Stimolare il nervo vago per migliorare la salute

· 17 ottobre 2018

Il nervo vago è il nervo più lungo e complesso del nostro corpo. Collega il cervello a molti organi importanti in tutto il corpo, compreso intestino, stomaco, cuore e polmoni. In questo articolo spieghiamo perché e come stimolare il nervo vago per migliorare la salute.

Si tratta anche di un elemento fondamentale del sistema nervoso parasimpatico e influisce sulla respirazione, la funzione digestiva, la frequenza cardiaca e la salute mentale. Per questo, stimolare il nervo vago può migliorare la nostra salute, rinforzando le nostre difese di fronte allo stress.

L’aumento del tono vagale attiva il sistema nervoso parasimpatico. Un tono vagale alto permette al corpo di rilassarsi più velocemente dopo uno stress.

Nel 2018 alcuni ricercatori hanno scoperto un circuito di retroazione positiva tra il tono vagale alto, le emozioni positive e la buona salute fisica. In altre parole, quanto più aumenta il tono vagale, tanto più migliorerà la salute fisica e mentale, e viceversa.

“È quasi come lo yin e lo yang” dicono i ricercatori “la risposta vagale riduce lo stress, la frequenza cardiaca e la pressione arteriosa. Cambia l’attività di alcune aree cerebrali, stimola la digestione, tutti processi che si verificano quando siamo rilassati.”

Vediamo come stimolare il nervo vago per migliorare la nostra salute.

Il ruolo del nervo vago nel sistema nervoso autonomo

Il nervo vago ha molte funzioni, ma alcune delle più importanti sono legate al suo ruolo principale svolto nel sistema nervoso autonomo. Questo controlla le funzioni corporee involontarie, come la frequenza cardiaca, la digestione e la respirazione.

Il sistema nervoso autonomo si divide in due rami principali, il parasimpatico e il sistema nervoso simpatico. Il sistema nervoso simpatico prepara il corpo a combattere con il pericolo percepito in risposta a uno stimolo di stress, lotta o fuga.

Al contrario, il sistema nervoso parasimpatico prepara il corpo al riposo. Lo stadio di rilassamento dovrebbe essere il suo stato predeterminato, tuttavia ciò spesso non accade nelle persone con problemi di stress o ansia.

Nervo vago

Il nervo vago è il principale conduttore del sistema nervoso parasimpatico. Oltre ad attivare la risposta di rilassamento, calma le infiammazioni, influisce sull’immagazzinamento dei ricordi e il mantenimento del corpo in uno stato di equilibrio chiamato omeostasi. Inoltre, determina la produzione di molti neurotrasmettitori importanti, in particolar modo GABA, noradrenalina e acetilcolina.

Segnali e sintomi di disfunzione del nervo vago

La salute e la funzione del nervo vago sono strettamente legate al tono vagale. Quando il nervo vago funziona a dovere, si ha un tono vagale alto. Questo è legato alla buona salute fisica, al benessere mentale e alla resistenza allo stress.

Quando il nervo vago non funziona come dovrebbe, si ha un tono vagale basso. Le persone che si stressano facilmente e non riescono facilmente a calmarsi, probabilmente hanno un tono vagale basso.

Poiché una delle numerose funzioni del nervo vago è calmare le infiammazioni, il tono vagale basso spesso porta a infiammazione cronica, fattore importante in molte malattie del corpo e della mente, comprese l’ADHD, l’ansia, la depressione, l’Alzheimer, malattie cardiache, cancro e diabete. Il tono vagale basso è legato a una lunga lista di condizioni di salute fisica e mentale sia lievi che gravi.

L’influenza del tono vagale sulla salute è generale e riguarda molti sistemi importanti. Alcuni dei sintomi e disturbi sono i seguenti:

  • Stitichezza
  • Depressione
  • Diabete
  • Disturbi d’ansia
  • Malattie autoimmuni
  • Disturbo bipolare
  • Difficoltà di deglutizione
  • Tendenza a mandare le cose di traverso
  • Disturbi digestivi, compresa la gastroparesi
  • Raucedine
  • Emicrania
  • Obesità
  • Artrite reumatoide
  • Improvvisi abbassamenti di pressione
  • Malattie cardiache, tra cui la frequenza cardiaca lenta
  • Dipendenze
  • Alzheimer
  • Sindrome da fatica cronaca
  • Epilessia

Strategie per stimolare il nervo vago

Esistono molti modi per stimolare il nervo vago e mantenere il tono vagale alto e in salute. I ricercatori utilizzano per la precisione il termine modulazione del nervo vago, che indica la capacità di regolarlo o equilibrarlo. Bisogna tonificarlo e rinforzarlo, proprio come l’esercizio fisico tonifica i muscoli.

Un nervo vago più sano è più ricettivo e aiuta a guarire più facilmente dallo stress.

Nervo vago e sistema nervoso

Stimolare il nervo vago usando la connessione mente-corpo

Alcuni esercizi e terapie corpo-mente che aiutano a migliorare il tono del nervo vago sono:

  • Cantare. Quest’attività non stimola soltanto il nervo vago. Secondo gli studiosi, cantare con altre persone sincronizza le frequenze cardiache, e il nervo vago ne è responsabile.
  • Meditare. Uno studio rivela che meditare favorisce la tonificazione del nervo vago. Il mantra Om, inoltre, aumenta il tono vagale e riduce al tempo stesso l’attività nell’amigdala, il centro della paura del cervello.
  • Yoga. Qualsiasi esercizio moderato può stimolare il nervo vago, e lo yoga è quello principale. Numerosi studi sostengono che lo yoga aumenta l’attività parasimpatica del sistema nervoso che, a sua volta, migliora il tono vagale. Uno studio ha per esempio dimostrato che lo yoga non migliora soltanto il tono vagale, ma aumenta anche la secrezione di GABA, il neurotrasmettitore del rilassamento.
  • Agopuntura. I punti di agopuntura tradizionali, in particolar modo l’agopuntura auricolare, stimolano il nervo vago.
  • Riflessologia. In special modo quella podalica aiuta ad aumentare il tono vagale.

Altri modi per stimolare il nervo vago

Un altro segreto per mantenere in salute il nervo vago è intrattenere relazioni sane. Le persone con un tono vagale migliore sono più altruiste e hanno relazioni più vicine e armoniose.

Ciò accade in parte perché la stimolazione vagale provoca la secrezione di ossitocina, ormone chiamato “molecola di connessione” perché promuove l’unione. L’ossitocina è legata a caratteristiche umane come la lealtà, l’empatia, la fiducia e il coraggio.

In questo senso, la scienza ha scoperto l’esistenza di un ciclo di retroazione positiva tra le connessioni sociali edificanti, le emozioni positive e la salute fisica favorita dal tono vagale.

Amici che ridono

Un modo per stimolare il nervo vago è pertanto vedersi con amici con cui ridere. La risata rinforza le relazioni e aumenta la variabilità della frequenza cardiaca, un valido indicatore della salute del nervo vago.

Infine, occorre sottolineare che è possibile stimolare il nervo vago anche tramite integratori. Alcuni adatti a migliorare la salute e la funzione del nervo vago sono la radice di zenzero, i probiotici (Lactobacillus rhamnosus), gli acidi grassi essenziali omega-3 (specialmente il DHA) e lo zinco.