La paura di invecchiare

· 26 aprile 2016

Woody Allen, con il suo solito umorismo e la sua intelligenza, ha detto che la vita è una malattia ereditaria mortale che si trasmette per via sessuale. Questa frase esemplifica in maniera piuttosto veritiera cosa significhi invecchiare e quanto sia contro natura lottare per rallentare il tempo per paura dell’invecchiamento.

Negli ultimi anni sta ormai dilagando il fenomeno della chirurgia estetica, con la quale si cerca di cancellare le rughe e i segni evidenti del passare degli anni, il tutto soltanto per paura. E se invece ci accettassimo così come siamo e pensassimo a trarre il meglio da ogni singolo momento, anziché pensare al nostro aspetto?

Naturalmente è importante prendersi cura di sé, mangiare in modo sano e fare sport, eppure sono tantissimi gli attori e le attrici che, a forza di ritoccare il loro volto per apparire più giovani, sembrano ormai un’altra persona, perdendo completamente la loro identità. Perché abbiamo così tanta paura di invecchiare?

 “Niente ci fa invecchiare più rapidamente che pensare incessantemente che stiamo diventando vecchi”

-Georg Christoph Lichtenberg-

Arriva per tutti il momento in cui, camminando per strada, un adolescente ci chiede qualcosa rivolgendosi a noi con il termine “signore” o “signora”. In un secondo tutto è cambiato, poiché diveniamo consapevoli dell’avanzare del tempo, del fatto che ormai non siamo più i giovani che credevamo, anche se dentro di noi regna intatto uno spirito giovanile.

Gerascofobia, la paura di invecchiare

Una fobia è una paura irrazionale che può arrivare ad avere conseguenze sulla qualità di vita di una persona, generando un costante clima di ansia. Le persone affette da gerascofobia, hanno paura di invecchiare e vivono nel terrore dei segni del degrado che, con il passare del tempo, si fa sempre più evidente.

Questo fenomeno avviene perché spesso si tende ad associare la vecchiaia ad aspetti negativi quali malattie, perdita della mobilità, un diverso aspetto e la comparsa di rughe sul volto, oltre ad un generale peggioramento dello stato di salute.

donna-allo-specchio-rughe

La gerascofobia si presenta di norma intorno ai trent’anni, in concomitanza con l’apparire dei primi segni dello scorrere del tempo, arrivando a generare in alcuni casi una forte ansia. Dietro alla paura di invecchiare, è possibile risalire a molte cause, come la tendenza ad associare la vecchiaia soltanto ad aspetti negativi, dimenticandosi dell’apprendimento e della saggezza che si possono acquisire soltanto con il passare del tempo.

Una causa della geracofobia può essere legata alle immagini con cui i mezzi d’informazione ci bombardano costantemente e al valore che la nostra società attribuisce alla gioventù. Ma la causa più importante è forse la paura di rimanere soli e indifesi durante gli ultimi anni della nostra vita.

Ragioni per non temere lo scorrere del tempo

Non c’è alcun dubbio sul fatto che il passare degli anni porti con sé una saggezza ed un livello di esperienza che non potrebbero essere acquisiti in altro modo. Si tratta di aspetti estremamente positivi ai quali è bene attribuire il giusto valore, essendo questi i motivi per cui bisognerebbe festeggiare ogni volta che si compiono gli anni.

Di seguito vi proponiamo alcuni motivi per non aver paura dello scorrere del tempo ed incitarvi a guardare il lato positivo di questa splendida fase della vita.

Il valore della saggezza

Con il passare degli anni, acquisiamo esperienza ed abilità che ci consentono di affrontare al meglio gli alti e i bassi della vita. La saggezza derivata dallo scorrere del tempo ci permette di prendere decisioni, superare paure e conservare la serenità di fronte alle situazioni più complicate.

 “Ci invecchia di più la codardia che il tempo, gli anni raggrinziscono solo la pelle, mentre la paura raggrinzisce l’anima”

-Facundo Cabral-

Imparare a scoprire chi siamo

Grazie alle esperienze acquisite durante tutta la nostra vita, impariamo a capire chi siamo,  a conoscerci e a saper gestire i nostri pregi e i nostri difetti. Impariamo ad accrescere la nostra autenticità perché ci lasciamo alle spalle la paura di quello che gli altri diranno o penseranno. Conoscere a fondo se stessi è uno dei compiti più ardui della propria esistenza, ma al tempo stesso è uno dei più gratificanti.

donna-anziana

Sentirsi a proprio agio

Quando si è giovani , si tiene particolarmente al proprio aspetto, a ciò che si dice e si fa. Con il passare del tempo, però, impariamo ad amarci e ad apprezzarci, a vivere in pace con noi stessi. La nostra autostima si rafforza ed impariamo a rispettare pienamente noi stessi fino a raggiungere uno stato di agio e benessere.

 “La maggior salvezza che sia, è conoscere se stesso.”

-Galileo Galilei-