Sotto il sole della Toscana: ricominciare dopo il divorzio

· 15 ottobre 2018

Esiste canzoni, serie tv, film o libri che ci possono aiutare a ricominciare dopo una rottura, come un divorzio. Sotto il sole della Toscana è uno di questi, con attrice protagonista Diane Lane, presente in altri film quali Partnerperfetto.com o Come un uragano. Sotto il sole della Toscana racconta la storia di una donna intenta a riprendere in mano la sua vita in seguito a un divorzio.

Una rottura sentimentale porta con sé un brusco cambiamento nel nostro progetto vitale, che ci obbliga a riprogrammare la nostra vita e a reinventarci. Un processo di autoconoscenza che ci permette di capire chi siamo davvero.

È innegabile che durante una separazione si vivono momenti davvero duri in cui si deve fronteggiare la solitudine, imparare a convivere con sé stessi, ad amarsi e a coccolarsi. Questo processo ci sarà utile per scegliere meglio la persona che merita di starci accanto, lasciando che sia l’amore a trovarci, senza doverlo cercare.

“Una separazione ci porta ad affrontare una fase della nostra vita estremamente dura, ma allo stesso tempo affascinante.”

La vita apparentemente perfetta

All’inizio di Sotto il sole della Toscana la protagonista Frances Mayes è immersa in una vita apparentemente perfetta, circondata dal prestigio personale e professionale. Eppure, il suo progetto di vita si guasta quando scopre che il marito la tradisce con un’altra donna. In un istante cambia tutto e la vita all’apparenza perfetta e invidiabile si trasforma in un incubo nel quale Frances si sente totalmente persa. La sua unica opzione è quella di ricominciare.

Quando si rompe con il partner, si avvia un cambiamento molto importante, si passa dall’essere in due all’essere soli. Dal condividere un progetto di vita a doverne sviluppare uno in autonomia. Quest’ultimo pensiero viene ben evidenziato nella pellicola dal fatto che la figura dell’ex marito non compare mai. Il film vuole infatti concentrarsi sulla protagonista e sulla sua scoperta di sé.

Frances sotto il sole della toscana

Ricostruire la nostra vita

In seguito a una separazione vi è sempre un momento di ricostruzione. La vita a cui ci eravamo abituati non c’è più e bisogna quindi affrontarla in altro modo. Un processo più o meno duro a seconda di diversi fattori, tra cui spicca il grado di dipendenza affettiva. In molti casi il progetto di vita è costruito a metà dai membri della coppia, che hanno accantonato le loro individualità, cosa che rende molto difficile ricominciare da soli.

Le persone emotivamente dipendenti spesso sostituiscono in fretta l’ex partner o, al contrario, si chiudono nella propria solitudine rifiutando l’amore. Anche se in Sotto il sole il della Toscana non è del tutto chiaro, Frances sembra uscire da una relazione nella quale dipendeva enormemente dal marito, nonostante fosse proprio lei a mantenerlo economicamente.

Non perdere la speranza

Nonostante il dolore, la protagonista non perde la fiducia nell’amore, e guarda il mondo che la circonda con curiosità e speranza. Osserva l’anziano che lascia dei fiori sulla tomba di una donna sconosciuta, due giovani che cominciano una potentissima e folle storia d’amore, gli uomini che la circondano…

È importante mantenere la speranza, osservare l’amore presente attorno a noi e lasciare che ci raggiunga in ogni momento, perché lo meritiamo tutti. La verità è che arriverà al momento giusto, spesso proprio quando smettiamo di cercarlo con tanta ansia.

“Anche scuotendo con forza la clessidra, ogni granello cadrà al momento giusto. Non forzare nulla, tutto arriva.”

-Anonimo-

Un viaggio pieno di metafore

Sotto al sole della Toscana racconta il viaggio in un luogo sconosciuto e bellissimo come la Toscana. Questo viaggio altro non è che una metafora, dato che il vero luogo sconosciuto e bellissimo è dentro Frances e rappresenta tutta la forza e il potenziale che deve far emergere.

Il viaggio della protagonista comincia in modo inaspettato. All’improvviso si ritrova fuori dalla propria zona di comfort in un autobus pieno di coppie omosessuali che cominciano ad applaudirla in segno di sostegno. La protagonista si apre a poco a poco all’ignoto, comincia ad ascoltare la propria voce interiore e a lasciarsi guidare dall’istinto, finché quest’ultimo non la convince a comprare una casa in rovina in un paese straniero.

La casa simboleggia lo stato emotivo di Frances, dato il suo bisogno di un profondo rinnovamento. Frances trova la forza e il coraggio per riprendere il suo progetto di vita, scegliendo la casa appena acquistata come nuovo scenario.

Appena prima di comprare la casa, conoscerà un uomo che avrà un ruolo chiave nella sua guarigione. Un uomo che la tratterà con rispetto e la accompagnerà in modo platonico nella sua evoluzione. Quest’ultimo è senza dubbio uno dei personaggi più importanti del film.

“Tutti abbiamo dentro un’insospettata riserva di forza che emerge quando la vita ci mette alla prova.”

-Isabel Allende-

Scene imperdibili di Sotto il sole della Toscana

In Sotto il sole della Toscana nasce una relazione speciale tra la protagonista e l’uomo conosciuto. Una relazione che dà vita a scene imperdibili. In una di queste, durante una tempesta, Frances è costretta ad affrontare le sue paure e lui si preoccupa per lei. In quel momento la protagonista capisce di essere fortunata ad avere un amico così buono, un uomo disposto ad aiutarla senza chiedere nulla in cambio. Un uomo integro e fedele.

Un’altra scena molto importante che vede coinvolto il personaggio maschile è quella in cui Frances condivide con lui il suo desiderio che un giorno nella casa vada a vivere una famiglia e che si possa celebrare un matrimonio nel giardino. La donna sente di poter essere proprio lei la protagonista di quel desiderio e si sente libera di condividere i suoi pensieri e sentimenti con l’amico.

Quando poi il matrimonio in giardino si celebra davvero, l’uomo ricorda a Frances che il suo desiderio si è avverato. Lei, riflettendo, capisce che è così, ma non nel modo in cui sperava. A questo punto è già una persona completa e ormai felice, pronta a ricevere amore.

 “Non cercare tanto, ma lasciati trovare facendo ciò che ti piace”.

-Guada-Frances

Fasi di guarigione

Nel processo di guarigione la protagonista cambia il proprio modo di relazionarsi agli altri, attraverso diverse fasi. In un primo momento ha bisogno di sicurezze e si butta sulla ristrutturazione della casa, finché non si stanca di quell’attività e decide di partire per un altro viaggio, questa volta a Roma. Si tratta di un passaggio importante.

Dopo una separazione, abbiamo spesso bisogno di stare tranquilli e soli, liberi, ma senza distrazioni. Stare semplicemente con noi stessi, in un ambiente sicuro e circoscritto. Arriva poi un momento in cui le pareti di casa ci sembrano strette, ci sentiamo più forti e cominciamo a nutrire il bisogno di relazionarci con gli altri, uscire e goderci la vita. Uscire dalla nuova zona di confort per affrontare nuove situazioni e nuove sfide.

L’amore nelle sue diverse forme

Frances cambia il suo modo di relazionarsi con gli uomini. La protagonista ha vissuto la relazione con l’ex marito in modo puramente fisico ed emotivo, tanto da sentirsi completamente persa una volta conclusosi il matrimonio. Durante il film la vediamo illudersi per un flirt con un uomo che risulterà sposato, intenta a definire il tipo di relazione instaurata con l’amico che la accompagnerà per tutta la storia, non a suo agio in presenza di altri uomini e vivere una pazza avventura quando conosce finalmente Marcello.

Durante l’intera durata di Sotto il sole della Toscana, Frances scopre che ci sono molte persone attorno a lei che può amare in modo diverso. Scopre che la vita è immensa e non può essere condivisa con una sola persona. Ogni personaggio incontrato le rivela una parte di sé stessa. La aiuta a diventare cuoca, restauratrice, amica, scrittrice, madre, zia, amante, bambina… Scoprendo infine che esistono diverse forme di amore e che l’amicizia è una di esse.

“Tutto ciò che sappiamo dell’amore è che l’amore è tutto.”

-Emily Dickinson-

Ricominciare

Sotto il sole della Toscana è un film che ci permette di viaggiare attraverso paesaggi meravigliosi e a livello emotivo ci consente di ricordare fasi di sviluppo personale che tutti noi abbiamo sicuramente vissuto.

Ma non vedremo soltanto il nostro riflesso, potremo riconoscere lo sviluppo di altre persone. Ricorderemo i percorsi interiori di amici e familiari a seguito di divorzi o rotture sentimentali. I cuori infranti sono in grado di ricostruirsi grazie all’amore nelle sue distinte forme, proprio come una casa in rovina.

In Sotto il sole della Toscana vediamo che la ristrutturazione della casa procede di pari passo con la ricostruzione emotiva di Frances. Finalmente l’anziano dei fiori la saluta, mentre da un vecchio rubinetto torna a scorrere dell’acqua, metafora dello scorrere della vita.

“Guarisci quando lasci andare ciò che già non c’è più.”

-Anonimo-

Sotto il sole della Toscana è senza dubbio un inno alla vita. Un inno di speranza, un viaggio di trasformazione pieno di sconfitte e di vittorie, di finali che cedono il passo a nuovi inizi. Siamo testimoni di diverse storie d’amore che nascono, ed altre che muoiono.