Amarsi e proteggersi: stabilire dei limiti

· 25 luglio 2018

Tutti amiamo e ognuno a modo suo. Abbiamo il potere di relazionarci come desideriamo e dipende tutto dall’atteggiamento che scegliamo. A partire da questa scelta, interagiamo con gli altri, con il mondo e, ovviamente, con noi stessi. Tra tutte queste forme d’amore, la più importante e che funge da supporto alle altre è quella che riguarda noi stessi. Bisogna amarsi e proteggersi.

A seconda del modo in cui ci trattiamo e ci rispettiamo, saremo più o meno aperti a relazionarci con gli altri e con l’universo. Amarsi e prendersi cura di sé consente di instaurare relazioni più autentiche.

A tale scopo, è importante conoscerci per sapere fino a dove possiamo arrivare, questo si rifletterà sulle nostre relazioni. Se ci conosciamo, arricchiremo le nostre relazioni e vedremo i diversi limiti. Approfondiamo a seguire la meravigliosa esperienza di amarsi e proteggersi.

“Amarti è comprendere quanto vali e prenderti cura di questo grandioso tesoro.”
Bambina che col dito disegna cuore su finestra

Amarsi permette di sapere fin dove spingersi

Quando ci amiamo, sappiamo fin dove siamo disposti a spingerci. Ci apprezziamo a tal punto da comprendere di avere dei limiti. Pertanto, sappiamo che:

  • Non siamo perfetti. Amarsi significa comprendere che siamo imperfetti. Quindi, ci rendiamo conto che possiamo commettere degli errori e non ci sentiamo frustrati per questo.
  • Non ci sforziamo più del dovuto. Amarsi significa sapere quando fermarsi. Se ci sforziamo più delle nostre possibilità, finiremo per essere sfiniti ed esauriti.
  • Possiamo imparare dagli errori. Amarsi significa anche vedere ciascun errore come una lezione. Non affoghiamo nell’angoscia, perché ci conosciamo e sappiamo che tutto quello che ci accade è comunque una grande esperienza.
  • Ci lasciamo sorprendere. Quando diciamo e proviamo un “mi amo” viviamo nel qui e ora. Dato che ci conosciamo, sappiamo fino a dove possiamo arrivare e non forziamo il futuro, né vogliamo tenere tutto sotto controllo. Amarsi significa lasciar fluire il meglio di sé!

Amandoci, ci conosciamo a fondo. Così, avremo chiare le nostre emozioni e i nostri pensieri, e possiamo prevedere come reagiremo in diverse situazioni.

Quando ci connettiamo con un “mi amo” potente, possiamo sapere cos’è meglio per noi. Prendiamo decisioni in funzione di ciò e comprendiamo che qualsiasi cosa succeda, seppur negativa o poco piacevole, è comunque un insegnamento. Inoltre, non ci giudichiamo perché comprendiamo di non essere onnipotenti, di non avere tutto sotto il nostro controllo.

So quando dire: adesso basta!

Amarsi significa valorizzarsi al punto da saper stabilire dei limiti con gli altri. Si tratta di dire no quando qualcosa non ci piace e, in questo modo, costruire relazioni positive. Così, le persone che ci circondano sapranno fino a che punto possono spingersi con noi, in altre parole, cosa ci dà fastidio e cosa possono fare.

Amarsi significa anche dire: adesso basta! È un modo per comunicare agli altri che stanno esagerando. In questo modo stabiliamo dei limiti e ci proteggiamo. Tuttavia, non sempre possiamo evitarlo, perché non abbiamo il controllo sugli altri, ma possiamo diminuire le possibilità che ciò accada.

Quando ci si ama, nonostante si sia profondamente legati a qualcuno, si è comunque in grado di dire no. E sappiamo vietare determinate situazioni perché sappiamo che possono causarci dolore. Amarsi, dunque, significa anche tenere conto di cosa può essere positivo e negativo per noi.

Tenere presente chi siamo e chi possiamo diventare ci aiuterà a far capire agli altri fino a che punto possono spingerci con noi.
Bambina che abbraccia cuore e ha palloncino a forma di cuore

Benefici di amarsi e proteggersi

Se ci si ama e protegge, si crea un ambiente più armonioso perché ci si libera delle angosce e si è sinceri con se stessi e con gli altri. Il modo migliore di goderci le relazioni è mostrarci per come siamo, sapere cosa vogliamo e trasmetterlo in modo efficace. Quando stabiliamo dei limiti, otteniamo diversi benefici:

  • Scacciare i pensieri negativi.
  • Ottenere una migliore qualità di vita.
  • Lasciar fluire le cose.
  • Migliorare lo stato d’animo.
  • Liberarci dei problemi.
  • Imparare a conoscerci.
  • Favorire l’assertività.
  • Prendere più facilmente le decisioni.

Praticando l’amor proprio, comprendiamo ampiamente come siamo, cosa vogliamo e dove siamo diretti. Questo ci aiuterà a tracciare dei confini nel nostro tentativo di essere perfetti, quando ci frustriamo o quando le cose diventano incontrollabili.

Mettere dei limiti significa prendersi cura della nostra persona, proiettare quest’immagine agli altri e forgiare relazioni più sincere. In questo modo, potremo trovare una maggiore tranquillità.

Abbandonate la paura e abbiate il coraggio di provare l’amore incondizionato che meritate! Riservatevi un appuntamento con voi stessi e scoprite la vostra parte migliore.

“Amare se stessi è l’inizio di una storia d’amore lunga tutta la vita.”
-Oscar Wilde-