Litigi fra genitori: come li vivono i bambini

18 ottobre 2016 in Psicologia 0 Condivisi

I figli sono i componenti più vulnerabili del nucleo familiare, per questo qualsiasi litigio o conflitto genitoriale può essere per loro grande fronte di stress. L’esposizione a simili scontri può influenzare il loro sviluppo cerebrale e cognitivo, secondo quanto dimostrato da studi recenti.

Le discussioni sono d’abitudine in una coppia, è normale che dai disaccordi e dalle differenze di opinione nascano dispute. Il problema riguarda il modo in cui si affrontano tali scontri, se sono trattati con rispetto o con violenta, trasformando una discussione in una vera e propria guerra.

Le discussioni più conflittuali, soprattutto se frequenti, lasciano un segno negativo nei bambini che vi assistono. Tuttavia, se la discussione è portata avanti con rispetto, può essere d’insegnamento per i più piccoli, che potranno imparare un modo positivo di gestire un disaccordo.

I bambini sono esseri indifesi e di fronte ai litigi o alle discussioni concitate, si sentono in colpa e feriti.
Condividere

Il pericolo delle discussioni di fronte ai figli

I genitori con problemi irrisolti dovrebbero capire che i loro figli percepiscono la tensione che incorre tra loro. I disaccordi dovranno essere risolti nel luogo e nel momento adeguati, possibilmente mai di fronte ai figli, poiché genereranno in loro un senso di colpa e frustrazione perché non sono in grado di aiutare.

bambini-e-genitori

Per evitare che il discorso si accenda sotto agli occhi dei figli, è fondamentale calmarsi e non agire “a caldo” di fronte all’offesa dell’altro/a. La cosa migliore è rimandare i dibattiti più tesi a quando i bambini non sono in casa, soprattutto nei casi in cui il confronto è prevedibile.

Presso l’Università di Cambridge sono stati portati a termine diversi studi per cercare di calcolare l’influenza che i conflitti familiari hanno sui bambini; l’obiettivo della ricerca è quello di chiarire come si ripercuotono sul loro sviluppo cerebrale, specialmente nei periodi di sviluppo più sensibili, e di definire come lo stress possa determinare in loro un modello di condotta negativo.

I bambini che assistono spesso a dibattiti accesi tra i propri genitori dimostrano maggiori difficoltà ad affrontare e gestire le situazioni difficili.
Condividere

Lo stress che si scatena nei litigi tra genitori

Lo stress che si scatena intorno ad un conflitto genitoriale può mettere a rischio la salute dei figli. Diverse ricerche scientifiche hanno lanciato l’allerta sui danni che implica per un figlio essere testimone di litigi ricorrenti nell’ambiente familiare.

Essere continuamente esposto a fonti di stress può scatenare problemi nello sviluppo e nel rendimento cognitivo di un bambino. Tutto questo può portare ad una minore capacità di attenzione, concentrazione e risoluzione dei conflitti. Se cresciuti all’interno di ambienti conflittuali, i bambini vanno incontro a rischi maggiori di presentare problemi di questo tipo.

madre-figlia

In qualità di genitori, è bene tenere a mente tutto questo. Le nostre discussioni possono danneggiare gravemente i nostri figli, condizionando in certa misura la loro futura salute fisica e mentale. È un rischio ancora più “stupido” se si pensa che le misure da adottare per proteggerli sono semplici, e si basano sul proprio auto-controllo.

I bambini memorizzano tali eventi come capitoli sgradevoli della loro vita, e ciò influenza negativamente la capacità di regolare le proprie emozioni.
Condividere

Proteggere i bambini dai conflitti tra adulti

Sebbene le discussioni siano un elemento inevitabile all’interno di un rapporto di coppia, è pur sempre possibile regolarsi affinché non diventino violente. Quando il conflitto si trasforma in lotta, l’aggressione colpisce anche chi è presente. Evitare discussioni del genere non è solo consigliabile, ma totalmente necessario: per il bene della coppia e di quello dei figli.

In questi casi può risultare positivo e sano sfruttare le differenze e i conflitti presenti nella relazione per dare l’esempio ai propri figli. I figli possono imparare molto da un modello genitoriale capace di risolvere un conflitto in modo adeguato. In ogni discussione si presenta la possibilità di far emergere valori come il rispetto, la comprensione, l’ascolto e l’assertività.

I conflitti e le discussioni, inevitabili in qualsiasi relazione, possono essere d’esempio per i propri figli, fornendo loro uno strumento con cui risolvere i problemi e raggiungere una soluzione attraverso l’impegno e il rispetto. Per questo motivo, quando il litigio diviene acceso, è bene chiedere scusa ai figli ed impegnarsi a non farlo capitare nuovamente. Come detto prima, un’aggressione tra genitori è un’aggressione anche per chi osserva.

I conflitti non sono dunque sempre da scansare, l’importante è dare peso al modo in cui si affrontano. Abbiamo la capacità di trasformare un fenomeno negativo in un’occasione che permetterà ai nostri figli di imparare a gestire i conflitti e a scambiarsi opinioni senza arrivare ad insulti od aggressioni.  
Condividere
Guarda anche