Trovare l’ispirazione con semplici strategie

· 6 Febbraio 2019
Un aspetto importante da tenere a mente per trovare l'ispirazione è che non si tratta di una competenza relegata all'attività intellettuale.

L’ispirazione può essere descritta come “respirare l’informazione della vita”. Per trovare l’ispirazione, bisogna essere consapevoli del fatto che il cervello non è una macchina, bensì una realtà plastica e sensibile che per offrire i massimi risultati richiede condizioni ottimali.

Un aspetto importante da tenere a mente per trovare l’ispirazione è che non si tratta di una competenza relegata all’attività intellettuale. Al contrario, si ripercuote su tutti gli aspetti della vita. L’ispirazione è uno stato in cui si congiungono aspetti cognitivi, emotivi e della volontà. Genera una potente sensazione di benessere ed è determinante nei processi creativi.

Non è facile definire in termini esatti l’ispirazione. I dizionari la definiscono come “impulso alla creazione artistica o intellettuale“, “intervento di uno spirito divino che determina la volontà dell’uomo ad agire” o l’azione di “respirare l’informazione della vita”. Trovare l’ispirazione consisterebbe dunque nel creare le condizioni favorevoli per quell’impulso o intervento divino a cui si accenna in queste definizioni.

“Vai con fiducia nella direzione dei tuoi sogni, vivi la vita che hai immaginato.”

-Henry David Thoreau-

Da un punto di vista etimologico, tali definizioni sono senz’altro belle, seppur non molto concrete. Questa mancanza di precisione non può che lasciare a intendere la complessità di questo processo profondo e meraviglioso. Coltivare l’ispirazione diventa così anche un fatto trascendentale. Come si fa? Vediamo qualche suggerimento.

L’ispirazione, un fenomeno meraviglioso

L’ispirazione è uno stato in cui sperimentiamo una sorta di rivelazione su un aspetto essenziale della vita o della realtà come tale. Si tratta di un fenomeno dell’intelletto in quanto implica una vasta comprensione. Implica, però, anche una gioia speciale, che si traduce nella convinzione o desiderio di realizzare una determinata azione.

Si può dire che l’ispirazione ci regala momenti di maggiore felicità. Come una forza leggera ed espansiva che ci apre la mente e il cuore. Quando siamo ispirati, proviamo una connessione diretta e reale con l’universo intero. Il malessere sparisce. Proviamo un senso di pace.

I neuroscienziati Marcos Jung-Beeman e Edward Bowden della Northwestern University, e John Kounios della Drexel University hanno condotto interessanti studi al riguardo. Secondo quanto emerso tramite immagini di risonanza magnetica, parte del cervello, in corrispondenza del lobo temporale destro, si illumina letteralmente in certi momenti di rivelazione o epifania

Ragazza che ride

Ispirazione e motivazione

Molte volte ispirazione e motivazione vengono confuse, pur essendo fenomeni ben distinti. La motivazione è una forza che ci spinge a sviluppare determinate azioni al fine di ottenere qualcosa di specifico o per evitare del male.

È il frutto di un carattere innato e tipico della natura umana: cercare il piacere e scansare il dolore. Ci sentiamo motivati a fare qualcosa perché partiamo dall’idea che con essa realizzeremo un desiderio o eviteremo che succeda qualcosa di brutto.

L’ispirazione va oltre, portando il concetto di piacere o dolore su un secondo piano. Si tratta di una forza così potente da permetterci di accettare il dolore senza problema, poiché l’obiettivo lo supera. Non si cerca neanche un beneficio specifico, bensì una maggior pienezza. È quello che provano coloro che danno la propria vita per la libertà o che sono capaci di qualsiasi vessazione in nome di una causa.

Trovare l’ispirazione

Trovare l’ispirazione è un processo che implica grande sforzo e costanza. Alcuni cammini permettono di nutrire tale stato e, in ultimo, raggiungerlo. Il primo sentiero è la meditazione che, come è stato scientificamente provato, può cambiare il funzionamento cerebrale. Questo facilita i processi di creazione, che a loro volta sono un risultato dell’ispirazione.

Ragazza che legge un libro per trovare l'ispirazione

La lettura di opere letterarie fittizie o qualsiasi altra pratica artistica sono altri cammini adatti a trovare l’ispirazione. Queste attività rompono gli schemi abituali e favoriscono la costruzione di nuove prospettive. A loro volta, questi nuovi punti di vista, prima o dopo, conducono a quelle profonde rivelazioni caratteristiche dello stato di ispirazione.

Riposare adeguatamente e cambiare aria sono altri fattori fondamentali per coltivare l’ispirazione. Riposare implica dormire bene e ossigenare la mente periodicamente, mentre cambiare aria significa cambiare scenario fisico e mentale quando ci si sente bloccati; aprire una parentesi di indefinita lunghezza. Tutto questo facilita momenti di ispirazione che molte volte aiutano a dare una svolta a tutto.

  1. Romo, M. (1997). Psicología de la creatividad. Barcelona: Paidós.