Migliorare in qualsiasi area con 7 domande

09 maggio, 2020
Vi piacerebbe sapere come migliorare in tutti gli ambiti della vostra vita? La prima cosa da fare è chiarire con voi stessi alcuni aspetti.

Per migliorare in qualsiasi area, ovvero a scuola, al lavoro o nella vita personale, bisogna porre l’accento sul “prima” piuttosto che sul “durante”. Non vi buttereste mai in una piscina senza sapere se è piena, vero? Forse nemmeno senza sapere che temperatura ha l’acqua… Ebbene, dovete agire nello stesso modo con i progetti per essere vincenti.

Quando realizzate un qualsiasi cambiamento, affrontate un compito difficile o iniziate un progetto del tutto nuovo, la prima cosa da fare non è agire, altrimenti rischiereste di gettarvi in una piscina vuota. Al contrario, dovrete porvi alcune domande importanti. Serviranno per comprendere il vostro punto di partenza, il vostro obiettivo e il modo in cui raggiungerlo. Solo in questo modo, dunque, potrete migliorare i risultati.

Riflettere, prima di muovere qualsiasi passo, aiuterà ad avere una solida comprensione delle situazioni. Si tratta di un consiglio che può sembrare scontato e persino banale. Eppure, soffermarsi a indagare sulle proprie idee, motivazioni e dubbi, è il modo migliore per tracciare il percorso verso il successo garantito.

“Una buona domanda non ha una risposta. Non è un catenaccio da chiudere in un unico luogo, ma un seme da piantare in modo che possa produrre altri semi verso la speranza di riempire di verde il panorama delle idee.”

John Ciardi

Migliorare in qualsiasi area grazie a 7 domande

1. Perché lo sto facendo?

È importante capire la ragione che motiva e si nasconde dietro ogni azione. Che si tratti di un obiettivo, un compito, una nuova abitudine o un progetto, perché si sta facendo una cosa dovrebbe essere la prima domanda da rivolgere a voi stessi.

È particolarmente importante perché capire il motivo delle proprie azioni può diventare il motore che stimola il raggiungimento del risultato (il motivo diventa “motivante”). In questo modo, ogni volta che vi troverete dinanzi a un ostacolo o vorrete tirarvi indietro, avrete la giusta motivazione per proseguire e vincere.

“Domande di qualità creano una vita di qualità. Le persone di successo si fanno domande migliori e, di conseguenza, ottengono risposte migliori.”

Anthony Robbins

Uomo che si interroga per migliorare in qualsiasi area

2. Migliorare in qualsiasi area: quale risultato voglio ottenere?

Senza conoscere il risultato che volete raggiungere, non sarete in grado di pianificare il modo per ottenerlo. Identificate ciò che state cercando e volete, in modo chiaro e netto. Partendo da ciò, ogni tattica, ogni strategia, nascerà praticamente da sola.

In generale, gli obiettivi definiti e tangibili hanno molto più successo di quelli formulati in modo vago. Sapere in che modo stabilire le priorità vi consentirà di superare uno a uno gli ostacoli, riuscendo a migliorare i risultati.

3. Quando desidero realizzarlo?

Dovete sapere quando avete intenzione di raggiungere o completare il progetto e tutte le fasi o tappe intermedie, sia che si tratti di un progetto a medio o a lungo termine. Questo vi aiuterà a pianificarlo meglio e a rimanere concentrati.

Ora, se il vostro obiettivo (definitivo o parziale) dipende da molti fattori, è assai probabile che il termine temporaneo non possa essere soddisfatto in modo assoluto. Ma almeno, questo calcolo vi aiuterà a misurare i vostri progressi e a delineare i tempi che siete riusciti a stabilire.

4. Quali sono gli ostacoli possibili?

Trovare degli ostacoli sulla propria strada è normale. E ciò può succedere sia a livello personale che professionale. Tuttavia, le difficoltà possono essere superate più facilmente se si conoscono e si ha avuto il tempo, e la capacità, di preparare in anticipo delle contromisure adeguate.

Ma non sempre è possibile prevederle, dal momento che molte problematiche giungono spesso all’improvviso. Almeno, tuttavia, potrete cercare di anticipare eventuali battute d’arresto, soprattutto quelle che derivano da fattori oggettivi. Evitando questi trabocchetti, potrete proseguire speditamente verso i vostri traguardi.

5. Quali risorse ho a disposizione?

Bisogna essere consapevoli della quantità e del tipo di risorse necessarie e se si dispone di quelle adeguate.Ci riferiamo a competenze, tempo, soldi, persone coinvolte…

Siate onesti con voi stessi. Ciò vi permetterà di valutare in modo serio tutte le reali risorse (temporanee e finanziarie) oltre che le vostre capacità. Oltre a ciò, non sottovalutate mai la responsabilità o il coinvolgimento altrui, diretto o indiretto. Anche se si tratta di un progetto personale.

6. Quanto è importante questo progetto o compito?

L’attenzione e lo sforzo che state per dedicare dipendono dall’importanza dell’obiettivo o del progetto. Chiedetevi quale priorità ha rispetto ad altri compiti e analizzate fino a che punto raggiungerlo produrrà dei risultati, anche su tutto il resto.

Si dovrebbe anche cogliere l’occasione per analizzare il suo vantaggio reale e se vale davvero la pena di investire così tanto in termini di risorse cognitive e materiali per raggiungerlo. Forse sarebbe meglio iniziare un progetto diverso. In caso contrario, essere consapevoli della grande importanza e del ruolo prioritario che rappresenta per voi aumenterà la vostra motivazione.

Come fare per migliorare-i-risultati

7. Cosa posso fare per essere più efficace e migliorare in qualsiasi area?

L’ultima domanda che vi permetteranno di migliorare in qualsiasi area riguarda la capacità di sviluppare strategie che vi consentano di essere più efficienti e produttivi. Aumentare il livello e la qualità del vostro lavoro, con l’aiuto di strumenti utili ed efficaci e l’uso di altre abilità personali, consentirà di toccare il successo.

Anche sapere come gestire il tempo vi risulterà molto utile. A tale scopo, dovrete delegare compiti, dare la priorità a ciò che è più importante, pianificare in modo efficace ed evitare il multitasking, ma non solo.

Per raggiungere questo obiettivo, riflettete su quali elementi della vostra intera strategia potete migliorare, a partire da oggi. Quando realizzerete un piano, le risposte saranno sempre più specifiche e saranno di grande aiuto per migliorare qualsiasi risultato.

“Né il problema né la domanda sono conoscenza, al contrario sono riconoscimenti dell’ignoranza, ma aprono lo spazio alla conoscenza, spingendo l’uomo oltre ciò che sa. L’intelligenza non è, quindi, la capacità di risolvere problemi, ma, soprattutto, la capacità di sollevare problemi. Cioè, di inventare progetti di ricerca.”

José A. Marina