Monogamia: ideale o realtà?

· 15 settembre 2018

Persino nelle società apparentemente monogame, l’infedeltà è molto comune. Si può dire la stessa cosa della maggior parte degli animali. Sono pochissimi quelli che restano fedeli e le ragioni per cui lo fanno sono ben lontane dal romanticismo. Comprendere i motivi per cui la monogamia raramente funziona e fallisce così di frequente può fornirci informazioni interessanti sui nostri rapporti.

Nonostante le migliaia di poemi, canzoni, romanzi, opere, drammi, miti e leggende dedicati all’innamoramento, sono pochi gli scienziati che hanno rivolto a tale passione lo studio che merita.

Tuttavia, alcuni scienziati dell’Università di Cambridge sono riusciti a decifrare il processo che conduce i mammiferi ad adottare una monogamia sociale come strategia per l’allevamento. Questi scienziati hanno scoperto anche che la monogamia sessuale nei mammiferi sembra essere più un ideale che la realtà. Approfondiamo l’argomento

“La monogamia di molti uomini si basa sulla pigrizia, quella di molte donne sull’abitudine.”
 -Victor Hugo-
Donna abbracciata a uomo che commette infedeltà

Fattori genetici e psicologici che influiscono sulla monogamia

La monogamia è un concetto che fa riferimento a una relazione di coppia nella quale un uomo o una donna possono avere un solo coniuge alla volta. Gli esseri umani sono una delle poche specie a praticare la monogamia. Tuttavia, come tutti sappiamo, la maggior parte delle volte non va nel migliore dei modi.

Non tutte le persone sono infedeli, ma siamo geneticamente predisposti a esserlo, come ci ricorda lo studio del professor Tim Spector. Questo è il fattore più importante relazionato all’infedeltà: il 40% delle infedeltà si spiega a partire da fattori genetici.

Lo studio realizzato da Spector su 1.600 coppie di gemelli dimostra che l’infedeltà è condizionata da una considerevole influenza genetica. Per questo motivo, la conclusione logica è che questo comportamento persiste perché è evolutivamente vantaggioso.

Fra i fattori psicologici che influiscono sulla fedeltà, possiamo sottolineare la soddisfazione emotiva, personale e sessuale. Una persona a cui piace la routine e ciò che è stabilito sarà meno portata a uscire da essa e questo, combinato con un elevato flusso di neurotrasmettitori serotoninergici, fa sì che la fedeltà sia l’opzione più piacevole.

Le persone propense alla ricerca di sensazioni intense con bassi livelli di serotonina e dopamina sono più inclini all’infedeltà.

Uno studio realizzato dai professori Steven Gangestad, Randy Thornhill e Christine Garver dell’Università del New Mexico ha dimostrato che le donne sono sessualmente più attive pochi giorni prima, durante e dopo il loro periodo di ovulazione.

Questo non sarebbe un problema se l’interesse si manifestasse verso il loro partner. Tuttavia, i risultati mostrano che quando sono fertili le donne presentano un maggior interesse sessuale e più fantasie verso il resto degli uomini e non verso il loro compagno.

“La fedeltà autentica la decide colui che la dà, mai chi la riceve.”
Uomo con compagna su panchina che si tiene per mano con altra donna di nascosto

Monogamia sessuale vs monogamia sociale

Secondo alcuni recenti studi, siamo propensi a essere socialmente monogami, ma non sessualmente.

La monogamia sociale si riferisce a quell’atteggiamento per cui si finge di avere rapporti solo con il proprio compagno. Secondo alcuni autori, si tratterebbe della migliore strategia riproduttiva per passare i nostri geni alla generazione seguente e allevare i bambini.

Una ricerca recente pubblicata sul Journal of Couple and Relationship Therapy sostiene che fra un 45 e un 55% delle donne sposate sono infedeli. Per la sessuologa Janis Springs, autrice di After the affaire, l’infedeltà caratterizza quasi un terzo delle coppie. In media, le statistiche di infedeltà assicurano che il 60% degli uomini è infedele e che il 40% delle donne ne segue le orme.

Il risultato è che nell’80% dei matrimoni almeno uno dei membri ha un’avventura. Visto in questi termini, pare che la monogamia sessuale sia più un ideale che una realtà. Al contrario, la monogamia sociale va per la maggiore nella società occidentale. E voi, cosa ne pensate?

“La monogamia: indispensabile o necessaria? La seconda opzione è più bella, implica una scelta, non ha la bruttura della norma.”