizia a consumarci dall’interno. Possiamo notarlo nei dubbi che ci assalgono costantemente o nelle insicurezze che ci impediscono di raggiungere qualsiasi tipo di successo, anche se avremmo tutte le carte in regola per ottenerlo.

Conclusioni

Agire è fondamentale per poter vivere come vogliamo e impedire agli altri di prendere il controllo della nostra vita. Tutti abbiamo delle paure, ma possiamo anche superarle. Oltretutto, invece di permettere esse di limitarci, possiamo utilizzarle a nostro vantaggio. Come? Usando la stessa forza che hanno nel farci tremare, dubitare e desiderare di scappare, per spingerci ad agire.

Permettendoci di decidere senza dare priorità alle paure nella nostra mente. Perché esse, possono avere forza solo fino a quando non iniziamo ad agire.