Teoria della costruzione diadica e la coppia

17 Aprile 2019
La teoria della costruzione diadica vede nella coppia una realtà costituita da fasi che devono essere completate.

La teoria della costruzione diadica vede nella coppia una realtà costituita da fasi che devono essere completate. Se ognuna delle tappe non è vissuta in modo pieno, il rapporto è destinato a spezzarsi.

La parole “diade” significa gruppo di due: fidanzati, coniugi, amanti, amici intimi, fratelli, etc. Il termine è stato coniato dal sociologo tedesco Georg Simmel, studioso delle dinamiche all’interno dei piccoli gruppi. Simmel e i suoi seguaci hanno scoperto che un gruppo formato da due elementi segue una logica diversa rispetto ai gruppi più numerosi.

“L’amore vero è inesauribile: più ne dai, più ne ricevi.”

-Antoine de Saint-Exupery-

In linea generale, la teoria della costruzione diadica è un costrutto teorico dell’approccio sistemico in psicologia. Ha trovato applicazione nel campo della terapia di coppia e familiare. Dal punto di vista concettuale, presuppone l’esistenza di cinque fasi attraverso cui ogni coppia deve passare, fino ad arrivare all’impegno.

Le 5 fasi della teoria della costruzione diadica

Percezione delle affinità e attrazione

In genere questa fase è caratterizzata dalla ricerca di affinità o somiglianze nell’altra persona. Secondo la teoria della costruzione diadica, scoperte le affinità, nasce l’attrazione. L’attrazione porta a cercare ulteriori somiglianze, a volte reali, a volte fittizie.

Uomo e donna sorridenti si guardano negli occhi

Avere affinità non significa necessariamente avere caratteristiche uguali, potrebbero essere anche contrarie. Ad esempio, a uno dei due piace parlare, all’altro ascoltare. In ogni caso, la sensazione che prevale è di reciproca sintonia.

Passione, seconda fase nella teoria della costruzione diadica

Completata la fase di attrazione, i due componenti della coppia sentono che ci sono molte affinità tra loro, che si “capiscono” o si “completano” come con nessun altro. Questo causa entusiasmo che con il tempo si tramuta in passione

Inizia quindi la fase dell’amore passionale. L’erotismo e la sessualità sono adesso la nota predominante della relazione. Gli ormoni sono in effervescenza, i sentimenti intensi e c’è una forte idealizzazione dell’altro. In genere questa fase non è di lunga durata.

Amore sereno

Gradualmente la coppia intuisce che l’iniziale situazione paradisiaca è transitoria e che il partner non è così perfetto come sembra. Secondo la teoria della costruzione diadica, comincia a questo punto la fase più serena dell’amore. Si cominciano a percepire i limiti propri e del partner.

Questo significa che l’immagine idealizzata comincia a lasciare il passo a una visione più realistica dell’altro: sì, ha dei difetti e a volte stanca. Se la relazione ha una buona base, però, l’amore resiste insieme alla sessualità, anche se l’intensità dei sentimenti è minore. La coppia sta maturando.

teoria della costruzione diadica, coppia sull'erba

Fase della consapevolezza

Alcuni definiscono questa tappa come il passaggio dal “ti amo” al “voglio amarti”. In altre parole, si passa dalla passione al sentimento e da questo a una decisione consapevole. L’elemento più importante, a questo punto, è la ragione e la volontà. Si percepisce chiaramente che il partner non è “l’altra metà della mela” (nessuno lo è) e, ciò nonostante, si desidera coltivare il legame.

Nella teoria della costruzione diadica questo stadio corrisponde alla pienezza dell’amore. Non sono più le illusioni o gli ormoni che decidono per noi, ma è l’analisi e la convinzione che danno la forza per portare avanti la relazione. In questa fase la comunicazione è di qualità più alta.

Creazione della diade e impegno

La fase finale nella formazione della coppia corrisponde alla formalizzazione del legame e l’instaurazione di un impegno reciproco. È il momento in cui la coppia fa piani a medio e lungo termine. Entrambi rinunciano a una visione della vita da single e trovano per l’altra persona un posto stabile in essa.

Coppia si bacia sull'altalena

A questo punto la coppia si è formata in modo completo. I due, adesso, sono un sistema chiuso dotato di una struttura dinamica propria. Vengono stabilite regole e routine, sogni e limiti. Ognuno rinuncia a una parte di sé in funzione dell’altro.

Secondo la teoria della creazione diadica, le relazioni diventano solide quando ognuno dei cinque stadi sono vissuti in modo completo. Se si passa, ad esempio, dalla passione all’impegno, come spesso accade, il legame nasce fragile. Al contrario, se ogni tappa è vissuta in modo pieno, la coppia sarà probabilmente molto forte.