Le brave persone: 5 tratti

Non si nasce brave persone, lo si diventa. I loro pilastri sono umiltà, benevolenza e sincerità, tra gli altri. Vi invitiamo a scoprirli in questo articolo.
Le brave persone: 5 tratti

Ultimo aggiornamento: 11 marzo, 2022

Non si nasce brave persone, lo si diventa. Per esserlo, bisogna desiderarlo e fare uno sforzo per prendere decisioni coerenti con quel desiderio. Non importa a che punto ci troviamo nella nostra vita, possiamo sempre decidere di cambiare ed essere una brava persona.

In questo articolo esamineremo 5 tratti che caratterizzano le brave persone. È necessario chiarire che non sono le uniche caratteristiche, ma le più eccezionali.

Essere buoni comprende un insieme di comportamenti e valori che possono essere rilevati in diverse situazioni.

Mani margherita gialla.

I tratti delle brave persone

Quali tratti contraddistinguono le brave persone? In una ricerca interculturale, condotta da Smith et al. (2007), sono stati raccolti prototipi dell’idea di “brava persona”.

I ricercatori hanno scoperto che la bontà, il conformismo e il tradizionalismo sono i tratti più spesso attribuiti alle brave persone.

1. Bontà

Una brava persona è caratterizzata dalla ricerca del benessere delle persone con cui ha contatti. La sua intenzione è quella di preservare e rafforzare il benessere delle persone con cui ha contatti (Smith et al., 2007).

La persona benevola è in grado di uscire dalla bolla del sé per pensare agli altri, al loro benessere, alla loro qualità di vita e ai loro bisogni.

Questo tratto è importante non solo per le nostre relazioni interpersonali quotidiane, ma anche per la società in generale.

La disposizione umana a essere benevola è essenziale per la nostra natura ed è il fondamento per la vita nella società ( Pinedo, 2018). Se vogliamo essere brave persone, dobbiamo iniziare a coltivare la benevolenza nella nostra vita quotidiana.

2. Conformismo

Quando diciamo che le brave persone si conformano, non intendiamo che siano conformiste o che semplicemente si accodino alle opinioni del gruppo.

Quando parliamo di conformismo, ci riferiamo alla capacità che hanno di moderare le proprie azioni, inclinazioni e impulsi in modo da non offendere o danneggiare gli altri o violare le aspettative o le norme sociali (Schwartz, 1992).

La moderazione della brava persona si manifesta nelle sue azioni e nel suo rapporto con i piaceri. L’uomo moderato non è moderato in tutti gli appetiti, ma riguardo agli oggetti dei sensi del gusto e del tatto (Giraldo, 2015). La moderazione porta le persone a evitare gli estremi e a mantenere un equilibrio nelle loro azioni.

Pietra con uccellino.

3. Tradizionalismo

Schwartz et al. (2000) definisce tradizionalismo il rispetto, l’impegno e l’accettazione dei costumi e delle idee proposte dalla tradizione culturale.

Le brave persone hanno un profondo rispetto per le usanze culturali in base alle quali sono cresciute. Il loro impegno per la loro cultura li porta a cercare sempre il meglio per essa.

Sappiamo che le brave persone rispettano la tradizione. Ma cos’è la tradizione? In fondo, è una costruzione sociale che cambia temporaneamente da una generazione all’altra.

La tradizione varia all’interno di ogni cultura, nel tempo e secondo i gruppi sociali; e tra culture diverse (Arévalo, 2004). La brava persona sa capire questi cambiamenti, li accetta e vi si impegna alla ricerca del meglio.

4. Sincerità, un tratto delle brave persone

Le brave persone sono caratterizzate dall’essere sincere. Sebbene non siano solo sinceri, sono molto empatici quando dicono la verità. Ci sono molte persone sincere, ma in modo scortese e offensivo.

Le brave persone non sono indifferenti ai sentimenti che suscitano dicendo la verità. Sono molto attente a non offendere o ferire dicendo la verità.

La persona sincera esprime con assoluta verità e assertività quello che prova. La sincerità è un valore importante per le brave persone, poiché attraverso di essa possono avere migliori relazioni, rispettando gli altri e se stesse.

Protezione tra le brave persone.

5. Umiltà

Le brave persone sono umili. Non si sentono mai superiori agli altri e non li disprezzeranno. Riconoscono che ognuno ha i propri progetti e obiettivi, quindi rispettano il successo altrui e non lo ostacolano.

L’umiltà di queste persone le porta a essere semplici. Godono delle piccole cose della vita e della compagnia dei loro cari. Nella semplicità della vita trovano la felicità e la tranquillità.

Conclusioni sulle brave persone

Le brave persone possiedono diverse virtù che le aiutano a coltivare una vita preziosa, non solo per se stesse, ma per gli altri.

Essere buoni non significa solo smettere di fare il male o evitare di cadere in esso, è la volontà di agire attivamente cercando sempre di favorire lo sviluppo a tutti i livelli.

This might interest you...
Persone che parlano male degli altri
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Persone che parlano male degli altri

Capita di essere confidenti e amici di persone che parlano male degli altri, come se un potere divino avesse dato loro quell'autorità.



  • Arévalo, J. M. (2004). La tradición, el patrimonio y la identidad. Revista de estudios extremeños60(3), 925-956.
  • Caballo, V. E. (1983). Asertividad: definiciones y dimensiones. Estudios de psicología4(13), 51-62.
  • Giraldo, L. F. G. (2015). La virtud aristotélica como camino de excelencia humana y las acciones para alcanzarla. Discusiones filosóficas16(27), 127-146.
  • Pinedo, I. (2018). De la benevolencia a la ciudadanía compasiva: la recuperación de conceptos claves para el cultivo de la democracia. Límite (Arica)13(41), 29-45.
  • Smith, K. D., Smith, S. T. y Christopher, J. C. (2007). What defines the good person? Cross-cultural comparisons of experts’ models with lay prototypes. Journal of Cross-Cultural Psychology38(3), 333-360.
  • Schwartz, S. H., Sagiv, L., & Boehnke, K. (2000). Worries and values. Journal of personality68(2), 309-346.
  • Schwartz, S. H. (1992). Universals in the content and structure of values: Theoretical advances and empirical tests in 20 countries. In Advances in experimental social psychology(Vol. 25, pp. 1-65). Academic Press