Soffrite di depressione nascosta?

12 settembre 2017 in Psicologia 1193 Condivisi

La depressione nascosta è un argomento di cui non si parla molto, il che può essere preoccupante se pensiamo che la depressione è uno dei disturbi più in crescita nel mondo. Tuttavia, molto spesso i sintomi passano inosservati, anche per chi ne soffre.

È possibile che ci siano molte persone nel mondo che necessitano di aiuto, ma che non se ne rendano conto. Il problema è che una condizione mentale o emotiva problematica tende a diventare più complessa e profonda se non le si dà la sufficiente attenzione nel momento giusto. Senza contare tutti gli effetti collaterali che si generano poi in ambito sociale e si riflettono nella salute fisica.

“I migliori rimedi contro la depressione sono le buone azioni e dei bagni caldi”.

-Dodie Smith-

È importante non ignorare le sensazioni di inadeguatezza o delusione quando sono persistenti. Non devono essere viste come nemici. Potrebbero essere un segnale di allarme che ci avvisa di un problema più profondo. E non vanno ignorati nemmeno i seguenti segnali, tipici sintomi di depressione nascosta.

Desiderio di non alterare la propria routine

Noi tutti tendiamo a creare delle routine per rendere più facile la nostra vita, soprattutto per semplificare i compiti abitudinari. Se ogni giorno fosse totalmente diverso dal precedente, consumeremmo troppa energia mentale, dovendoci adattare di continuo. La routine è positiva quando ha a che fare con azioni semplici, per le quali non vale la pena concentrarsi ogni volta. Inoltre, è normale cercare stabilità negli ambiti più importanti.

La routine diventa problematica quando crea fastidio o quando fa sembrare che tutto sia ristagnante. Si soffre di depressione nascosta quando questa routine di vita non genera benessere. Quando qualsiasi cambiamento crea in noi un rifiuto o addirittura ci irrita. Il problema si presenta quando adottiamo un atteggiamento di “lasciar scorrere” il tempo per mancanza di interesse o di fiducia nei cambiamenti.

Ricorrere spesso alle bugie

Le persone che mentono spesso riguardo a cose semplici legate al proprio stile di vita potrebbero soffrire di una forma di depressione nascosta. Quando gli si chiede come stanno, rispondono in modo positivo, nonostante tale risposta sia ben lontana dalla realtà. Se gli si fa notare che sembrano “spente”, rispondono di essere semplicemente stanche. Evitano di parlare del loro reale stato di salute e a volte inventano storie su ciò che fanno nel tempo libero.

Spesso trovano qualche scusa quando gli si propone un piano alternativo. Hanno paura delle riunioni sociali e sebbene la routine gli pesi, hanno paura di fare qualcosa di diverso dal solito. Non vogliono che gli altri sappiano come stanno davvero. Lo nascondono di proposito perché in fondo sanno che c’è qualcosa che non va e non vogliono mostrarlo.

Sentirsi a disagio quando si è in compagnia

Le persone che soffrono di depressione nascosta tendono a essere solitarie. L’isolamento sistematico senza un proposito specifico è un segnale inequivocabile di un problema emotivo. In questo caso specifico, non si tratta di persone timide o introverse, bensì di individui infastiditi dall’avere qualcuno vicino.

La maggior parte delle conversazioni in cui sono coinvolte risultano superficiali o artificiali, sembrano più programmate e meditate che naturali. Parlano solo di temi generali, che non le coinvolgono personalmente. Se qualcuno tenta di sapere di più della loro vita, oltrepassare la barriera di ciò che si considera pura cortesia per passare alla confidenza, evitano il discorso. Inviano chiari segnali di non voler entrare in confidenza con nessuno. Possono essere sorridenti e simpatici, ma mettono sempre una barriera quando si cerca una conoscenza più approfondita.

Eccessivo consumo di alcune sostanze

Un altro sintomo che avvisa di una depressione nascosta è il consumo di qualsiasi sostanza eccitante. Chi soffre di questo problema cerca, senza accorgersene, di compensare alla sensazione di vuoto e disinteresse con stimoli chimici e biologici che gli permettono di sentirsi un po’ meglio.

Di solito iniziamo ad assumere alcolici, cibi con alti livelli di zucchero o caffeina in eccesso. Queste tre sostanze offrono stimoli percepiti come necessari. A mostrare un consumo anormale di tali sostanze sono la frequenza e la quantità con cui si abusa delle stesse.

Con la depressione nascosta, compaiono anche altri sintomi, quali disturbi del sonno, cambiamenti nelle abitudini alimentari, sensazione di vuoto e di totale abbandono, mancanza di interesse nella maggior parte delle attività e fastidi gastrointestinali.

Se si conosce qualcuno che mostra molti di questi sintomi, è necessario prestarvi attenzione. Bisogna avere rispetto per le distanze, ma anche mostrarsi affettuosi e disponibili ad ascoltare e aiutare. Se si sospetta di soffrire in prima persona di depressione nascosta, bisogna prendere molto seriamente la questione. A volte sono sufficienti piccole azioni terapeutiche o una breve terapia per far sparire questo malessere che impedisce di godere appieno della vita.

Guarda anche