Mettete in pratica “il dolce far niente”

· 6 agosto 2015

Uhmm “Il dolce far niente”…poco tempo fa un bambino di soli 4 anni disse a me e ad altri adulti “andiamoci a sdraiare qualche minuto sul letto”. Come sapete un bambino di 4 anni può arrivare ad avere più potere di quattro adulti insieme, quindi ci riunimmo per… non far niente, solo godere il momento.

volte qualcuno o qualcosa deve dare un “avviso di chiamata” e farti capire che la fretta che abbiamo nella vita non serve a nulla, non ci rende più felici, né ci fa ottenere più cose. Non è molto più gratificante dedicare qualche minuto ai propri cari senza far nulla?

Questo “dolce far niente” che mi insegnò questo bimbo è una terapia più che buona per eliminare lo stress che ci accompagna, spesso senza rendercene conto, in azioni così quotidiane come correre da una parta all’altra o verso l’autobus che stiamo perdendo, svegliarsi saltando giù dal letto o mangiare di fretta perché dobbiamo tornare a lavoro.

Perché non lasciare un momento tutto per noi e godere del “non far nulla”.?Disconnettetevi ogni giorno per qualche minuto… dal tran tran quotidiano, dalle preoccupazioni, dal via-vai, dalla fretta. Ha davvero senso quando l’unica cosa che state ottenendo è avere un viso spento, il cuore accelerato e finite la giornata come una pianta appassita?

Quando riposiamo, si attiva l’emisfero destro del nostro cervello, quello che controlla l’immaginazione, la creatività ed il divertimento; e voi ve lo volete perdere? Il nostro lato destro del cervello è a dir poco geniale.

Pratichiamo “Il dolce far niente”

Sdraiatevi sul letto e basta!

-Andate al parco, sdraiatevi sull’erba e godetevi il sole, l’odore dell’erba bagnata ed il cinguettio degli uccellini.

– Imparate a meditare. Meditare è così semplice come lasciare la nostra mente in bianco e non pensare a niente mentre respiriamo profondamente. Numerosi studi hanno dimostrato che l’abituale pratica della meditazione è in grado di cambiare la nostra struttura cerebrale, rendendola più forte di fronte la depressione, lo stress o l’ansia.

– Dimenticate il “dovrei fare”, no! adesso quello che state facendo è quello che dovete fare: “il dolce far niente”.

– Godete davvero delle vostre vacanze. Spegnete il cellulare, cucinate meno, non fate discussioni che non portano a nulla. Le vacanze ed il caldo sono per riposare tutti i giorni.

– Dormite come mai. Durante il fine settimana permettetevi di dormire più del solito, se il vostro corpo ve lo chiede. Non vedetela come una pigrizia, ma come un dono stupendo per corpo e mente.

Ricordate che siete voi a prendervi cura di voi stessi, amatevi, coccolatevi e non lasciate che nulla e nessuno vi privi della salute o del sonno. Godetevi questo delizioso “dolce far niente”.