Personalità ad alto potenziale: cosa dice la scienza

Le personalità ad alto potenziale non sempre sono caratterizzate da un QI alto. Si distinguono per la loro curiosità, il talento, la capacità di innovare con precisione e coraggio.
Personalità ad alto potenziale: cosa dice la scienza

Ultimo aggiornamento: 04 luglio, 2021

Se chiediamo a qualcuno cosa si intende per personalità ad alto potenziale, molto probabilmente ci risponderà: “una persona molto intelligente”. La verità è che oggi continuiamo ad associare il talento a elevate capacità cognitive. Tuttavia, il vero potenziale umano non risiede sempre in un QI alto come quello di Stephen Hawking.

Brillante è colui che osa trasformare la realtà andando oltre il convenzionale. Avere una personalità ad alto potenziale significa vedere ciò che gli altri non vedono ed essere in grado di ispirarli. Essere eccezionali vuol dire sfruttare le difficoltà e porsi degli obiettivi innovativi all’orizzonte che nessuno si era posto prima.

Potremmo definire questo tratto della personalità in diversi modi, ma in molti lo hanno già fatto per noi. Tanto che diverse aziende hanno iniziato a somministrare il test di personalità Myers-Briggs, basato sulle teorie di Carl Jung, per identificare alcuni tratti della personalità ad alto potenziale.

“Investire nella conoscenza produce sempre i migliori interessi.”

-Benjamin Franklin-

Quali sono i tratti della personalità ad alto potenziale?

La società ha bisogno di più di semplici persone intelligenti. Ci vogliono persone che sanno mettere a frutto il loro ingegno, qualunque sia il loro grado di intelligenza.

Perché a volte il talento risiede nella flessibilità mentale di chi sa trovare la risposta migliore al momento opportuno.

Anche in chi sa utilizzare le proprie competenze per creare gruppi di lavoro felici e motivati ​​che si dirigono verso lo stesso obiettivo.

La leadership viene ridefinita così come il concetto di personalità ad alto potenziale. Fino a non molto tempo fa associavamo questo concetto a chi produce di più, al più estroverso, al manager che offre i risultati migliori per l’azienda.

Oggi molte di queste aspettative sono state ridimensionate. Perché ciò che serve in questo momento è dinamismo, umanità, connessione, efficienza e capacità di innovare.

Per questo motivo, psicologi come Ian MacRae e Adrian Furnham dell’University College di Londra hanno condotto uno studio per delimitare le caratteristiche che definiscono questo tipo di personalità. Sono dei tratti molto interessanti che in qualche modo tutti possiamo sviluppare.

1. Essere scrupolosi, il valore dell’autodisciplina

Chi raggiunge il successo non lo fa per caso. Dietro ogni trionfo c’è disciplina, autocontrollo e sacrificio. Raggiungere questa competenza richiede un’ottima padronanza di sé, la capacità di controllare i propri impulsi e un buon uso della pianificazione strategica.

In altre parole, amare le cose ben fatte. Non è necessario essere ossessionati dalla perfezione, ma pretendere di dare sempre il meglio di sé.

Chi è scrupoloso prende le decisioni migliori, perché lo fa con coscienza, servendosi della ragione e anche di una raffinata intuizione che non lascia nulla al caso.

2. Adattamento emotivo, ovvero padroneggiare le emozioni per pensare meglio

Conosciamo tutti la grande importanza di saper regolare le proprie emozioni, così come il buon uso delle stesse. L’adattamento emotivo nella personalità ad alto potenziale è fondamentale, perché definisce la capacità di controllare lo stress quotidiano, l’ansia che quasi sempre si attacca al ritmo della vita, del lavoro e delle relazioni umane.

Le personalità ad alto potenziale si muovono a loro agio in qualsiasi ambiente. Trasmettono calma, migliorano l’ambiente di lavoro e il rapporto tra i colleghi.

Non solo sanno come regolare le loro preoccupazioni, ansie e negatività, ma rendono anche più facile per l’ambiente adattarsi alla propria armonia emotiva.

3. Saper affrontare l’incertezza e l’ambiguità

Le personalità ad alto potenziale sono consapevoli che le cose non andranno sempre come vogliono. Il mondo, le aziende, sono quasi sempre degli ambienti caotici. È comune che appaiano delle difficoltà e molte volte l’incertezza è una costante da accettare.

Questo profilo è sempre pronto per affrontare al meglio gli eventi imprevisti. Ha una mente proattiva che accetta le difficoltà in anticipo e sa come risolverle.

Invece di rimanere bloccati con ciò che non possono cambiare, le personalità ad alto potenziale non esitano ad usare la creatività. Sanno dare mille risposte e reagiscono in modo diverso a seconda dei problemi che devono affrontare.

4. Personalità ad alto potenziale: curiosa di conoscere e scoprire nuovi percorsi

Cosa sarebbe l’essere umano senza curiosità? Questo strumento di vita e di potenziale umano sta perdendo slancio nel corso degli anni. Spesso, i programmi scolastici, la routine e anche degli ambienti di lavoro molto rigidi sminuiscono completamente questa capacità.

Le personalità ad alto potenziale, invece, coltivano questa virtù: usano la curiosità per apprendere, scoprire e applicare nuovi approcci.

Colleghi che si danno la mano.


5. Le personalità ad alto potenziale sono coraggiose

Il coraggio ci permette di farci strada in mezzo alle difficoltà; ci aiuta ad andare oltre ciò che è stabilito per lasciare il posto al nuovo, a ciò che può migliorare la nostra realtà.

La personalità ad alto potenziale si distingue perché non ha paura di affrontare gli imprevisti con equilibrio: semplicemente confida nelle proprie capacità.

6. Una sana competizione come strategia di miglioramento

La competitività a volte può creare attriti e persino conflitti all’interno di un’azienda. Le personalità ad alto potenziale promuovono una sana competizione diretta verso il miglioramento.

Oltre a ciò, non esitano a unire la squadra per renderla più competitiva e far avanzare l’intera organizzazione e posizionarsi in un buon posto nel mercato.

Per concludere, un tratto che definisce una persona ad alto potenziale è il senso di fiducia che infonde agli altri.

Sono figure abili quando si tratta di ottenere il meglio dagli altri per lavorare nella stessa direzione. Sono i semi che fanno fiorire ogni scenario con innovazione, progresso e resilienza.

Potrebbe interessarti ...
Le competenze trasversali per essere un leader
La Mente è MeravigliosaLeggi in La Mente è Meravigliosa
Le competenze trasversali per essere un leader

Le competenze trasversali sono essenziali per essere un buon leader. Oggi, vi diremo quali sono e perché sono importanti.



  • Furnham, Adrian & Treglown, Luke. (2018). High potential personality and intelligence. Personality and Individual Differences. 128. 81-87. 10.1016/j.paid.2018.02.025.