Smettere di rimuginare: 7 trucchi

· 22 luglio 2018

Alcuni hanno l’abitudine di pensare troppo a tutto. Pensano e ripensano continuamente alle stesse cose. Non fanno che rimuginare sui pensieri, fermandosi e riempiendosi di angoscia. In questi casi si pensa troppo, si fa poco, si sta male e non è possibile evitarlo. Come smettere di rimuginare per recuperare la calma?

Questa situazione si presenta quando siamo pieni di insicurezze o ci lasciamo sopraffare dalle nostre paure. È indice del fatto che abbiamo dei dubbi, cosa che di per sé non sarebbe negativa. A essere molto negativo è rendere il dubbio e l’inazione un modo di vivere e non smettere di rimuginare.

” Non c’è nulla di buono o cattivo al mondo se il pensiero non lo fa tale.”

-William Shakespeare-

Quasi nessuno giunge a conclusioni efficaci se passa il tempo a rimuginare, al massimo si riempie di ansia e teme sempre di più l’azione. Non ottiene mai quello che desidera davvero: un risultato preciso, perfetto e privo di rischi. Per questo non ne vale la pena. A seguire vi presentiamo alcuni consigli per smettere di rimuginare.

Come smettere di rimuginare

1. Stabilire scadenze per prendere decisioni

Se ci concediamo tutto il tempo del mondo per prendere una decisione e abbiamo la tendenza a rimuginare, molto probabilmente non passeremo mai all’azione. Forse ci risulta difficile rinunciare ad alcune cose e ottenerne altre, proprio quello che implica prendere una decisione.

Donna con una matita sospesa

Il modo migliore per evitarlo è impostare una scadenza per risolvere i nostri problemi. L’ideale è non prendere troppo tempo, anche se la decisione è complessa. Al massimo un giorno, anche se la maggior parte delle decisioni non dovrebbe richiedere più di un’ora.

2. Non rimandare

Quando rinviamo le cose che dobbiamo fare, complichiamo la situazione. Se è già chiaro che dobbiamo fare qualcosa, non c’è motivo di aspettare. Facciamola, anche se ci sono ostacoli o dobbiamo superare delle resistenze.

Il problema è che le cose in sospeso ci inducono a rimuginare. Dobbiamo organizzare i nostri piani per portarle a termine. Ciò ci porta via del tempo prezioso che potremmo spendere per qualcosa di molto più produttivo.

3. Dare la giusta prospettiva alle cose

A volte pensiamo troppo a cose che non meritano tanto tempo. Piccole situazioni o decisioni che non hanno un significato importante. E potremmo anche avere l’abitudine di pensare troppo a tutto, finendo per ingigantire le piccolezze.

Ragazzo su uno scoglio che rimugina

Una buona tecnica è analizzare quanto la cosa in sé sarà importante dopo una settimana, un mese o un anno. Quali conseguenze possono derivare da questi errori. Se non è qualcosa che influisce a medio e lungo termine, non è necessario pensarci così tanto.

4. Fermarsi in tempo

Alcune circostanze non favoriscono il pensiero lucido. Ad esempio, quando siamo stanchi, diventiamo più lenti a ragionare e siamo più irascibili. In seguito a ciò, cadiamo facilmente in concatenazioni di pensieri negativi.

Accade lo stesso quando non mangiamo, siamo esaltati, tristi o di malumore. In questi casi, la cosa più indicata è non permettersi di pensare. Bisogna dirsi semplicemente “non ora”. Aspettate un momento più favorevole per farlo.

5. Non alimentare paure imprecise

Non è per niente difficile provare paura. Siamo perseguitati da diverse paure, perché viviamo in una società paranoica e perché l’incertezza è una costante nella vita, pur adottando ogni misura preventiva per evitarlo.

Donna che continua a pensare

Quando veniamo sopraffatti da un timore, dobbiamo esercitarci a specificare meglio di cosa si tratta. Di cosa abbiamo paura esattamente? Molto probabilmente questo ragionamento ci aiuta a capire che non c’è davvero alcun motivo per sentirsi in questo modo e, quindi, ci è possibile smettere di rimuginare.

6. Allentare il controllo

Dobbiamo ammettere che nulla nella vita è esente da rischio. Quando qualcuno dubita sempre e comincia a rimuginare su tutto, sicuramente vuole avere il controllo sull’incontrollabile.

In un modo o nell’altro, ciascuna delle nostre azioni è un piccolo salto nel vuoto. Se cerchiamo di eliminare il rischio, entreremo in un ciclo nevrotico di inazione. Anche l’inazione ha dei rischi, quindi è meglio lasciar andare e lasciare che le cose accadano come devono accadere.

7. Dormire bene, dormire bene, dormire bene

Gran parte della nostra vita psichica funziona bene grazie al sonno. Dormire bene fornisce una base fondamentale per mantenere una buona salute fisica e mentale. La mancanza di sonno genera gravi conseguenze, tra cui rendere il nostro pensiero confuso e decisamente vagante.

Donna che dorme su un'amaca

Questo è il motivo per cui il motto dovrebbe essere quello di dormire bene sempre. Il sonno è una di quelle attività (perché è un’attività) che dobbiamo custodire gelosamente. Non dobbiamo permettere a nulla di alterarlo, tanto meno al rituale del “rimuginare”.

Tutti questi trucchi per smettere di rimuginare sono linee guida che possono essere di grande aiuto. Rimuginare non porta da nessuna parte, è di quelle abitudini che non fanno altro che ostacolare tutto e impedirci di condurre una vita più sana.