Le illusioni fanno bene alla salute

15 Febbraio 2020
Secondo alcuni studi, le illusioni e i sogni fanno bene alle nostre abilità cognitive e ci aiutano a pianificare il futuro, vivendo al meglio il presente.

Cosa saremmo senza le nostre illusioni? Creiamo illusioni di qualsiasi tipo e “povero” chi non ne ha. Le illusioni sono desideri che vanno di pari passo con la speranza che prendano forma. A questo proposito, recenti studi hanno dimostrato che avere illusioni avrebbe un impatto decisamente positivo sulla nostra salute.

A proposito di questo specifico argomento, Alvaro Pascual-Leone, professore della cattedra di Neurologia della scuola di medicina di Harvard, una volta ottenuti i risultati del suo studio, ha concluso quanto segue: “Avere un progetto di vita, un obiettivo nella vita che vada oltre se stessi e che dia grandi soddisfazioni derivanti dagli sforzi per raggiungerlo, fa bene al cervello e alla salute in generale”.

Sembra che avere delle aspettative o un progetto di vita aumenti le riserve cognitive. Una riserva cognitiva – ovvero la capacità del cervello di affrontare le sfide a un livello in cui le nostre capacità vengono messe alla prova- è strettamente associata all’adattabilità al cambiamento, alla novità e all’incertezza.

L’illusione è il primo dei piaceri.

-Voltaire-

Ma di che tipo di illusioni stiamo parlando?

Si tratta di aspirazioni o di un motivo importante, ciò che ci motiva ad andare avanti. Per una persona, la ragione per alzarsi dal letto al mattino può essere rappresentata dai suoi figli o i nipoti; per un’altra può essere il lavoro che svolge o la religione…

Sono di diversa natura, personali o collettive, e possono mutare con lo scorrere del tempo. Quel che non cambia è la soddisfazione che risvegliano in noi una volta realizzate, una volta che ce l’abbiamo fatta grazie ai nostri sforzi; oppure, se non ci riusciamo, c’è la soddisfazione per averci provato e per non avere “gettato la spugna”.

Chi ha un progetto di vita chiaro avrà maggiori riserve cognitive e più cura di se stesso.

Donna felice

Segreti per avere un cervello sano

Le persone che hanno un progetto di vita ben definito e che dimostrano di avere delle illusioni sembrerebbero vantare menti più lucide, più sane. In tal senso, l’illusione sembra quell’olio che lubrifica i nostri processi cognitivi.

Oltretutto, queste persone sembrano avere meno problemi cognitivi nella vita di tutti i giorni e sembra si prendano più cura di sé. Per avere neuroni sani, dobbiamo prenderci cura di sette aspetti della nostra vita:

  • Salute: sul nostro cervello incide il numero di volte in cui ci ammaliamo e il modo in cui affrontiamo la malattia.
  • Sonno: la qualità del sonno è fortemente associata, ad esempio, al consolidamento di ricordi.
  • Attività fisica: in una combinazione di esercizi aerobici e anaerobici. Un’ora e mezza di attività fisica migliora le funzioni cerebrali.
  • Funzioni cognitive: il modo in cui affrontiamo i nostri problemi, la presenza o meno di deficit dell’attenzione o della memoria, prevengono o rallentano il declino cognitivo.
  • Rapporti sociali: il tipo di cerchia sociale, la quantità di amici o il possibile sostegno ricevuto sono fattori che condizionano le riserve cognitive.
  • Progetto di vita: fare tesoro di aspettative o obiettivi, trovando soddisfazione in questi ultimi, allarga il nostro sguardo e ci spinge a impostare il futuro a partire dalla cura del presente.

L’uomo ha illusioni così come il passero ha le  ali. Questo è ciò che gli dà sostegno.

-Blaise Pascal-

La magia delle illusioni

L’illusione rappresenta quella dimensione essenziale dell’avvenire. Forse non tanto il suo contenuto quanto il suo contenitore. Con essa possiamo tenere lo sguardo fisso sulla vita, aprire gli occhi e sognare, pur sapendo che la maggior parte di essere richiedono uno sforzo per trasformarsi in realtà.

Impregnare un progetto di illusione significa dargli nuova vita, energia, ripulirlo, dargli una sistemata, vaccinarlo contro il nemico della monotonia. In questo modo, verranno selezionati gli sforzi per raggiungere lo scopo prefissato, e qualsiasi naufragio alla fine è positivo, insegna una lezione da aggiungere al nostro percorso di vita.

Le illusioni

Infine, dobbiamo sottolineare che l’allegria, così come la tenacia e la pazienza, protegge il nostro entusiasmo dall’erosione di un cammino rivestito di rose non prive di spine. Ebbene sì, le stesse illusioni che si prendono cura dei nostri processi mentali (memoria, attenzione, intelligenza…).

Bartrés-Faz, D., Cattaneo, G., Solana, J., Tormos, JM, y Pascual-Leone, A. (2018). Significado en la vida: resiliencia más allá de la reserva. Investigación y terapia de Alzheimer , 10 (1), 47.