Perché è difficile stabilire dei limiti?

Perché stabiliamo dei limiti? Perché alcune persone non lo fanno? Come influiscono a livello mentale? Ne parliamo in questo articolo.
Perché è difficile stabilire dei limiti?

Ultimo aggiornamento: 05 settembre, 2022

“Questo è troppo!”, “Non posso tollerare oltre!”. Queste frasi suonano familiari? Sono espressioni ampiamente utilizzate per indicare a qualcuno che ha superato ogni limite. Eppure, non sempre riusciamo a faci rispettare; perché è difficile stabilire dei limiti?

La verità è che non c’è una sola ragione. Gli esseri umani sono complessi e l’interazione sociale a volte diventa confusa. Il primo passo per imparare a stabilire dei limiti è verificare il motivo di suddetta difficoltà.

Cosa si intende per limiti nelle relazioni?

I limiti sono linee metaforiche che non devono essere superate. Alcuni essi sono impliciti nel pensiero collettivo, come il tabù sull’omicidio o l’incesto, ma altri devono essere stabiliti in ogni relazione.

Se una persona non tollera che il partner controlli il suo cellulare, stabilirà questo limite comunicandolo. Ciò, ovviamente, ha delle conseguenze che vanno dal rispetto alla violenza.

Diventa difficile stabilire dei limiti quando gli altri li ignorano, quando le conseguenze sono negative o quando la fiducia in se stessi vacilla. Vediamo nel dettaglio queste situazioni.

Donna che parla con un amico.
Le persone con problemi di autostima e paura del rifiuto hanno difficoltà a stabilire dei limiti.

Perché a volte è difficile stabilire dei limiti?

Può sembrare semplice: “Se non mi paghi gli straordinari, non resto oltre l’orario di lavoro”. Tuttavia, una volta stabilito quel limite, arrivano le conseguenze, come litigare con il capo, i colleghi che rinfacciano il lavoro extra che dovrebbero fare, un possibile licenziamento, ecc.

Perché spesso si preferisce evitare un simile scenario piuttosto che rispettare la propria persona? Ne parliamo nelle righe che seguono.

1. Paura del conflitto

Seppur risolvibili, i conflitti causano tensione, sono potenzialmente spiacevoli e non tutti li tollerano allo stesso modo. Per alcune persone è difficile stabilire dei limiti, poiché sono molto sensibili alle discussioni.

2. Paura del rifiuto

La paura del rifiuto è strettamente legata a quanto sopra. Tornando all’esempio, chiedere al partner di non controllare il proprio cellulare porta con sé il pericolo di terminare il rapporto per gelosia o di essere etichettati come esagerati e bugiardi.

In seguito a ciò, molte persone si sentono più sicure nel lasciar controllare il contenuto del proprio cellulare al partner invece di stabilire limiti precisi.

3. Perché è difficile stabilire dei limiti? Problemi di autostima

Quando un individuo non rispetta se stesso, diventa molto difficile stabilire dei limiti per convincere gli altri a fare lo stesso.

Una scarsa autostima alimenterà l’idea che non c’è niente che valga la pena proteggere. Sono l’autostima e l’amor proprio, oltre all’assertività, le principali variabili che ci rendono forti.

4. Scarsa gestione emotiva

I limiti si basano sulle emozioni. Se, per esempio, essere toccati senza permesso dà fastidio, andrà chiesto alla persona di non farlo più.

Tuttavia, se non si è capaci di gestire le emozioni proprie o altrui (attraverso l’assertività), stabilire dei limiti è una battaglia persa.

5. Necessità di compiacere gli altri

Spesso sembra impossibile dire “no” alle richieste altrui perché si avverte il bisogno di compiacere gli altri. Ciò, a sua volta, si lega all’idea che compiacere assicurerà amore e rispetto.

Come possiamo immaginare, non è sempre così. Ci saranno molte persone che metteranno l’amor proprio in secondo piano pur di essere approvate.

La persona che ha bisogno di compiacere gli altri non potrà mai fare i conti con la sua paura del rifiuto, dunque è difficile stabilire dei limiti.

Donna triste che pensa.
Le persone con problemi di identità e il bisogno di compiacere gli altri per sentirsi meglio di solito non riescono a stabilire limiti.

6. Perché è difficile stabilire dei limiti? Problemi di identità

Quando qualcuno non ha le idee chiare su se stesso o non si conosce a fondo, è normale che abbia difficoltà a stabilire dei limiti in alcune situazioni.

Semplicemente, non sarà in grado di distinguersi dagli altri e stilare un elenco di comportamenti e situazioni che non tollererà.

Ciò influisce anche sullo spazio personale, sia fisico sia psichico, poiché non avrà chiaro cosa è necessario per regolare le proprie emozioni; ciò rappresenta una porta verso la tossicità.

7. Difficoltà a prendere decisioni

L’insicurezza è un’altra grande causa che spiega perché è difficile stabilire dei limiti. La persona si sente spesso sopraffatta dal numero di fattori da considerare e non sono in grado di attribuire essi la dovuta priorità. Il bisogno di tracciare un limite, dunque, è in perenne conflitto con le possibili conseguenze che ne derivano.

Conclusioni

È complesso spiegare perché è difficile stabilire dei limiti agli altri. Coesistono diversi fattori, che si sovrappongono in ogni caso.

Tuttavia, non bisogna mai esitare a lavorare sulla propria assertività, perché i conflitti non finiscono mai nella vita: imparare a gestirli tutela la propria salute mentale.

Potrebbe interessarti ...
Stabilire dei limiti ai figli
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Stabilire dei limiti ai figli

Imporre dei limiti ai propri figli, e far capire loro il motivo, è fondamentale per educarli bene



  • Stamateas, B. (2014). No me maltrates: cómo detener y poner límites al maltrato verbal. B DE BOOKS.
  • De la Villa Moral, M., García, A., Cuetos, G., & Sirvent, C. (2017). Violencia en el noviazgo, dependencia emocional y autoestima en adolescentes y jóvenes españoles. Revista iberoamericana de psicología y salud8(2), 96-107.
  • Sahuquillo, I. M. (2006). La identidad como problema social y sociológico. Arbor182(722), 811-824.