Di che tipo di stress soffrite?

· 19 ottobre 2015

La più grande arma contro lo stress è la nostra abilità nello scegliere un pensiero piuttosto che un altro.

William James

Lo stress è un’alterazione, una condizione di nervosismo che proviamo di fronte ad una situazione in cui ci sentiamo sopraffatti. Quando, ad esempio, dobbiamo rendere più del solito nel periodo di esami all’università, lo stress bussa alla nostra porta.

Lo stress può essere positivo quando ci aiuta a ricaricare le batterie e a concentrarci. Può anche essere negativo e ostacolarci quando dobbiamo portare a termine un lavoro. Oggi parleremo dei diversi tipi di stress di cui tutti almeno una volta nella vita abbiamo sofferto o soffriamo.

Una volta individuato il tipo di stress di cui soffrite, potrete affrontarlo nel migliore dei modi. Scopriamo insieme i diversi tipi di stress.

Eustress

L’eustress è un tipo di stress molto positivo. È stimolante e motivante, quindi fa sì che la persona in questione renda in maniera positiva. L’eustress dona la vitalità e l’energia che fino a quel momento sembravano spente o assenti.

Stress2

In quali situazioni l’eustress è di aiuto? Ad esempio durante la sessione di esami all’università, sappiamo di dover studiare molto, ma non riusciamo a farlo. Molte persone devono aspettare fino a pochi giorni prima dell’esame per avvertire lo stress e trovare la motivazione e la concentrazione per recuperare anche il lavoro non fatto nei giorni precedenti.

Questo tipo di stress aumenta anche la nostra capacità di essere essere creativi. Immaginate di dover realizzare un nuovo progetto nella vostra azienda e di dover dare un contributo nuovo ed originale. Avete bisogno di idee!

L’eustress può stimolare idee nuove che prima non avevate. Il problema dell’eutress? Non si manifesta fino all’ultimo momento e, biologicamente parlando, non è possibile resistere in questa condizione per molto tempo.

Distress

Contrariamente all’eustress, il distress è molto negativo. Si tratta di un tipo di stress sgradevole che si manifesta di fronte ad una minaccia. L’ansia, il panico o la paura sono alcuni dei sintomi che accompagnano chi soffre di distress.

Il distress può sorgere in seguito alla perdita del lavoro, alla malattia di un familiare, a un incidente… È una situazione che cambia improvvisamente, qualcosa che non ci aspettavamo e che ci sorprende. In definitiva, possiamo dire che un cambiamento nella routine, nella vita in generale, può essere accompagnato dal distress.

Le pressioni sono positive, le preoccupazioni sono positive, ma quando sono eccessive, sono un veleno che uccide.

Bernardo Stamateas

Questo, però, non è l’aspetto più grave. Liberarsi di questo tipo di stress è molto difficile. Bisogna lottare molto, essere molto forti per affrontarlo e fare in modo di non farsi travolgere. Questo tipo di stress, inoltre, può portare a sviluppare malattie.

Probabilmente, si comincia con raffreddori, allergie o eczemi che poi si fanno sempre più comuni. Queste condizioni possono poi sfociare in disturbi più gravi. Fate attenzione in caso soffriate di distress. Non fatevi sopraffare!

Iperstress

Soffriamo di iperstress quando siamo sovraccaricati di sensazioni emotive smisurate. Non siamo in grado di elaborare queste emozioni e per questo ci sentiamo saturi.

Stress3

Quando si manifesta l’iperstress? Quando facciamo qualcosa, un’attività, un compito che richiede uno sforzo eccessivo. Pensiamo ancora al lavoro, che spesso richiede davvero uno sforzo notevole. Diamo più di quanto possiamo dare, siamo sopraffatti e basta pochissimo per farci esplodere.

La rabbia e il crollo emotivo possono presentarsi in qualsiasi momento. Quando esigiamo troppo da noi stessi, si scatena un’esplosione emotiva che sarà impossibile contenere.

Ipostress

L’ipostress è una conseguenza della noia e della mancanza di motivazione. È una tipologia di stress molto diverse rispetto alle precedenti. Uno stress che non è legato alla pressione o alla tensione, anzi, tutto l’opposto.

Questo tipo di stress colpisce le persone inquiete, molto creative, che si ritrovano a dover fare lavori ripetitivi. Si sentono bloccate o incapaci di realizzare quello che vogliono per diversi motivi. In questa condizione, le persone si stressano. Hanno la necessità di vivere esperienze diverse, di occuparsi di cose che richiedano un continuo apprendimento o di sperimentare nuove cose.

Stress4

Vi sarete di sicuro identificati in una di queste descrizioni, magari alla fine delle vacanze, quando arriva il momento di tornare al lavoro, di fissare gli obiettivi, di sentire ancora la pressione… È questo lo stress di cui soffrite?

Queste quattro tipologie di stress che vi abbiamo descritto possono anche manifestarsi insieme oppure in diverse situazioni della vita. Tuttavia, c’è sempre una tipologia predominante rispetto alle altre. Soffrite di eustress, ma anche di ipostress? Condividete con noi la vostra esperienza.