Tre strategie per affrontare la paura

· 6 marzo 2016

Dicono che la paura sia come un mostro che si alimenta di se stesso. Questo significa che quando avete paura di una paura, e non l’affrontate, è come se la state nutrendo, per farla crescere. È facile dire che bisogna affrontare la paure, quello che è davvero difficile è trovare il modo corretto per farlo.

A volt, si ha abbastanza coraggio e si decide di esporsi alle cause della paura. Come quando avete paura delle altezze esagerate e la superate recandovi un giorno in un luogo soprelevato, sperando così di combattere il vostro timore.

Il problema è che questa tattica di “tutto o niente” non sempre funziona. A volte ci si ferma a metà o si sperimentano sensazioni talmente orribili che, alla fine, si decide di non riprovarci più. In altre parole, si ottiene l’effetto contrario.

“L’amore spaventa la paura e, allo stesso modo, la paura spaventa l’amore. E non solo l’amore è scacciato dalla paura; anche l’intelligenza, la bontà, i pensieri belli e veri…e rimane solo la disperazione muta; e, alla fine, la paura arriva a scacciare dall’uomo l’umanità stessa. ”
-Aldous Huxley-

In realtà, superare una paura è un processo lungo. Ha le sue fasi, i suoi tempi e i suoi metodi. La cosa migliore è affrontarne la causa, mettendo in atto una strategia che sia davvero in grado di liberarvi dai vostri timori. Ecco tre strategie per affrontare la paura in modo efficace.

Riflettete sulle vostre paure

ragazza ha paura

La prima cosa da fare è una riflessione ampia e profonda su quello che vi fa paura. Dovete domandarvi “Di cosa ho davvero paura?” e scrivere tutte le risposte che vi passano per la testa, anche se vi sembrano assurde.

Ci sono paure ragionevoli: avete paura dell’acqua perché non sapete nuotare; avete paura degli animali selvaggi perché hanno un forza fisica superiore alla vostra e reagiscono in modo istintivo, senza argomentazioni o ragioni.

Altre paure sono invece irrazionali, e nascono da ragioni che non conoscete. Quando avete paura degli insetti inoffensivi, ad esempio, oppure delle altezze eccessive, anche se vi trovate all’interno di un edificio e non c’è nessuna possibilità che cadiate.

Conoscere e accettare le proprie paure

Quello che dovete fare, quindi, è riconoscere le paure meglio che potete. Non lottare contro queste, ma accettarle e guardarle dritte in faccia, da ogni prospettiva possibile. Avete paura dei topi? Perché esattamente? Quand’è stata la prima volta che avete provato questa paura? Come reagite quando vi trovate un topo davanti?

Risalite alla fonte delle vostre paure, perché quasi tutte sono associate ad una mancanza d’informazione. Se avete paura dell’amore, leggete molto a riguardo, informatevi sulle opinioni degli altri. Fate lo stesso con qualsiasi cosa vi provochi paura o timore.

Riconoscete le vostre risorse

sentiero che porta al cielo

La paura vi fa sentire incapaci e inutili. A volte, infatti, vi porta a dimenticare tutto quello che sapete fare e tutto quello che avete affrontato. La paura agisce come un “verme” dentro di voi, e vi fa sentire come se aveste le mani e i piedi legati, come se non poteste agire.

Per questo è molto importante cambiare la vostra prospettiva. Pensate a tutto quello che avete fatto giorno dopo giorno, e che esigeva forza e carattere. A volte ci dimentichiamo che il semplice fatto di alzarsi la mattina e svolgere tutti gli impegni che abbiamo esige molte abilità e virtù.

Pensate a tutte le cose positive che fate ogni giorno. Non siate avidi nel riconoscere i vostri valori. Al contrario: apprezzate senza falsa modestia i grandi pregi che avete, senza i quali sarebbe impossibile andare avanti giorno dopo giorno.

Focalizzate la vostra vita, senza paure

Successivamente, pensate a come sarebbe la vostra vita senza questa/e paure che vi tormentano, e che probabilmente vi limitano e vi impediscono di fare molte cose. Pensate a come cambierebbero le cose se non viveste sotto l’ombra della paura. Stilate una lista di tutto quello che potreste guadagnarci.

Cercate di avvicinarvi, per quanto possibile, a ciò che vi spaventa. Ad esempio, se quello di cui avete paura è parlare in pubblico, recatevi a delle conferenze e mettetevi in prima fila, per stare vicino a chi le sta dando. Provate a conoscere attori di teatro o persone che lavorano a stretto contatto con il pubblico.

Mettetevi all’azione

ragazza e corvi

La cosa più importante non è superare la paura di colpo, ma mettervi in azione per riuscirci. Se volete davvero lasciarvi alle spalle la paura, l’unica cosa che non potete non fare è la seguente:  “Mai, per nessuna ragione, dovete rimanere passivi di fronte a ciò che vi fa paura”.  

Impedite a voi stessi di essere vittime della paura. Ricordate che sempre, anche se è difficile, siete capaci di reagire alle vostre paure. Questa reazione può essere evitare quello che vi fa paura, ma l’obbiettivo non è quello di farlo in modo meccanico o compulsivo, ma razionale.

Se cercate di evitare quello che vi provoca paura, che sia un oggetto o una situazione, non dovete perdere il controllo e scappare a gambe levate. Dovete muovervi passo dopo passo.

Ma attenzione, questo non può durare per sempre. Datevi una scadenza per affrontare ciò che vi fa paura. Se vi sembra impossibile esporvi a ciò che vi fa paura, è bene che vi rivolgiate ad un professionista.

Ricordate che nella maggior parte dei casi, l’unica decisione davvero difficile da prendere è quella di affrontare la paura. Una volta che ci riuscirete, scoprirete che era tutto nella vostra mente, che la minaccia non era così grave come pensavate. Che avevate paura della paure e che questa era l’unica cosa che permetteva a quel mostro di crescere dentro di voi.

 Immagini per gentile concessione di Jack Traverse