Relazione tra stress e cattiva alimentazione

6 novembre 2015 in Curiosità 0 Condivisi

Lo stress è già un problema di per sé. Spesso, può portare anche ad abitudini di vita poco salutari, quindi si crea un circolo vizioso in cui si mangia male perché stressati.

Il numero di persone che soffre di stress a causa di carenze nutrizionali e cattive abitudini alimentari aumenta ogni giorno di più.

Quando siamo sotto pressione e molto stressati, tendiamo a scegliere alimenti meno nutrienti, quindi cibi ricchi di zuccheri raffinati e di grassi saturi. Queste opzioni alimentari possono generare ancora più stress a lungo andare, così come altri problemi di salute.

Abitudini alimentari poco salutari in situazioni di forte stress

Un buon modo per tenere sotto controllo lo stress nei momenti più critici è fare attenzione all’alimentazione.

A seguire, vediamo quali sono le opzioni poco salutari più comuni. Se le identificate e riuscite a controllarle, sarete anche in grado di regolare i livelli di stress o per lo meno impedire che aumentino.

1. Bere troppo caffè

Il caffè è un potente stimolante che ci fa sentire pieni di energia, in quanto agisce direttamente sul cervello e aiuta a combattere la fatica e la sonnolenza. Tuttavia, il caffè ha anche profondi effetti sul corpo e deve essere considerato come una bevanda che potenzialmente crea dipendenza.

Anche se il caffè bevuto con moderazione può avere dei benefici, è dimostrato che l’abuso di caffeina aumenta la tensione. La caffeina è presente anche nel tè, in alcune bibite, nelle bevande energetiche e nel cioccolato.

La caffeina fa aumentare i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, quindi può provocare mal di testa, palpitazioni e nervosismo.
Condividere
Caffè

2. Alimenti che aumentano i livelli di cortisolo

Il caffè non è l’unico alimento che aumenta i livelli di cortisolo. Anche gli zuccheri raffinati e i carboidrati semplici, aumentano i livelli di questo ormone dello stress.

Anche gli alimenti ricchi di grassi saturi e di grassi trans possono innalzare i livelli di cortisolo. Questi grassi sono presenti negli aperitivi più elaborati e negli alimenti fritti.

In grandi quantità, i prodotti di origine animale, come le carni rosse, il formaggio e i latticini derivati da latte intero possono rivelarsi responsabili di alterazioni nei livelli di cortisolo.

Per mantenere i livelli di cortisolo sotto controllo, è meglio scegliere carboidrati complessi ricchi di fibra e alimenti ricchi di grassi monoinsaturi e polinsaturi.
Condividere

3. Saltare i pasti

Un’altra cattiva abitudine che hanno molte persone quando sono sotto stress è quella di saltare i pasti. Tuttavia, mangiare è fondamentale per mantenere sotto controllo lo stress.

Grazie ai pasti della giornata, l’organismo riceve i nutrienti e l’energia di cui ha bisogno per funzionare correttamente. Tuttavia, come vi abbiamo già anticipato, non va bene mangiare qualsiasi cosa.

Per molte persone, la scusa per non mangiare e saltare i pasti è la mancanza di tempo o le troppe cose da fare. Il semplice fatto di mangiare, però, aiuta il corpo a riposare e il cervello a rilassarsi, alleviando così parte della tensione accumulata.

Un’alternativa per mangiare in maniera salutare senza complicarsi troppo la vita è optare per le bevande energetiche naturali oppure i frullati verdi. Sono semplici e veloci da preparare e apportano i nutrienti e l’energia necessari e facili da assimilare.
Condividere

Frullato-verde

4. Non bere acqua

Bere acqua è molto importante per il buon funzionamento dell’organismo, compreso il cervello. Oltre ad avere una funzione vitale, l’acqua esercita anche una potente azione anti-stress. Quando ci fermiamo a bere un po’ di acqua, il cervello riceve un messaggio di tranquillità.

Se avete tempo di fermarvi un secondo e bere è per evitare di aumentare lo stress e per far tranquillizzare la vostra mente.
Condividere

5. Mangiare in maniera compulsiva

Mangiare in maniera compulsiva ed emotiva è un altro modo di reagire di fronte allo stress, soprattutto se si lascia passare molto tempo senza mangiare nulla né bere acqua.

Quando si mangia in maniera emotiva, di solito si opta per gli alimenti meno indicati, come il cibo spazzatura o gli alimenti ricchi di grassi e di calorie.  

Per evitare questo, tenete sempre presente che esistono altre alternative alimentari più salutari per calmare l’appetito, specialmente frutti rinfrescanti e acqua.

La cattiva alimentazione non solo compromette i livelli di stress, ma abbassa anche le difese immunitarie e può provocare problemi di salute. Mangiare bene aiuta a ridurre lo stress e a migliorare la salute sia fisica sia mentale.
Condividere
Guarda anche