Uscire dalla mente ed entrare nella vita reale

21 Dicembre 2018

Sembra che, fra tanto passato e futuro, alla fine perdiamo le cose più importanti: il qui e adesso. Il problema è che la maggioranza vive in modalità pilota automatico. Viviamo fra lo ieri e il domani; fra quello che è rimasto incompiuto e quello che verrà fatto in seguito. Ma sarebbe meglio uscire dalla mente ed entrare nella vita.

Vivere nella nostra mente, incarcerati dalle preoccupazioni e dalle aspettative, genera malessere. Ci ritroviamo dipendenti dai nostri pensieri ed è per questo che ci sentiamo soli quando inciampiamo nella realtà della nostra esistenza. Non esistono formule magiche che ci permettano di trovare una facile soluzione. Il segreto per iniziare a vivere davvero si trova in queste semplici parole: uscire dalla mente.

Per comprendere questo profondo messaggio, possiamo considerare la nostra mente come una zona di comfort. Ancor meglio come una litania di pensieri che collezioniamo e che ci impediscono di prendere coscienza del presente. Un rumore mentale che ci distrae di continuo e che ci obbliga a vivere nel passato o nel futuro.

Uscire dalla mente grazie alla mindfulness

Uno dei metodi più indicati per uscire dalla nostra prigione mentale è la mindfulness. Non è una di quelle pratiche che consistono nel sedersi, rimanere calmi ed eliminare i pensieri. Probabilmente, infatti, avete provato le tipiche tecniche di meditazione e avrete pensato che non servono a niente.

Per coloro che non dominano la mindfulness, i pensieri si accumulano. Confondono e gridano dal più profondo della mente: “stupido! smetti di pensare”. È normale che questo accada all’inizio della pratica. Il fatto è che non siamo abituati a lasciare che i nostri pensieri fluiscano in modo naturale senza giudicarli, senza trattenerli. Solo permettendoci di tenerli mentre vanno e vengono, concentrandoci nel qui e adesso.

Donna che pratica la mindfulness

Anche se si tratta di un processo piuttosto complicato, quando riusciamo a realizzarlo correttamente, capiremo a cosa si riferisce con uscire dalla mente. Quando smetterete di giudicare i pensieri e li osserverete come se steste guardando un film, essi smetteranno di influenzare la vostra realtà e la vostra visione diventerà molto più chiara. Inizierete a vedere la verità.

“Essere coscienti significa abbandonare i giudizi. Mettere da parte i nostri obiettivi per il futuro immediato e prendere il presente così com’è e non come ci piacerebbe che fosse.”

-Mark Williams-

La vita è presente

Quando è stata l’ultima volta che vi siete fermati per respirare un po’ di aria fresca? Vi ricordate di essere grati per l’acqua calda di cui potete godere quando vi svegliate la mattina? Probabilmente no. La vostra mente forse pensa a cose come “arriverò tardi al lavoro”, “devo andare a prendere i bambini”, “cosa devo comprare al supermercato?”, ecc.

Se ci fate caso, la vostra mente è piena di pensieri in merito al passato e al futuro. Fra tutti questi, però, il presente viene ignorato in modo spudorato. Lo stress che provate, è creato dai vostri pensieri. Molti dei problemi che avete vengono generati dalla vostra attività mentale. Vi state fasciando la testa prima di sbatterla. Nulla di tutto ciò è reale. Finché non accade, finché non si presenta, starete vivendo nella vostra immaginazione.

La mindfulness è per persone comuni

Uscire dalla mente, e subito, è essenziale! Prendetevi un momento per voi. Un momento per organizzare la voragine di pensieri che non vi permette di godervi la vita e che vi fa provare emozioni che causano malessere.

Proprio come quando proviamo timore o ansia senza alcun motivo. C’è qualcosa di reale da cui dobbiamo fuggire o scappare? No! Tuttavia, giriamo un nostro film personale e ci crediamo così tanto che arriviamo a considerarlo la vita reale.

“Esistono solo due giorni nell’anno in cui non si può fare nulla. Uno si chiama ieri e l’altro domani. Nel mentre, perciò oggi è il giorno giusto per amare, crescere, fare e sopratutto vivere”.

-Dalai Lama-

Restare connessi

Bisogna uscire dalla mente e avere il coraggio di vivere e di aspettare che le cose succedano prima di preoccuparsi. Smettete di ricordare il passato, non rendetelo il vostro presente perché non ne fa parte. Vivete ogni giorno come se fosse la prima volta che respirate aria fresca, che bevete un bicchiere d’acqua o che assaporate una pietanza deliziosa.

Siate coscienti di tutti i momenti della vostra vita, di ogni istante della vostra esistenza. Questo include anche i momenti in cui state lavorando, per esempio. Notate come le vostre dita accarezzano la tastiera? Come le vostre gambe vi sostengono e vi permettono di andare da un posto all’altro? Connettetevi con la vostra vita, con voi stessi e uscite dalla vostra mente una volta per tutte.