Preghiera personale per la mattina

· 20 Aprile 2019
Recitare una preghiera personale ogni giorno è un modo per osservare noi stessi e per prestarci la giusta attenzione.

L’inizio della giornata è uno dei momenti più importanti della stessa. Questo perché sin dalle prime ore del mattino, possiamo raggiungere un determinato stato d’animo da mantenere fino a sera, quando andremo a letto. Per questo motivo, creando una preghiera personale ogni giorno, riusciremo a tingere la nuova giornata con i colori che desideriamo vedere.

Il potere di una preghiera personale elaborata al risveglio, al mattino, è predisporci positivamente ad affrontare tutta la giornata. Ci aiuta a concentrarci sugli obiettivi e sul senso della giornata che sta per iniziare. Apre la nostra coscienza a questo nuovo pezzo di vita che abbiamo davanti agli occhi e che è unico e irripetibile.

La preghiera è un modo per metterci in contatto con l’infinito in tutte le sue forme.

-Ariel Aldana-

In questo articolo definiamo il concetto di preghiera rivolta a se stessi e come svilupparne una per migliorare il proprio benessere.

La preghiera, uno strumento di forza

Per molte persone è difficile parlare di “preghiera personale”. In generale, la preghiera è uno strumento adottato dalle diverse religioni per comunicare con Dio. Di conseguenza, sono quasi sempre pensate ed elaborate sulla stessa credenza: la possibilità, grazie a essa, di parlare con una divinità e chiederle aiuto.

In questo caso, non ci riferiamo a questo tipo di preghiera, ma a quei rituali di parole che ci mettono in contatto con noi stessi, con l’universo e con la vita.

Ragazza con mani a cuore alba

La parola “preghiera” proviene dalla radice latina precarium, che indica carenza, povertà o stato di necessità. Ma proviene anche dalla parola precis che significa “pregare”, “supplicare” o “chiedere”. Dal punto di vista etimologico, la preghiera sarebbe una supplica che qualcuno fa quando ha bisogno di aiuto.

Nel campo della religione, è rivolta a una divinità. La preghiera personale è invece diretta alla propria coscienza. Si tratta di una richiesta, ma in questo caso non ci si affida al fato, il destino o le forze invisibili. Consiste più che altro nel concentrare tutte le proprie forze per ottenere ciò che si desidera.

Una preghiera personale, ovviamente, deve essere elaborata da noi stessi, ovvero da chi sa cosa desidera e conosce ciò di cui ha bisogno ogni giorno. Non si tratta di un ventaglio di obiettivi, ma di qualcosa che va ben oltre. L’idea è definire il senso che vogliamo dare a quella giornata in particolare, al di là di obiettivi specifici.

Come si elabora una preghiera personale?

L’ideale è non avere preconcetti su una preghiera personale, bensì ricorrere alla propria creatività per formularne una nuova ogni giorno. In questo caso, non si tratta di ripetere un insieme di parole di grande significato, come si fa, ad esempio, quando si recita un’orazione o in un mantra. Parte del potere della preghiera personale risiede proprio nel processo di creazione della stessa.

Prima di tutto bisogna capire che ogni giorno della nostra vita ha qualcosa di sacro. La vita stessa è limitata: ha una conclusione. Per questo, ogni giornata ha un valore enorme, a prescindere che si concluda con grandi eventi esterni o meno. Deve essere un’opportunità che dà spazio a grandi eventi dentro di noi.

Uomo fa una preghiera personale

Solo noi sappiamo quali sfide stiamo affrontando. Alcuni hanno bisogno di pace, altri di meno dolore. Per questo si chiama preghiera personale: perché vale solo per l’individuo che l’ha pronunciata. Si tratta di un breve messaggio, incentrato sul fare avanzare i processi interni che hanno luogo nella nostra vita.

La preghiera personale e la tranquillità

Recitare una preghiera personale ogni giorno è un modo per osservare noi stessi e per prestarci la giusta attenzione. In poche parole: ci consente di connetterci con il nostro mondo interiore. Esso, a sua volta, costituisce una via per conoscerci meglio e per indirizzare i nostri sforzi in modo più consapevole. Allo stesso tempo, ci dà un maggiore controllo sulla nostra vita.

Un esempio di preghiera personale mattutina potrebbe essere questo: “Desidero che nella giornata di oggi possa sbocciare l’amore, che possa dimostrare tutta la mia capacità di comprensione e la mia dolcezza agli altri, per fare delle mia esistenza un vero contribuito all’umanità”. Come potete notare, è una preghiera, una richiesta. Trasformarla in realtà dipende totalmente da noi.

Alba di un nuovo giorno

Per tutti questi motivi, la preghiera personale è anche un percorso per imparare a gestire le emozioni e per diventare più sereni. Riempie la nostra giornata di valore e le dà un senso. Ci permette quindi di sentirci meglio con noi stessi e con la nostra esistenza.

Infine, ci apre una nuova prospettiva, da cui possiamo vedere che ogni giorno ha un valore speciale e che dentro di noi risiede un nuovo infinito di nuovi orizzonti. Formulandone una ogni giorno, inizierete a notare subito i risultati.