Pace interiore: riuscire a raggiungerla e preservarla

· 1 settembre 2018

Uno dei massimi principi della filosofia hawaiana chiamato Ho’oponopono recita: “Prenditi cura del tuo mondo esterno alla pari del tuo mondo interiore, perché sono un’unica realtà”. Questa idea dell’unità è fondamentale, ad esempio, per capire come funzionano i disturbi dissociativi o per alimentare la pace interiore a partire dell’idea dell’insieme.

Uno dei pionieri della medicina integrata è il dottor Deepak Chopra, specializzato in medicina interna ed endocrinologia, con particolare attenzione agli studi sul metabolismo. Chopra ha elaborato diverse teorie non esenti da polemiche. Quel che è certo è che le sue teorie possono costituire un punto di partenza interessante per prenderci cura della nostra pace interiore.

“Il mistero più grande dell’esistenza è l’esistenza stessa.”

-Deepak Chopra-

Idee per preservare la pace interiore

Preservare la pace interiore è un obiettivo comune. Per raggiungerlo, in molti cercano ispirazione nella filosofia orientale. Alcuni si concentrano sull’aiuto di un professionista, mentre il sistema di valori più tradizionale della nostra società sembra richiedere una rivoluzione o, quantomeno, un percorso diverso da quello lungo cui sembrano condurci la stessa dinamica relazionale e tecnologica.

Donna a occhi chiusi

Quando parliamo di sistema di valori tradizionale, ci riferiamo a quel sistema che si concentra sulla competizione estrema, sul consumismo fuori controllo e sul successo professionale a qualunque prezzo. Questo sistema è ancora predominante, ma secondo Chopra, di giorno in giorno sono sempre di più le persone che cercano un cammino alternativo: quello per trovare la pace.

Secondo questo medico, la pace interiore è uno stato che tende a mantenersi una volta raggiunto. Il problema è che raggiungere questa tranquillità personale richiede un lungo viaggio introspettivo. Se siete disposti a cercare dentro di voi, a seguire trovate le lezioni, le mete o le sfide proposte dal Dottor Chopra per cercare di conoscere noi stessi un po’ più a fondo e percepire questa sensazione di conciliazione tra chi eravamo, chi siamo e chi vogliamo essere, che è ciò che a volte ci manca così profondamente.

Cercare la pace dentro di sé

Il primo passo è cercare e identificare la pace che è nascosta dentro di noi. Per riuscirci, il Dottor Chopra sostiene che sia necessario affidarsi alle gioie della meditazione. In questo modo, riusciremo a guardarci dentro e andare oltre l’attività mentale superficiale.

Per Chopra, questa ricerca implica andare oltre il solito modo di pensare per raggiungere il punto più profondo della nostra mente, quello dove è ubicata la regione della pace. Qui si trovano la quiete e il silenzio, che si trasformano in un’esperienza duratura.

Ritorno al luogo di pace

Il passaggio successivo è tornare al luogo in cui ci sentiamo davvero in pace. Questo cammino, tuttavia, non è fisico, ma mentale. Di conseguenza, quando viviamo situazioni stressanti, che ci provocano inquietudine ed emozioni negative, dobbiamo tornare in questo luogo dentro di noi, dove troveremo la pace interiore.

Allenarsi al ritorno al “rifugio” ci permetterà di impiegare sempre meno tempo a raggiungere questo luogo ogni volta che ne avremo bisogno e, pertanto, di non perderci durante il tragitto. In questo modo, ci sarà più facile liberarci dalla rabbia, dal risentimento e dalle incertezze.

Immagine di libertà

Via la violenza di qualsiasi tipo

Dopo aver riscoperto il nostro luogo di pace interiore, potremo tornarvi ogni volta che vogliamo e sarà per noi più facile liberarci della violenza. Questa fase è fondamentale per far fronte agli impulsi e dominare l’energia che si sprigiona dalle emozioni.

Secondo Chopra, il risultato sarà imparare a gestire con criterio la rabbia, l’invidia e il risentimento. Solo così riusciremo a essere liberi, lasciando andare l’ego e l’insecurezza che accompagnano questi sentimenti negativi.

Questo passo è importante per abbandonare le emozioni negative e raggiungere il nostro vero essere. Qui, nei luoghi della pace, proprio mentre meditiamo, fonderemo la base di un equilibrio più solido. Con il passare del tempo, lo assimileremo e lo riconosceremo come l’unico possibile. Ciò significa che questo equilibrio diventerà parte del nostro essere, ovvero, di noi stessi.

L’esperienza della pace interiore accresce di giorno in giorno

Giunti a questo punto, bisogna fare in modo di far crescere la nostra pace interiore. Questo significa che ci lasceremo guidare giorno dopo giorno da una voce silenziosa che nasce dall’equilibrio raggiunto. Ovvero, quella coscienza che ha abbandonato la violenza e l’inquietudine e che si basa su un maggiore controllo di ciò che accade in noi e, di conseguenza, anche fuori da noi.

Donna che riceve la luce

Questo è il metodo che Deepak Chopra propone per trovare e per preservare la pace interiore. A sua detta, se seguissimo tutti queste regole, non ci sarebbero più guerre. Che abbia ragione?

“Tutti noi siamo capaci di andare oltre i nostri vincoli materiali.”

-Deepak Chopra-