L'ordine migliora lo stato d'animo?

21 giugno, 2020
Mantenere l'ordine intorno a noi è fondamentale per sentirci produttivi, efficienti e sani. L'ordine nell'ambiente esterno, così come nelle nostre idee, permette un notevole miglioramento del nostro stato d'animo.

L’ordine migliora lo stato d’animo, è spesso una garanzia di benessere e tranquillità. Pianificare permette di stabilire una gerarchia di priorità e di fare proiezioni coerenti per il futuro. Mantenere l’ordine, non soltanto fuori, ma anche nella nostra mente, aumenta le probabilità di raggiungere uno stato di soddisfazione duraturo e reale.

L’idea che l’ordine possa migliorare lo stato d’animo è concreta e reale, pertanto è opportuno capire come raggiungerlo. Non sempre è compito facile. I vantaggi dell’ordine sono molti e basteranno poche azioni per poterne godere in ufficio, a casa o in qualsiasi ambito della vita.

In un articolo intitolato L’importanza di mantenere in ordine, il Dottor Néstor García Iturbe afferma che l’ordine non dovrebbe essere un investimento solo sul piano individuale, ma anche a livello sociale.

“Nella storia dell’umanità, l’ordine è stato sempre considerato elemento di estrema importanza.”

-Néstor García Iturbe-

Come trovare l’ordine nella vita di tutti i giorni?

Uno dei vantaggi legati all’ordine è che ci permette di attuare strategie mentali da dedicare a ogni compito specifico (non dovremo pensare sempre a cosa faremo poi), visto che l’ambiente apparirà molto più ampio e confortevole. L’importante è ordinare prendendo le giuste decisioni, stabilendo gli elementi importanti e no.

A tale scopo, l’ideale è tenere a mente la funzionalità di ogni oggetto rispetto al compito a cui è destinato. Partendo da quest’idea, la decisione non sarà affatto difficile.

Per esempio, buttare nella spazzatura tutto quello che è inservibile o non funzionale è un ottimo modo di iniziare a fare spazio fisico; inoltre, ci darà una sensazione di semplicità fondamentale per ristabilire la concentrazione, che sia per lavorare, pensare o semplicemente riposare.

Un ambiente stipato di cose non soltanto stimola il caos, ma impedisce anche di pensare con chiarezza. Un ambiente minimalista, ordinato e pulito, invece, ci lascia lo spazio necessario ad avere nuove idee, libere da preoccupazioni.

In definitiva, il caos complica la vita, personale o lavorativa, poiché niente funziona come dovrebbe. Il disordine in casa vuol dire vivere nel disagio e nella sporcizia, ma a lungo andare può causare anche malessere psicologico.

Ecco come l’ordine migliora lo stato d’animo

Nella cultura occidentale l’uomo è abituato a ordinare e classificare. Un modo diverso di percepire il mondo implica un malessere profondo, una ferita nel suo stato d’animo.

Lo stato caotico in qualsiasi sua forma e in qualsiasi ambito della vita causa forte ansia e stress. Pensiamo, per esempio, di dover cercare un libro in una biblioteca i cui scaffali sono ricolmi di libri disordinati, riposti senza alcun criterio. I nostri livelli di ansia non si alzerebbero forse?

Donna che cerca nell'armadio ordine migliora stato animo

L’ordine e la pulizia riducono in maniera significativa l’ansia e aiutano a chiarire i pensieri. Inoltre, sono elementi indispensabili per una vita sana, dato che un ambiente ordinato e pulito può proteggerci da malattie che colpiscono soprattutto i più deboli.

Quando si mette a posto la casa, spesso spuntano oggetti che pensavamo di aver perso, ma che erano solo nascosti. L’ideale è quindi dedicarsi all’ordine giornalmente, così da evitare qualsiasi contrattempo, soprattutto nei giorni in cui siamo più indaffarati e in cui potremmo risentire di una grande perdita di tempo.

Si consiglia di assumere delle sane abitudini di igiene e ordine fin dalle prime fasi della vita, così da conservarle poi in età adulta. Per essere efficienti, semplici e risolutivi bisogna aver sempre la mente focalizzata solo su ciò che è davvero importante.

In ultimo, stabilire un ordine di priorità è, in molti casi, il primo passo che porta al successo, alla tranquillità e alla saggezza. Il segreto è saper distinguere, in un mondo caotico, eterogeneo e talvolta fallace, quello che conta davvero.