Il nostro incontro era inevitabile

· 28 ottobre 2015

“L’incontro tra due persone è come il contatto tra due sostanze chimiche: se c’è una reazione, entrambe si trasformano”. (Jung)

Nel corso della nostra vita, conosciamo molte persone. Alcune ci insegnano cose utili per il resto della nostra esistenza, altre non ci insegnano nulla o almeno questo è quello che crediamo.

Conosciamo anche persone che sanno far emergere la nostra essenza senza sforzo né fatica, anche se ci troviamo in un momento particolarmente triste. Forse, sugli altri, il loro comportamento non ha lo stesso effetto miracoloso, ma su di noi sì.

Altri passano per la nostra vita senza che ci sia un’amicizia o una conoscenza profonda, ma il loro lavoro e le loro parole plasmano il nostro modo di vedere il mondo.

incontro inevitabile 2

Una volta ho letto che bisogna provare ad essere la persona che ci piacerebbe conoscere. Non è semplice: spesso ho persino dei dubbi su chi sono io e su quale sia la verità; tuttavia, quanto più formuli dubbi e mi metta alla prova, meglio mi sento con me stessa.

Non posso negare che la mia esistenza non sia condizionata da una grande spiritualità, da un grande sforzo umanitario o da una passione per un ambito particolare della vita.

Mi affascinano le persone che sono passate per la mia vita e mi hanno fatto innamorare di cose che prima sembravano inerti.

Perché la felicità non è reale se non è condivisa, ma se è condivisa con qualcuno che non ci trasmette nulla, allora solitudine è sinonimo di riposo e calma.

Definisco, dunque, la mia storia in base agli incontri magici che alcune persone mi hanno regalato. Quelle persone che ti fanno stringere il cuore, inumidire gli occhi per la nostalgia, rincontrarti con te stesso.

incontro inevitabile 3

A volte, mi dispiaccio per i sentieri che stavo percorrendo con qualcun altro e che si sono divisi per cause estranee a noi.

Ho tratto conclusioni a proposito di ognuno di questi piccoli angeli che sono passati o che si trovano ancora nella mia vita. Spero che la trasformazione sia stata positiva per entrambi e che quella squisita intimità che abbiamo condiviso sia servita da rifugio nei brutti momenti.

Perché ci sono volte in cui è bello guardarsi indietro per sapere quali lezioni ci hanno dato le persone e cosa ci aspettiamo da noi e da loro da adesso in poi.

Ci sono cose che mi hanno trasformato l’anima e che ora regnano chiare nella mia mente:

  • Il senso dell’umorismo dev’essere molto lontano dall’ammissibile, dev’essere tanto irriverente quanto la nostra amicizia o il nostro amore.
  • Il silenzio è una qualità divina, che si apprezza e si condivide solo se la comunicazione è così vera che non serve parlare troppo. A volte, quando le persone parlano senza sosta, finiscono per allontanarsi.
  • La mia intimità è quella che ti consegno, non serve parlare delle cose che neanche io capisco di me, né di quelle che nessun altro ha capito. Mi piace l’intimità che abbiamo creato insieme, non voglio curiosare nell’intimità che ognuno dei due ha per conto suo.
incontro inevitabile 4

  • Non mi interessa il tuo passato, basta che tu non stia fingendo nel presente. Ringrazio il mio passato turbolento, perché mi ha fatto toccare la terra guardando il cielo.
  • Mi piace conservare le mie abitudini e le mie stranezze, e che il mio partner faccia lo stesso. È meraviglioso condividere ciò che appassiona entrambi.
  • Non è sufficiente sapere che sono importante, voglio una dimostrazione.
  • Non mi interessa la morale. I valori mi interessano solo se alleviano le sofferenze e sottraggono dolore. Non mi importano i soldi, mi importa la classe, che è in via di estinzione.
  • Mi piace che il mio partner non neghi la reazione pazzesca che ha avuto quando mi ha conosciuta. La nostra storia può durare tanto o poco, ma ciò che sta nel cuore non ha una data di scadenza.
incontro inevitabile 5

Non dispiacetevi se qualcuno se ne va dalla vostra vita. In qualunque modo sia andata, vi siete già trasformati per sempre.

“Ho bisogno dei piccoli dettagli, perché sono il nostro riflesso. Mi mancano terribilmente. È per questo che nessuno è sostituibile, perché siamo tutti fatti di piccoli e preziosi dettagli.”

(Prima del tramonto)