Quando i narcisisti ne sanno più degli esperti

14 Maggio 2020
Nella situazione attuale, ciò di cui abbiamo meno bisogno sono i narcisisti che mettono in discussione qualsiasi informazione e qualsiasi dato imponendo la loro superiorità intellettuale e morale. Ciò che può aiutarci di più in questo momento è essere uniti e non egoisti.

C’è un principio che non viene mai smentito: i narcisisti credono di saperne più degli esperti. Lo vediamo soprattutto in questi giorni, con tutte quelle persone che sembrano avere una laurea in ogni materia scientifica: medicina, scienze infermieristiche, virologia, politica, economia, geopolitica, ecc.

Sono persone con le quali è impossibile aprire un dibattito perché si posizionano sempre un gradino sopra gli altri e considerano certe, sicure e comprovate le ipotesi che sostengono. Secondo loro, non ci sono dubbi né scappatoie.

Alfred Aldler, fondatore della psicologia individuale, ha studiato attentamente questa personalità. Molti studi, come quello condotto dal Dr. Heinz Ludwig Ansbacher, ci ricordano che il famoso psicoterapeuta austriaco aveva già sottolineato ai suoi tempi che i narcisisti rappresentavano il lato più negativo della società. Queste persone sono lontane dal promuovere il progresso dell’umanità, anzi lo ostacolano con il loro evidente egocentrismo.

Se guardiamo la situazione attuale, ci rendiamo conto che ci sono persone poco informate che continuano a diffondere informazioni. Sono quelle che, lungi dal presentare delle proposte, fanno solo critiche e che, prima di qualsiasi prova, non esitano a utilizzare i dati per alimentare discussioni, sfiducia e persino paura.

In periodi avversi come quello che stiamo vivendo, abbiamo bisogno soprattutto di persone che siano capaci di trovare dei compromessi e creare degli spazi di discussione affinché si possano sviluppare delle idee per aiutarci reciprocamente.

Uomo con una scatola disegnata in testa

Quando i narcisisti ne sanno più degli esperti: perché alcune persone si comportano in questo modo?

Quando i narcisisti pensano di saperne più degli esperti, si creano solo confusione e disaccordi. Se l’ego domina ogni nostra conversazione, situazione o interazione quotidiana, portiamo le persone allo sfinimento.

Lo vediamo più che mai nella situazione attuale. Internet e i social network sono pieni di gente abituata a mettere in discussione qualsiasi informazione, anche se le varie fonti sono affidabili.

Avere una visione critica è importante, su questo non c’è dubbio. Tuttavia, arriva un momento in cui la luce avvolta dalla nebbia quasi scompare. Coloro che credono di sapere tutto e che negano tutto senza fornire informazioni utili e senza offrire una prospettiva costruttiva non servono a molto. Distruggere e criticare solo per il piacere di farlo non è di aiuto a nessuno in questo momento.

Questi comportamenti alimentano l’incertezza e l’inquietudine. Inoltre, non dobbiamo dimenticarci delle persone che vivono con un narcisista. È importante ricordare che questa caratteristica della personalità presenta un ampio spettro di comportamenti. Quindi, ci sarà chi ne mostrerà solo alcuni tratti e chi manifesterà un chiaro disturbo narcisistico della personalità.

In quest’ultimo caso, la convivenza può essere molto complicata ed estenuante. La situazione si aggrava a causa della quarantena e della crisi mondiale dovute al Coronavirus. In questo contesto qualsiasi disturbo psicologico o caratteristica della personalità si amplifica.

Narcisisti: quando il complesso di superiorità si unisce al complesso di inferiorità

Quando i narcisisti pensano di saperne più degli esperti, quello che mostrano è in realtà una necessità. Ci riferiamo all’esigenza di voler mostrare una presunta superiorità intellettuale. Nel tentativo di apparire più intelligenti su qualsiasi argomento scientifico, cercano di dominare e sopraffare gli altri.

Queste persone vogliono farci credere che il mondo sia diviso in due parti. Da un lato c’è chi non sa nulla e dall’altro ci sono loro che sanno tutto.

Perché si comportano in questo modo? Alfred Adler, che ha portato avanti gli studi di Sigmund Freud sulla personalità narcisistica, aveva già sottolineato un aspetto importante. Il narcisista presenta una combinazione di complesso di superiorità e complesso di inferiorità.

In genere, queste persone hanno una bassa autostima. La visione che hanno di loro stessi, li spinge ad adottare comportamenti di protezione che portano all’esagerazione, alle manie di grandezza e a criticare sempre e comunque ogni cosa.

Non dimentichiamo, inoltre, un altro dato importante: il complesso di superiorità è il peggiore dei meccanismi di difesa. Perché? Perché è sempre dannoso.

Donna e uomo che parlano animatamente

Il potere dell’umiltà intellettuale

I narcisisti pensano di saperne più degli esperti, così è stato e così sarà sempre. Lungi dall’aiutare nei momenti difficili, amplificano le difficoltà aumentando le distanze tra le persone. Anche le aziende e le società lo sanno: i leader narcisistici non sono graditi né utili.

Se negli anni ’80 e ’90 i capi individualisti e aggressivi che gestivano l’azienda con un approccio verticale erano graditi, ora la situazione è cambiata. Nelle situazioni più complesse vince chi sa fare squadra, chi apporta idee e non chi critica in continuazione.

In questo momento, più che mai, abbiamo bisogno di sentirci uniti e se qualcuno alimenta i disaccordi criticando in continuazione, si crea solo malessere e disagio. Dobbiamo essere chiari, vince sempre chi, con adeguata umiltà cognitiva, è in grado di ascoltare, apprezzare altri punti di vista e suggerire proposte.

Abbiamo bisogno di personalità brillanti, ma umili e dotate, inoltre, di intelligenza emotivaNella società attuale non c’è posto per i narcisisti. Certo, sappiamo che siamo obbligati a vivere con loro. Tuttavia, possiamo evitare di dar loro potere per non alimentare discussioni inutili e controproducenti.

  • Ansbacher H. The significance of Alfred Adler for the concept of narcissism. Am J Psychiatry. 1985 Feb;142(2):203-7. DOI: 10.1176/ajp.142.2.203