Non chiedo una menzogna consolatrice

· 20 aprile 2016

Non amo la menzogna che consola né le mezze verità e ancor meno la completa falsità. Preferisco la verità, anche se fa male. Anche a costo di soffrire enormemente, perché almeno avrò la libertà di prendere il cammino che desidero e, con il tempo, curare le mie ferite.

Da bambini, di solito, ci insegnano a dire sempre la verità. Ebbene, alla fine, arriva sempre un momento in cui ricorriamo per la prima volta alla bugia: per evitare un castigo, per raggiungere un obiettivo, per adattarci a una situazione…

A volte basta una sola menzogna per mettere in dubbio tutte le verità. È lì che perdiamo tutto, è lì che svanisce la nostra integrità, il nostro valore…

È chiaro che qualche volta tutti abbiamo fatto ricorso a delle “mezze verità”. Ciò nonostante, risulta chiaro che esistono diversi gradi di menzogna, la cui natura molte volte dipende dalla situazione nella quale ci troviamo. Non succede nulla se quando ci viene chiesto “come stiamo” rispondiamo con “splendidamente”. Nonostante sia una bugia e stiamo attraversando un brutto periodo, capiamo come sia un semplice formalismo senza ulteriore rilevanza.

La falsità acquisisce il suo aspetto più negativo quando con essa si fa del male a coloro che ci circondano. C’è chi fa uso della bugia perché teme che la verità causi troppo dolore o che le conseguenze lo investano in modo indesiderato.

La menzogna fa prigionieri e ci condanna a condurre vite vuote, false e carenti di autenticità. A tutti noi, senza dubbio, fanno male quei comportamenti, quell’atteggiamento di chi dice di volerci bene, ma che ci mette una benda sugli occhi mentre ci ripete che tutto fila liscio, che non è successo niente.

Vi invitiamo a riflettere su questo aspetto.

Le bugie dette per pietà non saranno mai accettabili

donna-con-un-gufo-accanto

Una menzogna detta per pietà o per cercare di consolare non sarà mai tollerabile. Nessuno di noi ha il diritto di agire in modo così paternalistico, come a pensare che l’altra persona non sia “valida” o non meriti di conoscere la verità.

Ciò che fa male non sono le bugie o le falsità pronunciate con ammirabile integrità. A ferire, a far sanguinare la nostra anima sono le verità taciute e le parole trattenute.

Se qualche volta vi hanno mentito, si sarà accumulata dentro di voi un fastidioso amalgama di rabbia, incomprensione e tristezza.

La delusione non viene sempre provocata dall’averci celato la realtà, quello che a volte spazientisce è che abbiano pensato che non “meritiamo” di conoscerla.

  • Le bugie dette per pietà nascondono in realtà una mancanza di maturità personale da parte di chi le dice, il quale manifesta così una carenza di empatia e di capacità sociali.
  • Mantenere una relazione, un legame familiare, d’amicizia o di coppia, implica seguire un codice etico essenziale: rispetto, comprensione e integrità emotiva, con se stessi e con l’altra persona.
  • La menzogna scredita chi la pratica e umilia chi la riceve. È un rapporto destinato a provocare sofferenza e disillusione poiché, che lo crediamo o no, le falsità finiscono sempre per venire a galla, così come sorge il sole al mattino.

C’è chi dice sia impossibile praticare questa “sincerità a oltranza”, che niente tace e tutto rivela. Si tratterebbe di un “sincericidio” che equipara le opinioni personali alle verità assolute. In tal modo, le si esprimerebbe senza alcun tipo di filtro e indipendentemente dal danno che potrebbero causare.

È molto più semplice: che la mia verità vi renda liberi, che la mia sincerità vi permetta di crescere prendendo la direzione desiderata, perché nelle relazioni non c’è posto per le menzogne né per i silenzi che nascondono realtà.

ragazza-che-si-copre-il-viso-con-delle-piume

La verità fa male una volta, la menzogna tutte le volte che si ricorda

Dicono che la verità faccia male, che la menzogna uccida e che il dubbio porti alla disperazione. Sono tutte pulsioni, emozioni umane che abbiamo vissuto sulla nostra pelle. Nessuno ne è immune.

Non ti preoccupare se mi fai piangere con la verità, lo preferisco rispetto al farmi distruggere con la menzogna e al vederti fingere come se non fosse successo niente, come se tutto andasse bene.

Meritiamo di stabilire relazioni sincere, basate sul rispetto e sulla riconoscenza. Sebbene sia certo che abbiamo anche diritto ai nostri spazi personali, segreti o di intimità, non ci sarà mai eccessiva menzogna in un rapporto di coppia cosciente e maturo.

Perché mentiamo?

Arrivati a questo punto, è possibile che vi domandiate per quale motivo facciamo uso delle bugie. A seguire le spiegazioni principali:

  • Per evitare un finale che non desideriamo (una reazione negativa dopo aver rivelato una verità, causare dolore, rimanere soli…)
  • Per adattarci a un contesto che consideriamo minaccioso o complesso (pensiamo ad esempio agli adolescenti e alla loro necessità di mentire su qualche aspetto per integrarsi in un gruppo)
  • Per raggiungere un obiettivo (mentire nel curriculum per ottenere un lavoro, mentire a un possibile partner per conquistarlo…)

Tutti noi abbiamo adottato tali comportamenti qualche volta. In ogni caso, la cosa più importante non risiede solo nel fatto di dire la verità, ma anche nel saperla esprimere:

  • Ci sono persone che preferiscono vivere nell’ignoranza, applicando le massime “non sapere per non soffrire”, “non vedere per non piangere”.
  • Chi preferisce vivere nella menzogna lo fa perché ha paura di affrontare la verità e non sa come gestire una situazione difficile. In questi casi, il “fare orecchie da mercante” si dimostra un meccanismo di difesa con il quale evitare di affrontare il problema.

Tenete a mente che la sincerità è il valore più importante qualora desideriate intraprendere un progetto di vita con un’altra persona. Esigete sempre la verità, perché sarà l’unico mezzo con cui costruire tale relazione con fermezza e integrità.

Non dite mai il contrario di ciò che pensate, non fate uso della menzogna se desiderate essere felici e non temete mai la verità: solo essa vi renderà liberi e vi permetterà di crescere come persona.

donna-con-un-gufo