Situazione economica: consigli per migliorarla

· 23 febbraio 2018

La situazione economica è uno di quegli argomenti a cui a volte diamo un’importanza spropositata. Sappiamo tutti che ci sono cose più importanti, ma la verità è che quando bisogna fare i conti a fine mese, non possiamo fare finta di niente. O paghiamo o paghiamo.

Se i conti a fine mese non sono un problema, a volte lo è desiderare qualcosa che sembra molto difficile da ottenere. Per quanto ci sforziamo, vediamo la meta troppo lontana. Aumentiamo il budget, ma pur così resta tutto un desiderio.

“Vuoi essere ricco? Non affannarti ad aumentare i tuoi beni, ma a ridurre la tua avidità.”

-Epicuro da Samo-

Di certo non mancano i casi di chi compra tutto quello che vuole, ma è sempre sull’orlo della bancarotta. Solo a una minima parte della popolazione non viene il mal di testa quando si parla di finanze. È un argomento scomodo e a volte non ci lascia in pace.  

Tuttavia, in generale i problemi non derivano dalla quantità di denaro che si guadagna o che si smette di guadagnare. L’aspetto cruciale riguarda il modo di amministrarlo. Vi è tranquillità solo quando si garantiscono alcuni aspetti fondamentali. È sempre possibile esercitare un controllo migliore sulla propria situazione economica e a seguire vi diamo cinque suggerimenti per riuscirci.

5 modi per godere di una situazione economica migliore

1. Risparmiare: la base di una buona situazione economica

È difficile parlare di risparmio in tempi nei quali il consumismo ha raggiunto livelli estremi. Di fatto, non si parla più del proprio patrimonio, ma della propria capacità di consumo. Siamo continuamente bombardati da offerte, promozioni e inviti a spendere.

Situazione economica salvadanaio a forma di porcellino

Risparmiare è un’abitudine che risulta fondamentale per raggiungere una situazione economica stabile. Gli economisti hanno precisato quale deve essere l’ammontare di questo risparmio: il 10% degli introiti. Se ci abituiamo all’idea che questo 10% non ci appartiene mai, che è come una tassa che dobbiamo pagare, sarà tutto molto facile. Non dobbiamo spendere questi soldi per almeno un anno. Ci sorprenderemo di quanto possa risultare efficace per acquistare quello che desideriamo e che resta sempre una voglia.  

2. Avere un fondo di emergenza 

Molte volte una buona situazione economica va in fumo a causa di un imprevisto costoso. Un danno inatteso in casa, una malattia o un viaggio di emergenza sono gli imprevisti più comuni.

Per questo motivo, è necessario creare e mantenere un fondo di emergenza. Ancora una volta gli economisti hanno una risposta alla domanda su “quanto destinare a questo fondo”. Dicono che l’ideale è il 5% degli introiti. Anche in questo caso bisogna pensare che questi soldi non ci appartengono. Dobbiamo intenderlo come un debito con il nostro benessere, che dobbiamo pagare ogni mese.

3. Garantire la propria sicurezza sociale

È un accorgimento sul quale bisogna insistere soprattutto con le persone più giovani. In giovane età la vecchiaia sembra inesistente. Tuttavia, esiste e può arrivare con tutto il suo rigore, mettendoci in una posizione di estrema vulnerabilità.

Mani su monete da cui nasce una piantina

Attualmente non vengono offerti sempre lavori con tutte le garanzie previste dalla sicurezza sociale. Qualora sia così, bisogna comunque investire in un fondo o fare un risparmio aggiuntivo per la vecchiaia. Vi è una percentuale anche per questo: si consiglia il 15%. E se è possibile, di più. Contare su una certa disponibilità economica durante l’ultima tappa della propria vita non ha prezzo.  

4. Fare un preventivo mensile

Per avere una situazione economica stabile, è necessario fare un preventivo mensile. È molto importante sapere quanti soldi guadagniamo e come li spendiamo, soprattutto se le nostre entrate non sono fisse. Tenere i conti è un po’ deprimente, ma è assolutamente necessario.

Sulla base di quanto già detto, dai propri introiti mensili bisogna dedurre un 30%. Il resto corrisponde a quello che è possibile considerare davvero l’ammontare destinato alle spese. Alcuni possono pensare che sia troppo, ma se ci pensiamo bene, si tratta soprattutto di una questione di abitudine. A volte le entrate aumentano, ma la situazione è sempre precaria; questo si deve alla mancanza di disciplina con il preventivo.

 5. Non comprare in modo impulsivo

Torniamo all’inizio: ci troviamo in una società che ci incita continuamente a consumare. Molti annunci sono direttamente orientati a generare acquisti impulsivi. Per questo motivo, offrono grandi attrattive per vincere la nostra resistenza.

Donna con bancomat

Senza accorgercene, spesso finiamo per compare cose di cui in realtà non abbiamo bisogno. E ancor peggio: cose che in realtà non desideravamo. Ci siamo lasciati trascinare da quel 70% di sconto o da una moda di consumo che alla fine non apporta nulla di buono.  

Anche se non sembra, i soldi sono strettamente relazionati alla psicologia e all’organizzazione. Il loro significato, il loro uso e le loro conseguenze sono tematiche esistenti molto più nella mente che nella realtà obiettiva. Godere di una buona situazione economica è decisivo per la propria tranquillità. Bisogna far quadrare i conti affinché i soldi non ci tolgano il sonno.