Leggere ogni giorno: 7 benefici

· 24 giugno 2018

Oggi più che mai i libri sono oggetti accessibili ed economici. Contiamo su diversi formati (copertina rigida, copertina morbida, tascabili, in formato digitale) che rendono a chiunque sempre più semplice l’accesso alla lettura. La lettura, dunque, è accessibile e varia, ma quanto tempo le dedichiamo? Se non ricordate l’ultima volta che avete letto un libro, significa che qualcosa non va. Leggere ogni giorno ci apporta diversi benefici di cui non dobbiamo privarci.

La lettura ci arricchisce a livello mentale, aiutando il nostro cervello a funzionare in modo ottimale. Parliamo, tuttavia, della lettura di libri, non di riviste o periodici e neanche del vostro blog preferito. È necessario che la lettura venga realizzata in modo profondo, collegando i personaggi, le azioni e i capitoli e confrontandoli con il mondo reale. A seguire troverete alcuni dei motivi per cui dovreste iniziare subito a leggere un libro.

Leggere ogni giorno aiuta il nostro cervello a funzionare in modo ottimale.

Leggere ogni giorno: benefici

Maggiore intelligenza emotiva

Leggere ci permette di conoscere personaggi molto diversi, che seguiamo nel corso delle loro avventure. Molti ci fanno provare sentimenti che conoscevamo già, cosa che ci permette di sentirci identificati. Se abbiamo l’abitudine di leggere ogni giorno, praticheremo con maggiore frequenza questo esercizio sviluppando la nostra intelligenza emotiva.

Ragazza che legge accanto a finestra

Lessico più ampio

È uno degli aspetti della lettura più noti. Leggere ogni giorno ci permette di stabilire una connessione fra le parole che impieghiamo oralmente e quelle che leggiamo. Quanto più leggiamo, tanto maggiore sarà il lessico di cui disporremo, tanto più se variamo il genere letterario.

Conoscenza del mondo e cultura generale

Una maggiore conoscenza del mondo e una più vasta cultura generale sono possibili sia leggendo fatti di cronaca sia racconti fittizi. Anche le letture più fantastiche attingono da leggende, storie o altri racconti. Leggendo avremo accesso a una moltitudine di dati utili o semplicemente curiosi.

Migliore ortografia

È un altro dei benefici più conosciuti della lettura, ed è vero: leggere ci fa scrivere meglio; è molto più utile che memorizzare un’ingente quantità di regole ortografiche. Quanto più vediamo una parola scritta, più facilmente ricorderemo come si scrive.

Meno stress

Prenderci una pausa dai nostri doveri (e soprattutto dalle nostre preoccupazioni) per leggere è molto vantaggioso. Non stiamo solo dedicando questo momento a noi stessi, ci concentriamo su qualcosa che rapisce la nostra mente. Se siamo concentrati su ciò che accade nel libro, perderemo interesse, almeno per un attimo, verso i nostri doveri.

Donna che beve caffè e legge un libro

Pensiero critico

Quanto più leggiamo, più problemi troveremo (nella storia, ovviamente), questo ci permetterà di affrontare il conflitto. Allo stesso modo, durante la lettura, i personaggi ci comunicheranno i loro pensieri riguardo al problema, e questo ci permetterà di schierarci a favore o contro la loro posizione e persino di cambiare opinione.

Svago e intrattenimento

Al giorno d’oggi siamo investiti da input audiovisivi, al punto da dimenticare talvolta che la nostra immaginazione è la nostra migliore fonte di produzione audiovisiva durante la lettura. Immaginare come sono i personaggi o i luoghi che visitano è molto divertente perché li adattiamo ai nostri gusti, alle nostre esperienze e ai nostri desideri.

Come riuscire a leggere ogni giorno?

Non è facile cominciare a leggere se non siamo abituati a farlo. Alcune persone hanno perso questa abitudine, altre non l’hanno mai avuta. Ora che sappiamo perché è importante leggere, possiamo focalizzarci su come renderlo possibile in modo abituale.

  • Comprendere che leggere è piacevole: è difficile se non si ha l’abitudine di farlo, ma dobbiamo capire che la lettura è divertente, infonde potere e persino rivelatrice. Ma è importante darle l’opportunità di mostrarcelo.
  • Vedere ogni libro come un successo: il sentimento positivo che ci invade quanto terminiamo un libro può farci desiderare di iniziarne un altro.
  • Portare i propri libri ovunque: che sia in formato fisico oppure digitale (anche se questa strategia funziona meglio se il libro è fisico), avere il proprio libro a portata di mano ci permette di dedicarci alla lettura mentre viaggiamo su un mezzo di trasporto pubblico o in una sala d’attesa, invece di guardare il nostro cellulare.
  • Leggere quando abbiamo bisogno di stare soli: collegare tra loro delle abitudini le rafforza e le fa durare nel tempo. Se trasformiamo i nostri momenti di solitudine in momenti di lettura, rafforzeremo questa abitudine.
  • Leggere quello che ci piace: non è fondamentale finire i libri iniziati. Se non ci piace un libro, non dobbiamo leggerlo per forza. Dedichiamo il nostro tempo a un altro libro che ci attira, dato che il momento della lettura deve relazionarsi a esperienze positive.
Libro aperto leggere ogni giorno

È importante comprendere che tale processo è lento e che non è possibile iniziare a leggere con una certa frequenza dal giorno alla notte. Cominciare in modo semplice e graduale ci aiuterà a farlo divenire un’abitudine. E, una volta fatto, condivideremo e godremo di questa esperienza.