Ottenere il massimo dai nostri punti di forza

13 settembre, 2020
Avete mai sentito o letto qualcosa sui punti di forza personali? Si tratta di strumenti molto potenti che ci aiutano a migliorarci.

La psicologia, come tutte le branche della scienza, si è evoluta molto nel corso degli anni. In passato si pensava che semplicemente parlando di ciò che ci faceva stare male e individuando la causa del malessere saremmo guariti. Oggi sappiamo che parlarne non è sufficiente. Bisogna riuscire a ottenere il massimo dai nostri punti di forza.

Bisogna cambiare i modelli di attivazione neurale e le abitudini di pensiero e comportamento affinché ci influenzino a livello emotivo e portino a dei cambiamenti. In questo articolo cercheremo di capire ottenere il massimo dai nostri punti di forza.

Il ruolo della psicologia positiva nei punti di forza personali

Ragazza con le braccia aperte.

La psicologia positiva è una branca della psicologia che si concentra sulla capacità umana di conoscere i propri punti di forza, ovvero quello che sappiamo fare meglio. A tale scopo, bisogna essere consapevoli di ciò in cui si è davvero bravi e su quali abilità si può fare affidamento per superare le difficoltà.

Questa prospettiva si basa sul metodo scientifico. Ciò significa che i modelli e gli esercizi su cui si basa sono stati precedentemente studiati e provati per dimostrarne l’efficacia in una significativa percentuale della popolazione. Il che indica che non sono dovuti al caso o all’effetto placebo.

In altre parole, la psicologia positiva si concentra su ciò che la persona fa bene per migliorarlo. Ottenendo un risultato positivo, la persona tende a non concentrarsi su quello che fa male. È stato dimostrato attraverso innumerevoli studi scientifici e meta-analisi che la psicologia positiva funziona.

Contrariamente a quanto molti credono, pertanto, questa disciplina non spinge la persona a essere la più positiva e felice del mondo, né a iniziare la giornata con il sorriso mentre beva il caffè in una tazza a forma di unicorno. Piuttosto consiste nello scoprire i punti di forza che ci aiutano nei momenti di difficoltà.

Ottenere il massimo dai nostri punti di forza è possibile se li consideriamo talenti

Conoscere i propri punti di forza è sinonimo di talento, poiché si tratta di tecniche personali per affrontare tutto quello che ci limita e che ci impedisce di valorizzare le nostre capacità. Lavorare sui punti di forza è molto più utile che cercare di migliorare i punti deboli.

L’autostima, la fiducia in se stessi, la capacità di perdonare se stessi e gli altri, la creatività devono venire da dentro, non dall’esterno. Ciò avviene quando si conoscono i propri punti di forza e vengono messi in pratica nel modo giusto.

Individuare i punti di forza è fondamentale

Donna seduta su un divano.

Quali sono i vostri punti di forza? Forse coraggio o curiosità? Potreste rimanere sorpresi quando li scoprite. Spesso abbiamo molti più punti di forza di quanto pensiamo.

Se ancora non sapete quali sono, vi invitiamo a scoprirli con l’aiuto del metodo FORTE, un test dell’Istituto Europeo di Psicologia Positiva (IEEP). Il test FORTE è un concetto sviluppato dallo IEPP secondo cui ogni persona può avere fino a 26 punti di forza con 3 diversi livelli di presenza: molto presente, poco presente o in equilibrio.

I punti di forza in equilibrio aumentano i livelli di benessere psicologico, ovvero sono una fonte inesauribile di benessere, emozioni positive e risorse per migliorarci.

Vari studi dimostrano che la conoscenza e l’uso dei punti di forza personali aumenta il benessere, la soddisfazione, il coinvolgimento e la produttività. Tenere conto dei propri punti di forza è dunque garanzia di successo.

Utilità e vantaggi: ottenere il massimo dai nostri punti di forza

Una volta individuati e identificati, è il momento di sfruttare al meglio i punti di forza per favorire lo sviluppo personale e professionale. Alcuni esempi concreti del modo in cui possono aiutarci quotidianamente sono:

  • Aumentano l’autostima.
  • Migliorano l’assertività.
  • Riducono la mania di controllo.
  • Migliorano la gestione emotiva.
  • Favoriscono la capacità di perdono.
  • Ci fanno acquisire fiducia in noi stessi.
  • Promuovono le emozioni positive.
  • Calmano l’ansia.
  • Riducono i pensieri automatici negativi.

Tutti eccelliamo in qualcosa, il primo passo è capire in cosa per poi migliorarlo e godere dei benefici che ci offre.